Biocosmesi…e non solo

Ceramidi: l’idratante insostituibile

Le ceramidi: il cemento della pelle

Le ceramidi proteggono la cute e la aiutano a rinnovarsi, prevenendone l’invecchiamento.

Scopri quali ceramidi utilizzare per mantenere idratata la tua pelle!

Le ceramidi sono sostanze davvero preziose ed importanti per la salute e la bellezza della pelle 🙂

Si tratta di sostanze di natura lipidica grasso-cerosa già presenti nel nostro organismo, soprattutto nelle unghie, nei capelli, nel cervello ed ovviamente nell’epidermide, che è la parte più superficiale della pelle.

Le ceramidi (insieme al colesterolo) fungono da film protettivo per la pelle (fatto di acqua e grassi) e tengono legate insieme le cellule epidermiche più esterne, i corneociti.

In questo senso, le ceramidi possono essere definite come il “cemento” che contribuisce a mantenere la funzione “barriera” della pelle dagli attacchi esterni.ceramidi

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Perchè le ceramidi sono così importanti per la pelle?

Perchè, insieme al film idrolipidico, garantiscono il mantenimento del giusto contenuto di acqua nell’epidermide.

Infatti una delle loro funzioni più importanti e di ridurre al minimo l’evaporazione dell’umidità cutanea, conservando l’acqua sulla superficie dell’epidermide ed evitandone, dunque, la disidratazione.

Per questo motivo, le ceramidi, se sono certamente utili ed importanti per ogni tipo di pelle, lo sono in particolar modo per le pelli secche e sensibili e per quelle con rughe che più di altre tendono a perdere acqua ed a reagire negativamente agli insulti ambientali.ceramidi

Per questi tipi di pelle le ceramidi sono un ingrediente direi insostituibile, grazie alla loro alta affinità con la pelle, soprattutto se affiancati agli acidi grassi essenziali.

LETTURA CONSIGLIATA: Bellezza 100% Bio (qui)

LETTURA CONSIGLIATA: Sette riti di bellezza giapponese (qui)

Quindi, ad esempio, una buona crema per pelli secche potrebbe essere formulata con ceramidi con l’aggiunta di sostanze contenenti acidi grassi Omega 3 e 6, come l’olio di rosa mosqueta, di lino, di girasole, di borragine, di canapa, di enotera, di ribes.
Un esempio è la già citata crema alle Ceramidi di Fitocose, che ha un buon rapporto qualità/prezzo.
Scopri di più⇒qui
Ovviamente questi oli possono anche essere usati puri sulla pelle per il massaggio oppure, ancora meglio, assunti come alimenti (e dovrebbero esserlo se la pelle è secca e rugosa) per introdurre i preziosi acidi grassi polinsaturi.
L’olio di Canapa (qui) e l’olio di Enotera (qui) sono tra quelli più ricchi di acidi grassi Omega.
 Quindi, le funzioni più importanti delle ceramidi sono:
1)Mantenere integra la funzione “barriera” della pelle;
2)Prevenire la perdita di acqua e quindi impedire la disidratazione cutanea;
3)Mantenere ed aumentare la resistenza della pelle agli insulti (esterni ed interni);
4)Regolare l’equilibrio di rinnovamento dello strato corneo.
 Le ceramidi sono un ingrediente cosmetico piuttosto costoso.
Possono essere acquistate pure per risparmiare e farle durare di più.

 

Le ceramidi hanno un ottimo effetto cosmetico anche sui capelli (essendo una loro componente).

Sulle chiome hanno un effetto lisciante, protettivo e rinforzante, oltre che lucidante (come conseguenza).
 Esistono prodotti per capelli con azione ristrutturante formulati con ceramidi e fitocheratina (quest’ultima è decisamente più economica), come ad esempio l’Olio Ristrutturante e Riparatore Biokap di Bios Line.
Scopri di più⇒qui
La struttura chimica di ceramide più utilizzata in cosmesi è quella contrassegnata dal numero 3 (Ceramide 3), ma esistono anche cosmetici e preparati con altri tipi di ceramidi.ceramidi (1)
Attenzione al tipo di ceramidi che acquistate: verificate che si tratti di ceramidi vegetali, di origine biotecnologica e non animale.

Affidatevi sempre ad aziende biologiche certificate o comunque affidabili.

Avete esperienza con le ceramidi?
E’ tutto per oggi, alla prossima! 😉

2 pensieri su “Ceramidi: l’idratante insostituibile

  1. Sunrice

    Buondì Pau,
    ecco un altro bel principio attivo che farebbe al caso mio:le ceramidi!!
    Non ho ancora mai provato nulla che contenga questo ingrediente, ma le tue proposte mi sembrano valide ed accattivanti, sia la crema Fitocose, sia la materia prima di La Saponaria…..aggiungiamo tutto alla wish list, sperando di fare presto questa conoscenza!
    Articolo ben scritto ed utilissimo come sempre, grazie!
    Se non dovessimo beccarci prima, approfitto dell’occasione per augurarmi con te in vista dei prossimi giorni e prometto che cercherò di essere buona (o almeno l’intenzione è quella!) durante i lauti pranzi e scampagnate varie:-)))
    Bacetti festosi:-***

  2. pauline Autore dell'articolo

    Ciao Sunny!!
    Che bello sembra proprio arrivata la Primavera (almeno qui da me)! 😀

    Le ceramidi sono meravigliose, io per la mia pelle mista con zone secche molto secche e sensibili non mi faccio mai mancare periodicamente una crema viso a base di ceramidi, di solito quella di Fitocose 🙂
    E’ una crema buonissima, rende la pelle soda e non unge!
    Credo proprio che non debba fartele mancare, visto che hai la pelle tendenzialmente secca..

    Fammi sapere come ti sei trovata, ok?

    Ti auguro un sereno week end all’insegna del rinnovamento e del contatto con la Natura che rinasce!
    Respira respira tanto e profondamente…sai che l’aria ci nutre e ci fa sentire meno fame? 😉

    Bacionissimi a te, a presto :-***

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *