Poche e semplici regole per prendersi cura dei capelli lunghi

C’è un’altra ragione per cui è preferibile (oltre che bello) portare i capelli lunghi.

La prima l’ho spiegata qui.

La seconda ho impiegato anni per capirla.

I capelli lunghi, anche molto lunghi, sono più facili da gestire rispetto a quelli corti e/o tagliati alla moda.

Sembra un concetto lontano dal buonsenso. Invece non è così.capelli lunghi come curarli

Perchè i capelli lunghi sono belli ed anche comodi

I capelli lunghi spaventano perché danno l’impressione di aver bisogno di tantissime cure e di non essere facili da acconciare e pettinare.

In realtà, bastano pochi semplici gesti per preservare la bellezza e la salute della chioma lunga/extralunga.

Il segreto (come in quasi tutte le cose della vita) è la costanza.

Molto più impegnativa, invece, è la gestione di un taglio corto, sfilato, molto scalato.

Insomma un taglio particolare e modaiolo è bello appena realizzato dal parrucchiere.

Dopo il primo lavaggio, ci si ritrova letteralmente con le mani nei capelli perché non si sa come metterli in piega, senza sembrare usciti da una centrifuga.

Se non si è pratici di spazzola e phon, il risultato è, nel migliore dei casi, mediocre.

Io porto la frangia (piena e dritta e abbastanza lunga) e trovo difficoltà nel gestirla.

Edit: ho tolto anche la frangia, via libera ai capelli lungi anche davanti! 😀

Eppure si tratta di una semplice frangetta. Ma devo lavorarla molto per non farla sparare da tutte le parti, evitare che si divida al centro o in ciocchette, non farle prendere le direzioni che i vortici della mia testa tendono a darle.

Quello che si vede in tv e sulle riviste di moda è l’attimo di perfezione catturato e poi confezionato a dovere.

Facile immaginare il lavoro da fare per mantenere un taglio di capelli ‘particolare’.

Non sarà mai abbastanza gonfio, vaporoso, dinamico, preciso e performante come appena fatto dal parrucchiere.

Appena dopo il primo shampoo, si sgonfierà come un palloncino e quello che resterà in testa è solo un ammasso di capelli tagliuzzati e senza senso.

Persino un taglio schematico come il carrè è difficile da tenere in piega e, se lasciato asciugare al naturale, perde tutto il suo fascino e diventa sciatto.

I capelli lunghi, invece, raramente riservano brutte sorprese.

Se sono pari o solo leggermente scalati se ne staranno quasi sempre buoni al loro posto. Possono essere lasciati asciugare all’aria senza particolari accorgimenti per la messa in piega. Oppure si può optare per le trecce se si amano le onde.

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Amo i miei capelli (qui)

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Sette riti di bellezza giapponese (qui)

capelli lunghi come curarli

Ci si può sbizzarrire con le più disparate pettinature oppure lasciarli sempre sciolti. Come si desidera.

Sostanzialmente basta pettinarli e nutrirli ed il gioco è fatto.

Se sono sporchi e non si ha tempo per lavarli, una coda o una treccia salverà capra e cavoli.

Far crescere i capelli lunghi e poi mantenerli belli e sani è abbastanza semplice.

Ci sono però delle regole e bisogna decidere di rispettarle.

Come farsi crescere i capelli

  • Innanzitutto bisogna volerlo veramente. Iniziare e poi cedere al taglio corto o alla moda non ha senso. Decidere definitivamente quale sia la strada da seguire è la prima cosa da fare.
  • Se sono rovinati è meglio tagliarli. Una pareggiatura o una lieve scalatura (fatta bene!) possono aiutare. Inutile tentare di nasconderli o ripararli.
  • Sperimentare maschere ed impacchi è un buon modo per imparare a conoscere la propria chioma e sapere di cosa ha bisogno. I capelli, come la pelle, hanno le loro specifiche esigenze e sono diversi da persona a persona.
  • Un impacco curativo con l’olio preferito un paio di volte al mese è sufficiente. Con il tempo si può iniziare a sperimentare con il burro di karitè, il gel d’aloe e la fito-cheratina).
  • Armarsi di shampoo delicato e balsamo/maschera. Meglio evitare di scegliere prodotti a caso. Serve uno shampo con inci accettabile ed un balsamo (oppure la maschera se i capelli sono secchi, crespi, ricci) ad ogni lavaggio.
  • Evitare tinture chimiche, permanente, stirature definitive, piastra ed arricciacapelli e qualsiasi altro trattamento che aggredisca il capello. Sono i principali nemici delle chiome. Anche il phon, se abusato, disidrata il capello esponendolo alle doppie punte.
  • Proteggere i capelli dal sole con filtri solari. Quindi sì ai cappelli quando si è al mare. Gli olii sono meravigliosi in questi casi. Quelli con protezione solare più alta sono l’olio di germe di grano, il burro di karitè e l’olio di cocco. Impediscono anche la disidratazione del capello.
  • Preferire le tinte naturali, che poi significa una sola cosa: hennè.
  • Proteggerli dal calore del phon (da usare solo in inverno) con un termoprotettore.

La mia esperienza con i capelli

Io ho i capelli lisci di natura, lunghi fino al reggiseno.

Alcuni mesi fa ho ceduto alla permanente per la prima volta nella mia vita. Non ne ho fatto una tragedia perché avevo voglia di sperimentare. E mi è servito per vedere con i miei occhi quanto i miei capelli siano diventati secchi e crespi (perché appunto rovinati). Qualsiasi impacco/trattamento non è sufficiente a restituirgli la lucentezza di prima.

Capelli privi di lucentezza significa capelli brutti.

Anche il viso sarà privo di lucentezza. E non è poco.

Come la tintura, la permanente crea dipendenza, perché bisogna rifarla ogni tot mesi, altrimenti ci si ritrova con la chioma metà liscia e metà riccia (oppure, nel caso della tinta, con la ricrescita…).

Tutti i trattamenti invasivi (tinture, permanenti, stirature, tagli particolari) creano ‘dipendenza’ da sostanze e dal parrucchiere. E sono un onere economico non da poco.

I capelli lunghi e lasciati liberi di esprimere la loro natura (lisci o ricci, biondi, bruni, rossi eccetera) regalano libertà ed in un certo senso pace interiore. Vanno solo curati e non stravolti.

E non è vero che bisogna essere giovani per portarli. Io li trovo deliziosi anche ad una ‘certa età’. 🙂

capelli lunghi come curarli

Che ne pensate di questa guida? Avete altri suggerimenti? Come vi prendete cura dei capelli lunghi?

Commentate e condividete!

Alla prossima! 😉