No ai cibi spazzatura: scegli solo alimenti sani!

Lo sapevi che il cibo influenza potentemente il nostro stato psico-fisico? Molto più di quanto tu possa immaginare….

Seguimi in questo viaggio attraverso gli alimenti sani per vivere meglio! 😉

Mangiare bene= volersi bene

Scegliere alimenti sani è il primo, fondamentale gesto di amore per sè e per il pianeta.

Scegliere i cibi da mangiare ogni giorno è vissuto un pò da tutti come un fatto automatico, a volte noioso, sicuramente routinario.

Per molti è un atto di puro piacere, per troppi uno strumento di compensazione di carenze di altro tipo.

In realtà è un atto di una importanza incredibile!

Ha una valenza straordinaria per la nostra salute, fisica e psichica.

Il cibo non è soltanto qualcosa che ingeriamo per farci passare la fame: o meglio, è sicuramente anche questo, il primario e istintivo gesto finalizzato alla sopravvivenza.

Se usassimo solo l’istinto, però, non saremmo molto diversi dagli animali, vero?

Quello che ci distingue in meglio da essi è la coscienza e la consapevolezza.

Senza di esse non saremmo arrivati a questo punto dell’evoluzione.

In realtà, anche quando le conoscenze scientifiche erano di gran lunga inferiori ad oggi, noi sapevamo già che i cibi naturali hanno uno straordinario valore curativo. Lo sappiamo da secoli!

Il cibo è la più potente tra le medicine naturali di cui disponiamo. E dobbiamo ringraziare la Natura per questo.

Qui trovi alimenti sani e biologici.

alimenti sani bio

Più un cibo è naturale, più si rivela vitale e potente

Spesso accade di tormentarsi nella spasmodica ricerca di un rimedio per un problema che ci avvilisce, magari da tempo: medicinali, rimedi naturali, cosmetici, integratori, ma continuiamo incredibilmente ad ignorare un rimedio naturale, efficace, alla portata di tutti: il cibo!

Il cibo viene vissuto in modi diversi tra loro, come diverso è ognuno di noi.

Come può una persona che utilizza il cibo come gratificazione in una vita triste e frustrante, eliminare proprio quegli alimenti che la sostengono psicologicamente?

Come si può chiedere ad una persona di rinunciare, ad esempio, ai dolci industriali se per oltre metà della sua vita si è nutrita solo di quelli?

E’ un’impresa titanica, per chiunque.

La consapevolezza, da sola, non basta: sapere che un cibo fa male non ci distoglie dall’utilizzarlo, perchè, in fondo, ognuno di noi si sente ‘invincibile’.

E pensiamo (a torto) che il nostro corpo sia una specie di discarica o di lavatrice dove possiamo accumulare e mescolare un pò di tutto senza problemi.

In fondo che male fa un dolcettino ogni tanto, un fritto qua è là, una serata al fast food e via dicendo?

Ma chi l’ha detto che per divertirci dobbiamo mangiare? Dove è scritto che per socializzare bisogna andare per forza in pizzeria?

Lo abbiamo stabilito noi, perchè ci fa comodo.

Perchè mangiare riempie i nostri vuoti, calma momentaneamente le nevrosi, stimola la produzione di sostanze cerebrali che regalano un temporaneo ed illusorio benessere.

E poi: uccide la noia! Se non si va a mangiare, cosa si fa in alternativa? 😉

Il cibo è una medicina, ma può diventare una droga.

Come il fumo, l’alcool e le altre droghe criminalizzate.

Vuoi avere una bella pelle?

Scopri la guida!

alimento sano verdura

Cambiare stile alimentare

Dunque, cosa fare per convincersi a cambiare stile alimentare?

Il primo passo è: ascoltare il proprio corpo ed i segnali che ci invia.

Se stiamo mangiando male da molto tempo (o da sempre) avremo sicuramente qualche problema.

Un doloretto, il mal di testa, o magari scarsa concentrazione, stanchezza, una forma di allergia che non va via, umore depresso, sovrappeso, malanni continui, alitosi, acidità di stomaco, sindrome premestruale, cellulite….potrei continuare all’infinito, perchè è veramente incredibile la quantità di disturbi che può causare una cattiva alimentazione!

E di contro, quelli che può curare definitivamente una alimentazione sana e naturale.

Per non parlare delle malattie, anche serie, che una corretta alimentazione può aiutare a prevenire.

Vedremo volta per volta questi argomenti, nei prossimi post.

Ora voglio elencare i 7 alimenti sani che non devono mancare nella dieta!

alimenti sani

  • Cereali integrali: i cereali (pasta, pane, riso, biscotti ecc.) sono alla base della dieta se non siete crudisti. Forniscono amidi che verranno poi trasformati in zuccheri dall’organismo. Devono essere integrali o semintegrali, quelli raffinati sono privati della parte esterna, cioè dei nutrienti più importanti, di vitamine fondamentali per il sistema nervoso come il gruppo B e delle fibre che servono per mantenere sano l’intestino. Non vi limitate al solito frumento, variate! Il frumento è un cereale troppo ricco che rende il sangue denso, quindi è bene scegliere più spesso cereali più poveri come il miglio, il farro, l’orzo, l’avena, la quinoa eccetera. La dieta odierna, povera di cereali integrali, è spesso carente in vitamine importantissime! N.B. Gli alimenti integrali devono sempre essere biologici.
  • Frutta: la frutta è fondamentale, qualsiasi dieta seguiate. L’uomo nasce frugivoro, quindi la frutta è sostanzialmente il nostro alimento base. Fornisce carboidrati e zuccheri semplici, quelli naturali che fanno bene e che vengono assimilati immediatamente. Fonte primaria di vitamine. Concedetevene tanta, di tutti i tipi (a seconda della stagione) e di ottima qualità. Va bene anche quella zuccherina (banane, datteri, fichi, cachi, uva dolce e frutta essiccata in genere) ma senza esagerare. Se la mangiate con la buccia, comprate quella biologica. Lavatela con cura in ogni caso. Mangiate almeno 3 frutti diversi ogni giorno.
  • Verdura: idem come sopra. Ne esistono tantissime varietà, tutte sono miniere eccezionali di sali minerali e vitamine, quindi non deve mai mancare. Mangiatene tanta, cruda e minimo due porzioni al giorno. Alcune di loro, come quelle appartenenti alla famiglia dei cavoli, hanno proprietà anticancro. Tutte sono essenziali per mantenere sano l’intestino. Non esagerate con il consumo delle Solanacee (patate, pomodori, peperoni, melanzane), contengono dei principi attivi leggermente tossici. Mangiatele preferibilmente cotte (tranne i pomodori).
  • Frutta oleosa: per frutta oleosa (erroneamente chiamata frutta secca) si intendono le noci, cioè: noci, noci brasiliane, mandorle, pistacchi, nocciole, pinoli, anacardi eccetera. La frutta essiccata è invece tutta quella sottoposta a disidratazione (quindi i fichi e le albicocche secchi ad esempio), molto zuccherina e da mangiare con moderazione. La frutta oleosa è ricca di grassi buoni, come gli Omega 3, proteine e minerali importanti, tra cui il magnesio. Molto saziante, ottima come spezzafame e spuntino quotidiano. Da mangiare con moderazione. Evitate le arachidi (sono legumi non frutta) sono acidificanti. Prediligete le mandorle e le nocciole.
  • Semi e germogli: sono alimenti eccezionali, da assumere quotidianamente. Sono ricchi di energia vitale, per dirla con la Medicina Cinese, concentrati di benessere e salute. Sono ricchi di grassi buoni, proteine, minerali e vitamine. Prediligete quelli di zucca, girasole, lino, sesamo, papavero. Contengono olii, quindi vanno usati con moderazione. Ottimi nel muesli a colazione, deliziosi appena tostati in padella ed aggiunti alle insalate, alle verdure, alle minestre. Possono essere consumati in mille modi. I germogli sono ricchi di vitamine, enzimi ed oligoelementi. Possono essere facilmente coltivati in casa, così siamo sicuri della loro genuinità.
  • Legumi: a differenza di ciò che spesso si sente dire, i legumi vanno consumati con moderazione, perchè sono difficili da digerire, in quanto tra i pochi alimenti naturali costituiti da carboidrati insieme ad una buona quantità di proteine. Non devono comunque mancare, consumati sia insieme alla pasta che da soli o, ancora meglio, sotto forma di passato. Ricchi di proteine e di minerali importanti come ferro e calcio. Prediligete le lenticchie, i fagioli, i piselli e le fave. Per renderli più digeribili cucinateli con l’alloro e/o le alghe (kombu o wakame).
  • Alghe: alimento eccezionale ma ancora poco conosciuto e consumato dalle nostre parti. Kombu, wakame, spirulina (super-cibo), hiziki sono tutte buone e versatili in cucina. Sono ricchissime di vitamine (B1, B2 e C) e oligoelementi in alte quantità, come iodio, ferro e calcio. Contengono anche tanta vitamina B12. Vengono vendute in forma disidratata, possono essere consumate tal quale oppure reidratate e sminuzzate nelle verdure, nelle minestre e nelle insalate. Evitatele se soffrite di ipertiroidismo (e consultate sempre il medico).

Qui trovi alimenti sani e biologici.

noci

 

Questi sono i sette, fondamentali alimenti della salute.

A questi si possono aggiungere, se non siete vegetariani o vegani:

  • uova, meglio se biologiche
  • formaggi freschi
  • yogurt naturale biologico senza aggiunta di zuccheri
  • carni bianche magre
  • pesce grasso (ogni tanto salmone e merluzzo).

Per quanto riguarda il latte, si tratta di un alimento controverso.

Il mio consiglio è di prediligere il latte vegetale (soia, mandorle e riso in primis).

I grassi: praticamente è consigliabile solo l’olio extravergine di oliva spremuto a freddo.

cibo olioPur essendo di buona qualità, è pur sempre un alimento raffinato da consumare con moderazione.

Meglio prediligere grassi naturali, come quelli contenuti nella frutta oleosa, nell’avocado, nel pesce eccetera.

alimenti sani

Le carni rosse, soprattutto sotto forma di salumi, possono essere tranquillamente evitate, portano più danni che benefici.

Il sale va consumato con moderazione e solo quello integrale o rosa, le spezie e le erbe da cucina possono essere usate a volontà, ma alcune sono irritanti.

Lo zucchero, ovviamente, andrebbe eliminato del tutto: occasionalmente si può usare quello integrale (quello marrone scuro, non dorato e dev’essere biologico). Meglio usare il miele o altri dolcificanti.

Esistono, poi, tanti altri alimenti particolari e i cosiddetti super-cibi di cui parlerò in post specifici.

Qui trovi alimenti sani e biologici.

Per il momento è tutto.

Quali alimenti tra quelli elencati consumate già o vorreste consumare?

Alla prossima! 🙂