Biocosmesi…e non solo

Il fascino intramontabile dei capelli lunghi

I capelli lunghi sono i più belli. Basta prendersene cura!

In questo articolo non sarò obiettiva, perché sono sfacciatamente di parte.

Da parecchi anni adoro i capelli lunghi, anzi lunghissimi, e dedico una parte del mio tempo alla loro cura ed alla ricerca continua di consigli e prodotti per mantenerli sani e belli.capelli lunghi cura

In parte devo questa passione a Capelli di Fata.

Ma il vero amore viene da lontano, da quando ero piccola.

Ho portato nella mia vita i capelli corti, anche molto corti. Proprio durante questo periodo ho capito che i tagli corti, sono penalizzanti, nonché molto, ma molto più faticosi e dispendiosi da mantenere e curare.

Penalizzanti. I capelli corti, fateci caso, sacrificano quasi ogni tipo di volto, anche il più piccolo e magro. Oserei dire che sacrificano la persona stessa. Tagliarsi i capelli corti è un atto di autolesionismo. E’ una piccola violenza contro se stessi, un atto di disamore, un modo per ‘ferirsi’, punirsi, limitarsi.

Fateci caso: i bambini piangono quando gli vengono tagliati i capelli.

Le donne che prendono i voti sacrificano i capelli per donarsi a dio. Sacrificano in un certo senso la loro vita (cioè la loro vita sessuale).

Ai detenuti si accorciano i capelli.

Ancora oggi, fatti di cronaca raccontano che tra gli atti di violenza più ricorrenti (insieme ad altri) nei confronti delle donne vi è il taglio dei capelli.

I capelli lunghi, da sempre, in qualsiasi tempo ed in qualsiasi contesto culturale, sono il simbolo della bellezza, della giovinezza, della vigorìa fisica e sessuale.

Non a caso, i capelli si indeboliscono e cadono quando il fisico invecchia.

Ma, ancora, i capelli lunghi sono sinonimo di saggezza e autorevolezza in alcune culture. Chi ha i capelli molto lunghi ha vissuto tanto e può dare giusti consigli.

Al di là del loro significato simbolico, i capelli lunghi sono semplicemente belli.capelli lunghi cura

Sono belli perché esprimono vita e vitalità. Si muovono. Sono materia morta, ma sono vivi.

Se sono curati, risplendono di luce propria, sono morbidi da accarezzare, belli da guardare, profumati da annusare. Soddisfano tutti i sensi.

Sono democratici: chi non è bello può sempre vantare una bella chioma.

A me danno anche un senso di protezione, come fossero una coperta di Linus. E sono sicura di non essere la sola.

I capelli corti mi rendono un po’ triste.

Fanno tanto “pulcini indifesi”, privi di piume.

Un animale privo di pelo è neonato o è malato.

Chi non può permettersi i capelli lunghi (per motivi personali o per una malattia) non si offenda per quello che scrivo. Lo faccio perché sono innamorata dei capelli lunghi e vorrei che tutti li portassero. Ma mi rendo conto che non è sempre possibile.

In molti casi, invece, le persone preferiscono i tagli alla moda, le scalature improbabili (e spesso fatte male), i tagli cosiddetti ‘sbarazzini’, per motivi assolutamente irrazionali.

Tra le ragioni principali c’è il “non mi stanno bene i capelli lunghi’.

Anch’io prima pensavo così. Ho il viso abbastanza lungo e magro ed ero convinta che il caschetto fosse l’unico taglio adatto a me.

Complici gli hair stylist, la pubblicità, i consigli sbagliati. La scarsa autostima.

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Amo i miei capelli (qui)

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Sette riti di bellezza giapponese (qui)

I capelli non c’entrano nulla con la bellezza del viso.

Non cadete anche voi in questo tranello! Lo hanno inventato gli hair stylist per fare soldi! La pubblicità ci marcia sui prodotti da vendere per mantenere il capello corto, sfilato, scalato, colorato, permanentato.

Un viso non sarà più bello o più brutto a seconda del taglio dei capelli. Se si è brutti, si resta tali, anche con i capelli corti e/o alla moda e/o con un taglio ‘adatto’. Se si è belli, idem.

Anni ed anni trascorsi a tormentarmi, alla ricerca del taglio adatto a me! (bè non è l’unica cosa che abbia fatto nella vita, eh).

Fino a quando ho scoperto (dopo aver buttato soldi, energie ed aver sacrificato i capelli) che in un certo senso ‘il taglio giusto’ non esiste.

Esistono i capelli belli e quelli brutti. Punto.

Cioè i capelli maltrattati, non curati, tagliati male e quelli lunghi, lucenti, curati.

Tutto il resto è più o meno pubblicità.capelli lunghi cura

Basta solo notare una cosa: perché i media da un parte dicono quanto è bello portare i capelli tagliati ed acconciati alla moda (di solito medio/corto scalato, sfilato, colorato) e dall’altra nelle pubblicità fanno vedere quasi solo persone con capelli lunghi/ssimi e pari, di un colore naturale?

Perché? Perché quelli sono gli unici, veri capelli belli.

O meglio: sono i capelli così come previsto dalla natura, con le loro differenze da persona a persona. Ma non sono snaturati, bensì valorizzati, che è molto diverso.

Poi ognuno è libero di imbruttirli a piacimento, ci mancherebbe. Basta saperlo.

Un altro motivo frequente di taglio irrazionale di capelli è la moda.

Mi soffermerò poco su questo punto, perché ho già scritto di quanto tenga conto delle mode. Poco o niente. Non più dello stretto necessario per non sembrare piovuta qui da un’altra epoca.

La moda a volte impone orribili cliché che peggiorano le persone invece di migliorarle.

Non ho intenzione di fare la morale e dire se sia giusto o meno seguire le mode. Dietro questo fenomeno ci sono motivazioni abbastanza complesse, di tipo sia psicologico che sociologico.

Non siamo avulsi dal contesto sociale in cui viviamo e non siamo immuni da contaminazioni. La stessa idea di bello si fonda su ciò che abbiamo appreso ed assimilato da quando siamo nati e dai modelli che l’uomo ha concettualizzato sin dagli albori dell’umanità.

A tal proposito dirò solo che le mode sono un fenomeno, di solito, passeggero. ‘Sacrificare’ una parte di sé in nome di un ‘trend’ che viene dall’esterno, anche se ci teniamo molto, non sempre vale la pena. Specialmente se si tratta di cambiamenti radicali, come i tatuaggi (che, tra l’altro, non sono del tutto innocui).

I capelli ricrescono, è vero.capelli lunghi cura

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Amo i miei capelli (qui)

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Sette riti di bellezza giapponese (qui)

Ma la domanda da porsi è: cosa voglio ottenere seguendo questa moda? Da chi provengono questi messaggi? Li condivido realmente oppure li sto subendo in modo acritico?

Nel caso dei capelli: voglio provare il nuovo taglio/colore di capelli perché dicono che renderebbe migliore il mio aspetto. Sono d’accordo oppure accetto passivamente questo messaggio? E’ un messaggio razionale oppure irrazionale?

Adesso ditemi la vostra! Portate i capelli lunghi o corti? Quali preferite e quali credete vi donino di più?

Condividete!

Alla prossima.

4 pensieri su “Il fascino intramontabile dei capelli lunghi

    1. pauline Autore dell'articolo

      Ciao! 🙂
      Ho visto solo ora il tuo commento, akismet me lo ha inserito nello spam.
      Come mai li hai sfibrati?
      Sono sottili di natura oppure sono stressati?
      Se ne hai pochi e fini puoi portarli anche sulle spalle, l’importante è curarli e soprattutto proteggerli dalle aggressioni esterne, perché sono delicati.
      Un capello non lunghissimo ma sano e curato è sicuramente più bello di uno lungo ma trascurato.
      Un taglio pari ridarà corpo ai capelli e li farà sembrare meno sottili.

    1. pauline Autore dell'articolo

      Sì, confermo quello che ho scritto.
      In che modo un taglio di capelli può modificare la struttura e la simmetria del volto?
      E’ solo un’illusione che spesso porta a deturpare la chioma, sacrificata a tagli improbabili e improponibili che le tolgono spessore, volume e naturalezza…(come se fossero dei difetti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *