Biocosmesi…e non solo

Alimentazione biologica: ecco perchè è meglio

Un’alimentazione naturale e biologica è il miglior regalo che possiamo farci

Benvenuti nella nuova sezione del Blog! 🙂

Come annunciato su Facebook, oggi inauguro il nuovo angolo dedicato all’alimentazione, con particolare attenzione, ovviamente, agli alimenti biologici! 😉

Qual è l’obiettivo di questa nuova sezione?

Questa sezione, analogamente a quella dedicata alla biocosmesi, ha l’obiettivo principale di dare informazioni, il più possibile dettagliate ed imparziali, sui cibi, sugli stili alimentari e, soprattutto, sulla qualità degli ingredienti che arrivano sulla nostra tavola.

Scegliere con attenzione e consapevolezza il cibo che mangiamo è, oggi, più che una opzione, quasi una necessità.alimentazione biologica

Qui trovi alimenti sani, nutrienti e biologici!

L’ossessione per il cibo ha due facce opposte: quella dell’ortoressia, che spinge le persone compulsive a controllare in modo esagerato e patologico ciò che mangiano e quella del consumo sfrenato ed indiscriminato che porta ad ingurgitare di tutto per placare l’ansia, il vuoto e la solitudine, nonchè lo stress per reggere il ritmo di una società sempre più frenetica e competitiva.

Nessuno degli aspetti appena elencati avrà, ovviamente, spazio in questo blog, se non per essere sottoposto al vaglio della critica: ritengo che la fobia del cibo (perchè di questo si tratta) e quella di ingerire elementi potenzialmente contaminanti sia ingiustificata e, in ogni caso, inutile, in quanto è umanamente impossibile avere il controllo totale di ciò che assumiamo; d’altro canto, la tendenza ad ingurgitare di tutto, subendo, senza spirito critico, la seduzione maliziosa e perenne della pubblicità e delle mode massificanti, sia ugualmente irrazionale e certamente più dannosa per la salute.

L’uso indiscriminato di pesticidi e di sostanze deleterie per la salute umana e dell’ambiente, il vergognoso maltrattamento cui sono destinati gli animali negli allevamenti intensivi, allo scopo di produrre maggiori quantità di cibo, di cui una buona quantità sarà sprecato ed il resto concorrerà a far ammalare le persone, è una motivazione più che sufficiente per mettersi una mano sulla coscienza e cambiare radicalmente il proprio modo di approcciarsi al cibo.

Essere ambientalisti oggi, significa anche e soprattutto questo, a mio parere.

Il mio personale motto è: mangiare meno e meglio.

Scegliere con cura (ma senza ossessività) i cibi che mangiamo e che offriremo ai nostri cari è il miglior regalo che possiamo fare a noi stessi ed all’ambiente.

Sapere da dove arrivano gli alimenti che diventeranno parte di noi, del nostro corpo e della nostra anima, conoscere come sono fatti, come sono stati coltivati o allevati è un nostro diritto (già più o meno sancito dalla legge), ma avere la certezza (seppur sempre relativa, come per ogni cosa) di portare a tavola un alimento sano, non inquinato e non inquinante, è oggi quasi un privilegio.

Il cibo biologico, per motivi legati alle certificazioni, è più caro.alimentazione biologica

E allora, in attesa che le cose cambino, perchè non decidere di ingegnarsi per risparmiare su altre spese inutili ed iniziare a mangiare meno ma meglio?

Mangiare cibi realmente nutrienti (non tutti i cibi biologici lo sono, poi lo vedremo) significa poter permettersi di mangiarne in minore quantità, con indubbi vantaggi per la salute, il portafoglio e l’ambiente.

Abbiamo bisogno di poche cose, ma buone: calorie vere, nutrienti essenziali e cibo sano.

I cibi adatti a (quasi) tutti sono più o meno sempre gli stessi: cereali integrali, frutta e verdura fresche, carne bianca magra in piccole quantità, uova, formaggi freschi, frutta secca.

La carne è in realtà, per individui adulti, un optional: la scienza ha oggi dimostrato ampiamente che si può vivere sani senza mangiare carne. Ma occhio alle diete improvvisate!

Togliere un alimento non significa semplicemente farne a meno e basta oppure aumentare la quantità di un altro: bisogna possedere un minimo di competenza alimentare per vivere senza carne. Altrimenti si corrono rischi.

Naturalmente, questo discorso è ancora più valido se si sceglie una dieta “vegan”, cioè senza nè carne, nè derivati animali (uova e latticini).

Qui trovi alimenti sani, nutrienti e biologici!

Dunque, di queste poche cose abbiamo bisogno: tutto il resto sono calorie vuote. Dispendiose inutilità. Lussi, sostanzialmente, che ogni tanto ci si può certamente concedere, ma sempre “cum grano salis”.alimentazione biologica

E pensare che, invece, la maggior parte delle persone si nutre prevalentemente di cibi superflui!

Checchè ne dicano gli ignoranti, da ciò che mangiamo dipende in gran parte il nostro stato di salute e la nostra forma fisica e psichica. Inutile girarci intorno, perchè è così.

E allora, se volete vivere in salute, non farvi abbindolare dalla pubblicità, risparmiare comprando poco e di qualità, acquistare in modo libero e consapevole ingredienti sani e addirittura curativi, mi permetto di consigliarvi di seguire questo blog! 🙂

⇒Qui trovi alimenti naturali e biologici!

Cambiare modo di nutrirsi offre vantaggi inimmaginabili, permette di sentirsi meglio non solo fisicamente, ma anche psicologicamente: ci si sente parte di una comunità che fa dell’etica ambientale la propria bandiera e ne è orgogliosa!

Pian piano, si acquisisce la consapevolezza che non si agisce mai solo per sè, per la propria persona, ma che le nostre azioni hanno sempre l’effetto di un sasso nello stagno o di una eco di montagna: provocano reazioni che si percepiscono in lontananza.

Uniti, nel nostro piccolo, io penso che possiamo migliorare un poco il mondo.

Che ne dite? 🙂

Vi aspetto anche in questo nuovo angolino.

A presto!

N.B. Non sono un medico, nè un dietologo. Se decidete di seguire i consigli esposti su questo blog, consultate sempre prima il vostro medico.

8 pensieri su “Alimentazione biologica: ecco perchè è meglio

  1. Sunrice

    Non potevi introdurre in maniera più azzeccata,proprio una bella presentazione,che serve da incoraggiamento anche ai lettori!

    Avevo già espresso il mio entusiasmo per questo tema,perchè in quest’ambito sto iniziando a svegliarmi solo ora e l’informazione mi serve, eccome…
    Dovrò fare i conti con molti fattori, anche di salute, ma sapevo che anche nell’alimentazione prima o poi avrei dovuto intraprendere un percorso, sia correggendo le mie abitudini sia con l’aiuto di Omeopatia e Naturopatia….Piano piano,una cosina per volta,ho già iniziato a muovermi in tal senso, e anche di questo spero avremo modo di parlare ampiamente anche di perosna:-)
    Mi conforta comunque sapere di poter contare anche su questa nuova sezione del tuo blog,perchè tutte le tue letture che hai condiviso su FB e i tuoi studi renderanno i tuoi scritti certamente affidabili e rigorosi come nel tuo stile.
    Che altro dire, io continuerò ad essere presente anche quì, avvicinandomi con molta umiltà e non mi farò problemi a chiederti qualche confronto o parere qualora ne avessi bisogno!
    Un bacione bella, un grande in bocca al lupo per questa nuova avventura:-)))

  2. pauline Autore dell'articolo

    Grazie cara Sunrice per questo bell’augurio, ti ringrazio moltissimo!
    Fai bene ad intraprendere un percorso di riforma alimentare, perchè è la base per la salute del corpo e della mente..senza questa base la maggior parte dei rimedi (e delle medicine) è praticamente inutile.
    E’ giusto anche procedere lentamente e per gradi: introdurre troppe novità tutte insieme o rivoluzionare tutto all’improvviso non solo non serve, ma può addirittura provocare l’effetto molla, cioè il ritorno al passato.
    Quindi meglio introdurre una piccola novità ogni tanto: poi sarà il tuo corpo a chiedertelo 😉

    Sei la benvenuta anche in questa sezione, a presto!! 😉

  3. alessandra

    Io sono cresciuta senza mangiare carne e pesce (ma i latticini si) e non ho mai avuto problemi pur avendo fatto sport a livello agonistico ecc.

    Anch’io credo che dovremmo essere tutti dei “consumatori informati” e non sottostare passivamente alle scelte dei grandi operatori del settore.

    Tuttavia – benchè vorrei fosse possibile – non credo che oggi possa esistere un vero biologico.

    Purtroppo non è sufficiente adottare dei metodi di coltivazione bio per ottenere prodotti bio: anche solo un pò di vento (che ad es. può trascinare pesticidi e altro utilizzati nelle coltivazioni non bio) mette a repentaglio il lavoro fatto in una coltivazione bio.

    Con questo non voglio dire che biosgna arrendersi ma solo che non bisogna credere fermamente nel “Bio” nonchè informarsi anche sugli aspetti incoerenti e negativi di esso.

    Un saluto a tutti/e!

    1. pauline Autore dell'articolo

      Ciao Alessandra!
      Benvenuta e grazie per la tua testimonianza! 😉

      Conosco tante persone vegetariane come te che vivono benissimo e non soffrono di carenze. Ormai la scienza ha dimostrato che si può vivere benissimo senza proteine animali.
      Ma è bene monitorare la propria dieta per non farsi mancare nutrienti fondamentali.

      Anche il bio ha i suoi limiti, lungi da me negarlo.
      Non è e non può essere un metodo “perfetto”, semplicemente perchè la perfezione non esiste, in nessun ambito.
      Ha i suoi punti di forza ed i suoi punti deboli.
      Nonostante ciò, credo che sia da preferire ai metodi di coltivazione tradizionali, perchè è sempre meglio qualche pesticida e metallo tossico in meno che qualcuno in più, non credi?
      C’è chi imbroglia, purtroppo.
      Ma credo che i bio-furbi siano la minoranza: molto più folta è la schiera di coloro che hanno fatto del biologico una scelta di vita e la portano avanti con onestà.
      Io credo che valga la pena spendere qualcosa in più per il biologico, che poi, a ben vedere, non è altro che l’agricoltura di una volta, quella semplice e pulita.

      Un abbraccio 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *