Biocosmesi…e non solo

Crema bava di lumaca: Bioearth – Contorno occhi (review)

Bava di lumaca, ingrediente ‘miracoloso’ delle creme…

Ho terminato proprio ieri sera il campioncino della crema per il contorno occhi alla bava di lumaca di Bioearth. 

crema bava di lumaca

La crema appartiene alla linea “Loom” che comprende, oltre al contorno occhi, il siero, la crema mani, la crema idratante, la crema ricca e la crema per il corpo.

Il campioncino mi è durato una decina di giorni, utilizzandolo sia al mattino che di sera.

Scopri di più⇒ qui

Come per tutti gli altri campioncini, la recensione si basa su una prova di utilizzo compresa in un lasso di tempo limitato, con tutte le evidenti limitazioni che ne conseguono. Per farla breve, non posso riportare gli effetti a lungo termine del prodotto, ma solo gli eventuali pregi o difetti che riscontro nell’immediato e/o nel breve periodo.

Detto questo, voglio concentrarmi un attimo sull’ingrediente che compone il corpo principale della crema di cui sto per parlare, ovvero la celebre ‘bava di lumaca’, il mollusco che tutti conosciamo, noto per la sua ‘lentezza’.

La bava di lumaca contiene naturalmente i principali attivi funzionali contenuti nelle creme, ovvero: collagene, allantoina (che ha proprietà lenitive ed elasticizzanti), elastina, vitamine A/C/E, acido glicolico (che stimola la produzione di collagene) e proteine.

Quindi, le azioni della bava di lumaca contenuta nei cosmetici per la cura della pelle, sono:

1) elasticizzante e tonificante, grazie alla presenza di collagene ed elastina

2) rigenerante e lenitiva: grazie alla presenza di allantoina

3)esfoliante e purificante: grazie alla supposta presenza di acido glicolico

4)antiossidante: per la presenza delle vitamine

5)idratante e nutritiva: per la presenza di proteine

Infatti i cosmetici contenenti il prezioso ingrediente sono tutti molto costosi. Sono la materia prima e la raccolta della stessa ad essere onerose.

L’Helix Aspersa (questo il nome scientifico della lumaca) è conosciuta fin dall’antichità per l’utilizzo alimentare e anche come rimedio terapeutico. La bava di lumaca è stata usata in medicina per problemi di stomaco, per cicatrizzare ferite e arrestare le emorragie e, sotto forma di sciroppo, per tosse e catarro.

Adesso parliamo della crema di Bioearth, costituita per gran parte da secrezioni di lumaca.

L‘inci: Aqua, Glyceryl stearate SE, Snail secretion filtrate, Caprylic/capric triglyceride, Sodium stearoyl lactylate, Cetearyl alcohol, Cera alba, Dicaprylyl carbonate, Coco-caprylate, Sorbitan stearate, Calendula officinalis extract, Avena sativa extract, Sodium hyaluronate, Allantoin, Tocopheryl acetate, Glycerin, Potassium sorbate, Sodium benzoate, Benzyl alcohol, Lactic acid.

Snail Secretion filtrate (la secrezione viene filtrata e purificata) è appunto la bava di lumaca, seguita da emollienti ed idratanti leggeri e dalla cera alba che è la cera d’api. Altri attivi sono l’estratto di Calendula (ha funzioni lenitive), come anche l’estratto di Avena, un po’ di acido ialuronico, allantoina, vitamina E e glicerina.

Una crema, bava di lumaca a parte, sostanzialmente idratante.

L’inci è quasi tutto verde e contiene anche qualche ingrediente da agricoltura biologica, nonché il 78% di estratto di bava di lumaca.

Scopri di più⇒ qui

Recensione d’uso: la crema, destinata al contorno occhi, si presenta bianca e dalla texture molto delicata e scorrevole. Solo vagamente ‘tradisce’ la presenza di bava di lumaca, nel senso che non è né collosa, né appiccicosa, ma comunque, dal tocco, si intuisce che contiene una sostanza ‘mucosa’.

Si stende molto bene, si assorbe in fretta e senza lasciare traccia. Non è unta, né corposa. Lascia la pelle molto liscia e setosa. Per il contorno occhi forse mi sarei aspettata qualcosa di più sostanzioso, tuttavia, la pelle, anche a distanza di giorni, risulta idratata ed i miei primi segni dell’età sono un pochino meno evidenti.

Lo consiglio alle pelli normali/miste.

L’ho usata anche come base trucco ed ha funzionato bene.

Il profumo a me ricorda quello della mandorla amara, ma è molto delicato.

Quindi il mio giudizio, nel complesso, è buono.

Questo cosmetico, ovviamente, non è adatto alle persone vegetariane e vegan, in quanto contiene due derivati animali: la bava di lumaca e la cera d’api.

La Bioearth è certificata Icea e questa è già una garanzia.

Presenta anche l’autocertificazione Vegan Ok (ovviamente non per la linea Loom).

La Bioearth, a proposito di questa linea, dichiara di estrarre la bava di lumaca utilizzando metodi non cruenti, come la raccolta passiva. Nessuna crudeltà sugli animali, dunque, le cui secrezioni vengono raccolte senza stimolarne artificialmente la produzione, come avviene il più delle volte.

Scopri di più⇒ qui

Avete mai provato un cosmetico a base di bava di lumaca? Cosa ne pensate?

Dite la vostra opinione!

Alla prossima.

 

4 pensieri su “Crema bava di lumaca: Bioearth – Contorno occhi (review)

  1. LaDamaBianca

    Personalmente un cosmetico a base di bava di lumaca l’ho provato l’anno scorso e devo dire che mi ha cambiato la pelle, in meglio. Ci è voluto più di un mese per vedere i primi risultati ma quando poi sono arrivati, si sono rivelati portentosi. Tutte quelle macchioline post-brufolo che mi portavo dietro dall’adolescenza sono finalmente sparite. E alle sue proprietà credo eccome. Gli antichi si curavano le cicatrici anche così.

    1. pauline Autore dell'articolo

      Ciao Dama 🙂
      Credo che la cosa più importante sia sperimentare gli effetti di un cosmetico su noi stessi, prima di dare un giudizio. Hai fatto bene a riportare la tua esperienza.
      Io sono di solito abbastanza scettica su questi ingredienti ‘miracolosi’, però prima di pronunciarmi cerco sempre di provarli, anche solo un campioncino.

      Infatti non mi sono trovata male, proprio stamattina notavo quanto sia levigato il mio contorno occhi in questi giorni…ora proverò anche altri due campioncini, il siero e la crema corpo. Ma è sempre un’esperienza relativamente breve per poter dare un giudizio completo. Chissà forse un giorno ne acquisterò una confezione.

      Più che altro si può restare delusi se ci si fanno alte aspettative. Si tratta pur sempre di un cosmetico che non può fare miracoli.
      Ti ha tolto le macchie post brufolo perché evidentemente contiene un pochino di acido glicolico.

      🙂

  2. Véronique Biologique

    Grazie per la tua recensione molto completa, mi sono anche un po’ acculturata sulla storia della lumaca! 😀
    Sento parlare abbastanza spesso di questi cosmetici a bava di lumaca, alcuni ne decantano le proprietà miracolose, e sarei curiosa di provarla. Tuttavia anch’io ho notato che i prezzi di questi prodotti sono tutto fuorchè bassi, quindi prima di acquistare un cosmetico del genere, preferirei almeno provare un campioncino. Chissà se un giorno riusciranno a trovare un modo per renderli un po’ più low cost…

    1. pauline Autore dell'articolo

      Pare che siano onerosi la materia prima, il processo di lavorazione per filtrarla e purificarla, poi ci sono le lumache da allevare..;-)
      Direi che i prezzi sono alti. Tuttavia sempre meno di cosmetici di alta profumeria con ingredienti dannosi che ti fanno pagare il brand. Anche le creme all’acido glicolico (fitocose a parte) sono tendenzialmente molto care.
      Questa crema in particolare, oltre alla bava di lumaca, non contiene un granchè alla fine..quindi bisogna avere ‘fede’ nelle sue proprietà per spendere tanti soldini per comprare una crema un po’ vuota.
      Chissà, magari un giorno farò l’esperimento completo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *