Il mio blog sulla biocosmesi

Perché ho creato un blog sulla ecobio cosmesi?

Ho una passione per questa materia ed ho letto tantissimo, quasi fino alla nausea.

La mia era, ed è tuttora, anche una sorta di necessità.

Necessità, perché?

Perché quando ho iniziato a riservare qualche attenzione in più al mio corpo, non mi sono accontentata di entrare in un negozio e fare acquisti a casaccio.

Tutto è partito dall’insoddisfazione per i cosmetici che usavo abitualmente e dal desiderio di trovarne di migliori. Che fossero più efficaci. Molte cose nascono da un sentimento di insoddisfazione, vero?

Il mio interesse, quindi, è nato proprio da questo, da un desiderio di efficacia.

biocosmesi donna con fiore

Come mi sono avvicinata alla cosmetica biologica

Così ho iniziato ad approfondire l’argomento, a leggere articoli, soprattutto in rete.

L’argomento mi interessava molto e volevo sapere tutto quel che potevo e che era alla mia portata, naturalmente. E più sapevo, più avevo la sensazione di non accontentarmi.

E ne ho scoperte di cose. Sempre sorprendenti, a volte raccapriccianti. Ho scoperto perché molti prodotti non funzionavano, che cosa mancava o cosa c’era di troppo.

Ho capito che ‘prezzo alto’ non vuol dire sempre ‘alta qualità’.

Ho imparato anche che non sempre ‘naturale’ corrisponde a ‘buono’ e ‘sano’.

Ho capito che abbiamo bisogno di molte meno cose di quel che possiamo immaginare.

Contemporaneamente, ho iniziato ad acquistare i primi prodotti provenienti dall’agricoltura biologica.

Ho confermato, ho abbandonato, ho ripreso. Insomma ho sperimentato.

Documentarmi mi serviva per capire, valutare, scegliere.

Fino a quando ho trovato “la pace” con i miei ‘must‘ e credo che non li abbandonerò più.

Sperimento ancora, perché non si finisce mai di migliorare.

Il fatto che io abbia, nel corso degli anni, complessivamente speso tanto non significa che sia una spendacciona.

I soldi spesi per provare nuovi prodotti mi sono serviti per capire di cosa avessi realmente bisogno e cosa fosse più adatto alle mie esigenze specifiche.

Spendere molto nella fase di ricerca mi ha permesso di spendere molto poco adesso, puntando alla qualità, (in rapporto ad un buon prezzo) e a ciò che mi serve davvero.

Acquisire una mentalità ecologica significa anche questo.

Non significa utilizzare la crema viso della marca di eco-bio cosmesi perché va di moda in un dato momento e poi fare shopping compulsivo (ed inquinante), puntare solo alla griffe, essere superficiali nei giudizi.

Per me essere eco-bio significa essere una persona semplice, capire quali siano le cose importanti e davvero necessarie, senza cadere nelle facili trappole del consumismo.

Significa scremare, scremare, scremare…fino a raggiungere l’essenziale.

E, in un momento di crisi economica come questo che stiamo vivendo (e, lasciatemelo dire senza sembrare retorica, di crisi valoriale ed esistenziale) è fondamentale capire quali siano le vere necessità ed imparare a razionalizzare i propri bisogni ed i propri acquisti.

C’è tutto da guadagnare, non solo in senso economico.

Qui puoi acquistare cosmetici naturali e biologici.

cosmetici biologici

Allora, perchè aprire un blog sulla biocosmesi?

La risposta è semplice ma importante: penso che tra le naturali propensioni dell’essere umano ci sia quella di trasmettere agli altri ciò che ha imparato.

E di restituire ciò che ha avuto. Ed io non credo di fare eccezione.

Dopo aver appreso un po’ di nozioni ed accumulato un po’ di esperienza, ho sentito la necessità di informare gli altri. I conoscenti, i parenti, gli amici.

Li ho informati del percorso che stavo facendo.

Ed è stato poi spontaneo, da parte loro, provare curiosità e volerne sapere di più.

Da qui è scaturita l’idea di “strutturare” queste informazioni e metterle a disposizione della rete, affinché tutti potessero leggerle, come ho fatto io e continuo a fare.

Prima di chiudere il mio primo post, voglio dire un’ultima cosa.

Io uso pochi cosmetici.

Non mi piace nemmeno affidarmi a brand lussuosi, non per partito preso, ma perché ritengo che, nella maggior parte dei casi, non valgano i soldi che costano.

Ho fatto una scelta: valuto un prodotto per ciò che contiene, per la sua qualità e per la sua efficacia d’uso. Valuto il contenuto, non il contenitore. Per questo non mi interessa il brand.

Ciò non significa che mi affidi a prodotti di scarsa qualità o necessariamente low cost.

Io credo che si possa trovare una qualità soddisfacente in prodotti di bassa, media ed alta fascia. Bisogna sapere cercare e valutare. Nella maggior parte dei casi non dobbiamo spendere troppo.

Cosa uso?

Questo lo rivelerò strada facendo, man mano che recensirò i prodotti, sia quelli che ho usato in passato e non uso più, sia quelli che uso regolarmente, sia quelli che uso saltuariamente.

Qui puoi acquistare cosmetici naturali e biologici.

Che cosa pensate voi della biocosmesi?

Per il momento vi saluto, alla prossima!