I capelli grassi rappresentano una condizione piuttosto diffusa, specie nell’età adolescenziale, ma anche più in là negli anni.

E’ un sintomo da non sottovalutare, anche per scongiurare il pericolo di perdere i capelli.

Il sebo prodotto dalle ghiandole ha la funzione di mantenere lubrificato il manto lipidico e rendere i capelli morbidi e luminosi.

Ma quando viene prodotta in eccesso la secrezione sebacea può ostruire il bulbo capillifero causando la sua asfissia e persino la caduta dei capelli.

Un’altra conseguenza sono, appunto i capelli grassi, dal tipico aspetto pesante, unto ed appiccicoso.

Caratteristiche dei capelli grassi

  • Capelli unti, piatti, opachi
  • Si sporcano dopo 1- 2 giorni dal lavaggio
  • Non tengono la piega
  • Emanano a volte cattivo odore
  • Spesso è presente la forfora.

Sono obiettivamente una “croce” per chi ne soffre: la chioma appare sempre unta sporca, appiattita dall’eccesso di sebo, opaca.

I capelli, dopo il lavaggi, durano puliti per due giorni o addirittura uno.

E’ ovvio che questa condizione, a lungo andare, provochi insicurezza e frustrazione, perchè ogni rimedio sembra vano.

I capelli grassi sono difficili da trattare, in quanto spesso le cause sono molteplici e complesse.

Da leggere: rimedi naturali per la forfora

Cause dei capelli grassi

Le cause principali dei capelli grassi sono:

  • Cause ormonali

I capelli grassi, come la pelle grassa ed impura, hanno origine dalla eccessiva produzione di sebo del cuoio capelluto.

Si tratta di un vero e proprio super-lavoro delle ghiandole sebacee, dovuto al periodo di “assestamento ormonale”.

Soprattutto nell’età adolescenziale, infatti, la spinta ormonale essa è molto forte ed è la causa principale di questo disturbo.

I capelli grassi, spesso, sono causati da un eccesso di testosterone (diidrotestosterone).

  • Cause alimentari

Dato che la pelle è uno dei nostri organi emuntori (come reni, fegato, intestino) e come tale ha il compito di espellere fuori dal corpo le tossine che immettiamo con la respirazione, l’alimentazione, l’idratazione.

Un eccesso di sebo sul cuoio capelluto, allora, può essere letto come una difficoltà per l’organismo di liberarsi dalle sostanze tossiche.

In poche parole, il corpo potrebbe essere intossicato, in modo particolare il fegato e l’intestino.

Una cattiva digestione e una costipazione ostinata sono altri segnali di intossicazione del corpo.

  • Cause ambientali

L’inquinamento atmosferico, il fumo (anche passivo) possono causare danni pesanti e di cui siamo poco consapevoli. Tra questi anche i capelli grassi possono essere la conseguenza di un ambiente di vita e/o di lavoro insano.

  • Cause cosmetiche e comportamentali

L’utilizzo di shampoo ed altri prodotti per l’igiene e lo styling non adeguati al proprio tipo di capello, oppure di scarsa qualità, eccessivamente sintetico e formulato con ingredienti occlusivi come siliconi e petrolati, possono causare i capelli grassi e la forfora.

Da non sottovalutare lo stress emotivo.

ragazza con capelli grassi

Capelli grassi: cosa fare?

Cosa fare, quindi, per rimediare al problema dei capelli grassi?

Innanzitutto, è una buona idea modificare il proprio stile alimentare e di vita in generale.

Apportare delle modifiche immediate alla propria alimentazione è la prima cosa da fare.

Eliminare o ridurre drasticamente quei cibi che affaticano l’organismo: fritti, grassi animali, zuccheri semplici e raffinati, cibo spazzatura in generale.

Aumentare, di contro, il consumo di cibi sani e nutrienti, come cereali integralilegumifrutta e verdura fresche.

Dare ampio spazio a questi cibi: aglio, cipolla, verza, cavolo e cavolfiore.

Non bisogna farlo solo per i capelli: ne beneficerà tutto l’organismo e la sensazione di benessere sarà incredibile.

E’ importante aiutare i reni ad espellere le tossine: bere da 6 a 8 bicchieri di acqua al giorno fuori pasto è fondamentale!

La maggiore idratazione aiuterà anche l’intestino ad essere più regolare.

Questo non va fatto per una settimana o due.

E nemmeno per un mese.

Va fatto per tutta la vita.

Da leggere: rimedi naturali per capelli grassi

Come lavare i capelli grassi

I capelli grassi vanno lavati con shampoo delicati, formulati con ingredienti dalle proprietà purificanti e sebo-normalizzanti, possibilmente naturali ed ecobio.

Segui queste regole:

  • Usa acqua tiepida per lavare i capelli
  • Utilizza shampoo specifici per capelli grassi
  • Non massaggiare il cuoio capelluto troppo a lungo e con forza
  • Esegui un massaggio veloce e delicato
  • Fai due passaggi di shampoo
  • Esegui il secondo passaggio con lo shampoo diluito in acqua
  • Sciacqua molto accuratamente i capelli
  • Evita balsami o maschere nutrienti
  • Scegli condizionanti per capelli grassi
  • Esegui l’ultimo risciacquo con aceto di mele
  • Attenzione al phon: dev’essere tiepido e non troppo vicino alla testa.

Da leggere: shampoo ecobio

Ogni quanto lavare i capelli grassi?

Questa è una domanda che chi ha i capelli grassi si pone spesso.

Le risposte sono spesso contraddittorie: c’è chi dice di detergerli spesso, chi il meno frequentemente possibile, per evitare il cosiddetto “effetto rebound”.

In realtà entrambe le risposte sono sbagliate.

La questione, infatti, è piuttosto soggettiva: bisogna lavare i capelli grassi quando se ne sente l’esigenza.

Quindi, sì al lavaggio quotidiano se si sporcano immediatamente, sì ad un lavaggio più sporadico se resistono più a lungo.

In generale, comunque, è buona abitudine lavare i capelli grassi almeno 2-3 volte alla settimana, per non peggiorare la situazione.

L’accumulo di sebo provoca l’ostruzione dei bulbi piliferi.

Lettura consigliata:

Soffri di capelli grassi?

Come li curi, quali sono le tue strategie per tenere sotto controllo l’eccessiva produzione di sebo?

Commenta e condividi, grazie!