Biocosmesi…e non solo

Come fare la pulizia del viso: bastano solo 5 step!

Come fare la pulizia del viso: semplice e divertente!

Come fare la pulizia del viso in casa? Bastano pochi strumenti, qualche accorgimento ed un po’ di tempo libero: rendi bella la tua pelle a costo zero!

Se pensi che per fare una efficace pulizia del viso sia necessario sottoporsi a lunghe e costose sedute dall’estetista, ti sbagli di grosso! 😉

In questo articolo spiego come effettuare una profonda pulizia del viso in poche mosse ed a costo quasi zero.

Per avere una pelle bella, sana e giovane a lungo la pulizia quotidiana è fondamentale.

Struccarsi regolarmente, utilizzare detergenti delicati e dermoaffini, tonici naturali e cosmetici adatti al tuo tipo di pelle è altrettanto importante.come fare la pulizia del viso

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Tuttavia, non si può evitare, almeno 1 volta al mese, una pulizia del viso più profonda ed accurata.

L’obiettivo è quello di liberare i pori, permettendo alla pelle di “respirare” correttamente, rigenerarsi, assorbire i principi attivi dei cosmetici e restare luminosa e compatta.

Vediamo, step dopo step, come effettuare facilmente una pulizia del viso con i fiocchi!

Come fare la pulizia del viso in casa: gli strumenti giusti

Per fare la pulizia del viso occorrono:

1)Un posto libero e tranquillo, dove potersi rilassare (bagno oppure cameretta);

2)Asciugamani e un lavandino;

3)Acqua calda e fredda;

4)Un olio vegetale;

5)Guantino in spugna o microfibra (esfoliante o struccante);

6)Scrub e/o maschera purificante;

7)Tonico o idrolato;

8)Oli essenziali (facoltativo);

9)Crema idratante.

E’ tutto!come fare la pulizia del viso

Come fare la pulizia del viso in casa: il procedimento

Adesso mettiti comoda: puoi anche fare una bella doccia o un bagno caldo, così da aprire i pori e preparare la pelle alla ricezione del trattamento.

Niente pasticci: raccogli i capelli in una coda e allontanali dalla fronte con una fascia! 😉

A questo punto sei pronta per il primo step!

STEP 1)Riempi il lavandino con dell’acqua molto calda: non dovrai lavartici il viso, ovviamente, ma ciò che ti sarà utile è il vapore sprigionato. Puoi anche farla bollire, ma non è indispensabile. Chinati sul lavandino e crea una sorta di “cappa” con l’asciugamano in modo che il vapore non sfugga: è lo stesso principio della sauna. Il viso deve trovarsi a qualche centimetro dall’acqua, a contatto con il vapore per almeno 5 minuti.

Puoi aiutare l’apertura dei pori con un prodotto specifico del Dr. Hauschka.

Scopri di più⇒qui

In alternativa, puoi aggiungere all’acqua qualche goccia del tuo olio essenziale preferito.

Variante per pelle sensibile con couperose: in questi casi è meglio evitare un trattamento strong. Meglio limitarsi a bagnare semplicemente il viso con acqua tiepido/calda.

STEP 2) Quando i pori saranno aperti, puoi passare alla fase 2 della pulizia del viso. Stendi sul viso dell’olio vegetale a tua scelta: jojoba per pelle grassa, mista; mandorle dolci o sesamo per pelle secca, matura. Puoi aggiungere qualche goccia dell’olio essenziale adatto al tuo tipo di pelle!

A questo punto, agirai in base al tuo tipo di pelle: se è grassa/mista, spessa e molto impura, puoi procedere alla spremitura dei pori più occlusi.

E’ un procedimento molto delicato: puoi utilizzare un fazzoletto oppure le mani nude opportunamente disinfettate con dell’alcool. Bando alle unghie!

Spremi cautamente eventuali brufoletti bianchi e rossi, poi passa ai punti neri.

Attenzione! Se i punti neri sono molto radicati in profondità, desisti: meglio qualche punto nero in più e una cicatrice in meno!

La spremitura non è un procedimento che amo molto, ma qualche volta può essere utile.

Preferisco di gran lunga l’esfoliazione graduale con acido salicilico e glicolico.

Puoi provare l’acido glicolico in lozione di Alkemilla.

Scopri di più⇒ qui

A questo punto ti sarai già chiesta: perchè utilizzare l’olio vegetale?

L’olio è molto utile per ammorbidire la pelle e rendere il procedimento meno traumatico. Inoltre ti accorgerai di quanto sarà più semplice far venire fuori le impurità!come fare la pulizia del viso

⇒Se hai la pelle molto grassa e impura puoi utilizzare l’olio di Neem!

Al termine dell’operazione, sciacqua tutto con acqua tiepido/fredda (aiuta a richiudere i pori) ed un detergente purificante tipo questo qui di Bioearth.

Variante per pelle sensibile con couperose: in questo caso, evita la spremitura, non farai che peggiorare lo stato di una pelle già sofferente.

Per realizzare la variante, entra in scena il guantino!

STEP 2A) Questo step è dedicato a chi ha la pelle sottile e delicata, ma può effettuarlo chiunque. Dopo aver steso l’olio sul viso, infila il guantino in spugna di cotone o in microfibra (qui), bagnalo con acqua tiepida e massaggialo delicatamente sul viso, insistendo sulle zone più problematiche (zona a T). Quando la pelle sarà leggermente arrossata, sciacqua tutto con acqua tiepida ed un detergente delicatissimo, tipo questo in mousse qui di Avril.

⇒Puoi anche utilizzare direttamente uno scrub delicato, scopri come farlo in casa!

STEP 3) Passiamo alla fase 3: la maschera! La maschera aiuta a consolidare il trattamento di pulizia appena effettuato, ad eliminare i residui di impurità ed a distendere i tratti.

Sceglila in base al tuo tipo di pelle: purificante se è mista, grassa o impura, lenitiva se è sensibile con couperose, idratante/restitutiva se è secca o matura.

Scopri di più⇒ qui

Stendila in abbondanza sul viso (evita il contorno occhi se è purificante!) e lasciala agire almeno per 10 minuti.

Poi sciacqua tutto con acqua tiepida/fredda.

⇒Questa maschera di Nature’s all’argilla bianca è adatta a tutti i tipi di pelle!come fare la pulizia del viso

STEP 4) Siamo arrivati alla fase tonificante e riacidificante! A questo ti servirà un tonico o un idrolato adatto al tuo tipo di pelle.

Stendilo sul viso, picchiettando delicatamente con un dischetto di cotone, oppure direttamente con le dita. Il tonico è utile per riequilibrare il ph della pelle e aiutare a restringere i pori.

Attendi qualche minuto prima di passare al quinto ed ultimo step!

STEP 5) Adesso è necessario restituire alla pelle un po’ di quel che le abbiamo sottratto.

Quindi procurati una crema idratante leggera e non occlusiva, specifica per il tuo tipo di pelle, ed applicala sul viso con movimenti rotatori, soffermandoti per almeno un minuto nel massaggio.come fare la pulizia del viso

E’ molto importante massaggiare il viso almeno una volta al giorno, per stimolare la microcircolazione e distendere eventuali rughe o segni d’espressione.

Hai finito! 🙂

La pulizia del viso è servita in soli 5 step!

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

E voi sapete come fare la pulizia del viso in casa?

Fatevi sentire, alla prossima!

6 pensieri su “Come fare la pulizia del viso: bastano solo 5 step!

  1. sunrice

    Buona serata cara,
    la pulizia al viso è uno dei rituali che amo di più in assoluto,una coccola che cerco di non farmi mai mancare e con una certa regolarità,anche se ultimamente non ho il tempo o l’opportunità di essere costante come vorrei.
    Di metodi e prodotti ne ho conosciuti una miriade sin da ragazzina,poi a scuola di estetica Dove ho appreso tutti gli step ed infine ho imparato a personalizzarmela prima coi prodotti professionali,poi con gli ecobio.
    La mia è una pelle delicata e passaggi come vaporizzazione e strizzatura cerco di non farle mai…poi un buono scrub e prodotti più puliti fanno sì che non occorra scartavetrarsi
    Dopo,poiché la pelle con cure costanti e giuste si mantiene molto meglio….Una sorta di cane che si morde la coda!una volta per i punti neri usavo i cerottini che però non hanno inci verde,ma anche qui ho notato che non mi servono più perche’ ho praticamente pochissimi punti neri ormai.
    Poi la maschera…..che goduria!!!io, la radio o il mio amato jazz nel silenzio più assoluto e si rinasce!!:-)))
    Grazie di aver bene esposto i vari passaggi per chi non si muove ancora molto bene con la pulizia viso Home made…anzi mi hai ricordato che il mio momento di coccole si avvicina!
    Credo avremo modo di augurarci nei prossimi giorni per cui per ora ti auguro una buona notte.
    Bacetti rilassanti :-**

  2. pauline Autore dell'articolo

    Ciao carissima,
    è proprio così, quando si diventa costanti con la pulizia, poi tutto diventa più facile!
    Più la fai e meno ne hai bisogno, coccole a parte 🙂

    Anche per me ormai è diventato più che altro un pretesto per darmi attenzioni e ritagliarmi uno spazio di tranquillità e relax: la mia pelle adesso è in buono stato e riesco a tenere sotto controllo qualsiasi sua “iniziativa estemporanea” 😀
    Nemmeno io amo molto la spremitura, diciamo che non ne ho bisogno, ogni tanto la pratico ma sempre più raramente, anche perchè la mia pelle, come la tua, è molto delicata, quindi quando è necessario, applico la variante per pelle sensibile.
    Quei pochi punti neri superstiti li tengo sotto controllo con il salicilico 😉

    I cerottini!!! :-))) Che mi hai ricordato, fanno parte della cosmesi preistorica per me 😀

    Bacioni pre-natalizi, a presto :-***

  3. Serena

    Ciao! I tuoi articoli sono davvero interessanti e ben fatti e mi sembri espertissima, seguo il tuo blog già da un paio di mesi <3 Posso lasciarti un'idea per un articolo? Magari nè sai qualcosa a riguardo.. riguardo agli angiomi/angiomi stellari, sono disperata, mi sono usciti su una guancia e non riesco ad attenuarli.. magari può essere utile a tante altre persone. L'unico rimedio che ho trovato e applicare per vari giorni dell'olio di ricino ma non so quanto possa essere affidabile, ho paura di peggiorare la situazione..

    1. pauline Autore dell'articolo

      Ciao Serena, grazie per l’apprezzamento e benvenuta! 🙂
      Gli angiomi sono effettivamente difficili da trattare.
      E’ un argomento che non ho ancora approfondito.
      Comunque, proprio oggi pomeriggio incontrerò una mia amica naturopata e chiederò a lei.
      Ti faccio sapere stasera 😉

        1. pauline Autore dell'articolo

          Ciao Serena, la mia amica naturopata ha risposto in questo modo, un pò enigmaticamente: “E’ una questione di carattere”. Dal punto di vista della Medicina Tradizionale Cinese, “l’angioma è collegato al Polmone”.
          Per quel che ne so io, dal punto di vista simbolico l’angioma è collegato ad una ferita di tipo psicologico, spesso per sentimenti di vergogna o umiliazione.
          Per quanto riguarda i rimedi naturali, pare che il tea tree oil potrebbe dare qualche risultato.
          Spero di averti aiutato almeno un pò 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *