Biocosmesi…e non solo

Capillari fragili: tutto quello che devi sapere per curarli

Capillari fragili: un disagio che affligge molte persone!

I capillari fragili spesso accompagnano una pelle problematica.

Ma si può intervenire per migliorarla con rimedi semplici e naturali!

I capillari fragili di solito sono presenti su una cute sensibile e sottile, di solito secca, a volte mista. Difficile trovarli su una pelle scura, spessa e grassa, (costituzionalmente più resistente).

Puntualmente si riscontra su incarnati chiari, anche solo per il fatto che è difficile notarli su quelli scuri. Non è vero, invece, che ne soffrono maggiormente le persone con i capelli chiari, perché anche chi ha i capelli scuri può avere la pelle chiara e delicata.
capillari fragili

Vuoi avere una bella pelle?

Scopri la guida!

I capillari fragili si presentano con venuzze rossastre intorno al naso e sulle guance, ma anche sul corpo, in modo particolare sulle gambe.

I sintomi tipici sono, oltre al rossore più o meno permanente, che diventa più intenso in alcune situazioni (freddo intenso, sbalzi di temperatura, emozioni forti..), prurito e a volte bruciore.

Come risolvere?

Inizia scegliendo i cosmetici giusti per i capillari fragili:

1)Fitocose – Ruscogel – Fluido al Rusco: è un siero specifico per pelli arrossate e con couperose, ha poca quota grassa e risulta leggero, ideale anche per la stagione estiva. Oltre al Rusco, ha anche Ippocastano, Hamamelis, Escina, fosfolipidi ed acido ialuronico. Un ottimo prodotto, dovrebbe avere un effetto schiarente sui capillari fragili e arrossati.

Scopri di più⇒ qui

2) Acqua floreale alla Lavanda di Tea Natura: specifica per pelle sensibile, arrossata, con couperose. Si può vaporizzare direttamente sul viso oppure aggiungere ad oli e creme. Ottimo anche l’idrolato di Cipresso (⇒qui).

Scopri di più⇒ qui

3)Olio detergente alla Calendula di Fitocose: studiato appositamente per pulire con la massima delicatezza le pelli secche, sensibili, con couperose. Formulato con tensioattivi delicatissimi, calendula, lavanda ed estratto di carota.

Scopri di più⇒ qui

4)Sprig Vit di Monelli Ezio: si tratta di un integratore multivitaminico a base di vitamine A,C,E, zinco e con estratti di ippocastano, mirtillo e vite rossa. Proprio le sostanze adatte a contrastare i disturbi della microcircolazione, di cui capillari fragili e couperose sono la conseguenza più evidente.

Scopri di più⇒ qui

5)Fitocose – Crema all’Ippocastano: a base di Ippocastano e Rusco, sostanze strategiche per pelli sensibili, sottili e con couperose. Contiene anche burro di Karitè, estratto di Hamamelis, Escina, fosfolipidi. Può essere un buon trattamento serale per pelli con questo tipo di problematiche.

Scopri di più⇒ qui

LETTURA CONSIGLIATA: Sette riti di bellezza giapponese (qui)

Capillari fragili: scopri le cause!

La fragilità capillare è una condizione costituzionale. Si eredita dai genitori. Se ci sono le circostanze favorevoli (un lavoro particolare, una situazione di sofferenza emotiva ecc.) si aggrava, fino a diventare cronica.

In alcuni casi sfocia in couperose o addirittura in rosacea (con o senza acne).

Purtroppo con l’età, la situazione tende a peggiorare.

Una volta assodato questo, diventa più difficile parlare di ‘rimedi’ per la pelle sensibile con capillari fragili.

E’ come parlare di rimedi per la ‘pelle chiara’ o per gli ‘occhi castani’. Non ha senso.

Quindi il primo passo da fare, se si vuole lenire questa condizione di sofferenza della pelle, è accettarla come parte di sé, da curare e salvaguardare con particolare attenzione e delicatezza.

Accettare di soffrire di capillari fragili, quindi, fa diminuire sensibilmente lo stress provocato dall’esistenza della condizione stessa: di conseguenza, la pelle migliora, perché diminuisce lo stress.

⇒Scopri le cause psicosomatiche della couperose (qui)

Capillari fragili: cura i sintomi!

Nonostante non esistano rimedi definitivi per questa condizione, ci sono delle accortezze da usare per migliorarla un po’ e soprattutto per prevenirne il peggioramento, nei limiti del possibile.

Anzi, è meglio intervenire subito, alle prime avvisaglie, in modo da impedire o rallentare una degenerazione del problema che spesso provoca un invecchiamento precoce della pelle.
capillari fragili

Seguire un’alimentazione calibrata sui bisogni di una pelle con capillari fragili si può e porta molto giovamento.

I disordini circolatori spesso sono dovuti ad una cattiva alimentazione.

Evitare cibi troppo caldi, zuccheri e grassi animali, il sale.

Seguire un regime alimentare ricco di fibre, legumi, verdura e frutta.

Privilegiare alimenti che aumentano l’integrità delle pareti venose:  mirtilli, ciliegie, more (ricche di bioflavonoidi); albicocche, melone, zucca, carote (contengono vitamina A) agrumi, fragole, ribes (vitamina C); cereali integrali e lievito di birra (vitamine B); semi, avena, grano, mandorle, nocciole (ricchi di zinco).

Anche in questo caso, le maschere casalinghe fatte con yogurt bianco naturale sono un ottimo aiuto.

Ottimi i decotti di calendula: una volta raffreddati, si possono fare degli impacchi sulla pelle.

Tra i rimedi naturali: Cupressus Sempervirens (⇒qui); Estratto di Bacche di Mirtillo (⇒qui)Vitamina C con Bioflavonoidi (⇒qui).

Se i capillari sono già visibili in superficie, ovviamente si giunti ad un punto di non ritorno. Nel senso che in questi casi soltanto il dermatologo può intervenire, utilizzando il laser per eliminarli.

Se, invece, di ha ‘solo’ una pelle sensibile oppure si hanno anche capillari e si vuole cercare di non peggiorare la situazione, è bene tenere presenti tre concetti: moderazione, delicatezza e protezione.

Regole comportamentali per i capillari fragili

1) La pelle sensibile soffre molto le temperature esterne ‘estreme’. Questo non vuol dire che non si deve più uscire di casa, ma è una buona idea proteggere il viso dal sole (il nemico numero 1 della pelle sensibile) e dal freddo eccessivo. Quando si passa da un ambiente caldo ad uno freddo, e viceversa, proteggere il viso con una sciarpa.

2) Moderazione nell’uso di alcol e cibi piccanti: fate una prova e bevete alcol durante una cena al ristorante messicano. Se diventate paonazzi vuol dire che forse siete predisposti a questo genere di disturbo. Siate contenti di dover fare questi sacrifici: giovano alla salute in generale.

3) Relax! E’ molto importante imparare a controllare le emozioni ed a rilassarsi. E’ più facile a dirsi che a farsi, ma con il tempo si impara. Una buona idea? Fare yoga!

4) Uno sport che ‘scarica’ aiuta molto a gestire lo stress. Inoltre riattiva la circolazione che, indirettamente, influisce positivamente sulla pelle sensibile ed i capillari fragili.

5) Evitare di toccarsi continuamente, specialmente in viso. Schiacciare i brufoli? Nemmeno per sogno.

capillari fragili

Regole cosmetiche per i capillari fragili

1)Mai utilizzare acqua fredda o calda per lavare il viso, sempre tiepida. Questo vale per tutte le pelli, ma in particolare per quelle delicate con fragilità capillare.

2) Utilizzare prodotti specifici per la pelle sensibile. Ne esistono a bizzeffe in giro, ma è bene controllare gli inci. Accertarsi che contengano attivi lenitivi, schiarenti e vasoprotettori (liquirizia, escina, aloe, hamamelis, rusco, ippocastano, mirtillo, camomilla, malva, bisabololo, centella, avena…) e con un grado di emollienza adeguato per il proprio tipo di pelle: se è secca sì alle creme corpose (ma non troppo) se è mista o grassa ci vogliono formulazioni molto più leggere. Ottima questa crema per pelle sensibile che uso con soddisfazione. In ogni caso è bene cercare quelle a base di burro di karitè, ottimo anche per la circolazione. Altri grassi utili per la pelle sensibile con fragilità capillare sono l’olio di rosa mosqueta e l’olio di borraggine (quest’ultimo is the best).

3) Anche la routine di pulizia deve essere delicata: sì a detergenti e/o saponi specifici. Non lasciare alcun prodotto sulla pelle, risciacquare sempre tutto. No allo scrub frequente. Sceglierne uno in gel molto delicato o a base di avena. Meglio fare una maschera all’argilla bianca con acqua di camomilla per la pulizia ed una specifica lenitiva e schiarente. Cautela nell’uso degli acidi. L’alcol nei cosmetici non è da evitare in assoluto, va considerata la formulazione nel suo complesso. In ogni caso, se la pelle reagisce male, meglio abbandonarla.

4) Attenzione a tutto ciò che ‘soffoca’  e/o sovraccarica la pelle: siliconi, petrolati, olii vegetali pesanti, fondotinta troppo pesanti, make up troppo elaborato, creme grasse e corpose, oli pesanti sulla pelle asciutta sono deleteri per le pelli sensibili con capillari fragili. Meglio evitare. Preferire cosmetici eco-biologici e molto delicati, con inci semplici e possibilmente corti.

5) Meglio evitare anche i dispositivi elettrici, elettronici o manuali per la pulizia della pelle: spugnette scrubbanti, spazzoline e altre diavolerie più o meno costose. In generale tutto ciò che fa arrossare o congestionare la pelle è da evitare.

Vuoi avere una bella pelle?

Scopri la guida!

Se hai la pelle delicata e arrossata clicca qui

Se hai la pelle mista o grassa, clicca qui

Se hai rughe e/o macchie clicca qui

Soffrite di capillari fragili? Come li trattate?

Commentate e condividete!

Alla prossima!

2 pensieri su “Capillari fragili: tutto quello che devi sapere per curarli

  1. LaDamaBianca

    Io ho la pelle sensibile e ciò è più evidente proprio nelle aree che hai citato. Soffro molto gli sbalzi di temperatura, che non sempre posso evitare ovviamente. E non solo sul viso, oltretutto. Trovo giusti questi consigli anche se personalmente gli idrolati mi piace sentirli e non li risciacquo mai. Trovo che mi giovino, in particolare quello di fiori d’arancio.

    1. pauline Autore dell'articolo

      Ciao Dama! 🙂
      In effetti gli sbalzi di temperatura, insieme a quelli emotivi, mettono a dura prova la pelle sensibile :-/
      Oltre a proteggerla il più possibile e lenirla dopo, non si può fare molto.
      Per quanto riguarda l’idrolato, io preferisco usarlo quando non esco, lo metto di mattina e lo risciacquo di sera..invece se esco preferisco evitarlo, visto che ho già un po’ di roba in faccia 🙂
      A me piace quello alla camomilla <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *