Biocosmesi…e non solo

Far crescere le unghie sane e forti: facile!

Vuoi far crescere le unghie? Fai così!

Vorresti far crescere le unghie ma si spezzano subito?

Ecco alcuni consigli per rinforzarle e renderle più belle e sane senza dover ricorrere alla ricostruzione.

Tenti di far crescere le tue unghie lunghe, forti e resistenti ma proprio non ci riesci?

Per raggiungere questo obiettivo, come sempre, è necessario capire e conoscere.

Quindi, innanzitutto, illustro brevemente come sono fatte le nostre unghie. 🙂far crescere le unghie

⇒Scopri le cause psicosomatiche delle unghie fragili (qui)

Consigli generali per far crescere le unghie e mantenerle forti 

1)Alimentazione: deve essere equilibrata e varia. Deve essere ricca di cereali integrali, frutta secca, olio di germe di grano, uova, legumi, semi, verdure a foglia verde, Omega 3. In questi cibi sono presenti i minerali e le vitamine più importanti anche per il benessere delle unghie. Tutte le vitamine sono importanti, ma per le unghie sono necessarie, in particolar modo, la vitamina A, la E, e la B.

2) Cura: Come detto sopra, tenete le unghie e le cuticole sempre ben nutrite ed idratate. Tenetele pulite, tagliatele di frequente e limatele. Le unghie non limate si spezzano più facilmente, anche perchè si impigliano dappertutto…Per evitare unghie incarnite (sopratutto ai piedi) dategli una forma “squadrata” con le forbicine e poi limatele agli angoli. Se avete le cuticole basse e la lunula non si vede nemmeno col binocolo, usate lo ‘spingicuticole’ ogni santo giorno 😉 Se avete l’onicomicosi provate con il Tea Tree Oil. Indossate sempre i guanti quando fate i servizi in casa, i detersivi (anche se ecologici) rovinano le unghie;

3)Estetica: se vi mangiate le unghie o le avete davvero molto fragili, usate sempre una base indurente e protettiva. Se le avete gialle, sbiancatele con il succo di limone e/o con del bicarbonato. Se le avete ispessite, potete provare ad “esfoliarle” con prodotti a base di acido salicilico e/o urea. Potete lucidarle con le apposite lime per unghie (consigliate quelle di metallo o di carta). Le cuticole non vanno mai strappate, io direi di non toccarle proprio, al massimo tagliatele con le apposite pinzette. Usate lo smalto sempre con la base sotto (usatelo poco, non esistono smalti innocui!) e scegliete una marca che almeno non usi formaldeide.

Prodotti utili

1)Migliorin – Gellule – Integratore per Capelli e Unghie (qui): integratore molto completo e con buon rapporto quantità/prezzo. Contiene molte delle sostanze utili per le unghie: aminoacidi solforati, vitamina E, equiseto, cheratina, Calcio, vitamina B, estratto di miglio e olio di germe di grano;

2)Natural Point – Msm (qui): un integratore classico per capelli e unghie. E’ una forma naturale di zolfo di origine vegetale. Lo zolfo il principale costituente della cheratina che, a sua volta, è la principale componente delle unghie (e non solo);

3)Weleda – Nail Care Pen (qui): è un trattamento in stick per nutrire a fondo unghie e cuticole. Con olio di melograno bio, burro di karité bio e cera d’api, olio di cocco, di mandorle dolci, di jojoba e cere vegetali. Trattamento intensivo in comodo formato. Scopri tutti i prodotti di Weleda in promozione! (qui); 

4)Logona Naturkosmetik – Trattamento riparatore unghie fragili (qui)trattamento rinforzante a base sostanzialmente di silica. Inci accettabile.

5)Avril – Solvente con spugnetta senza acetone (qui): veloce e pratico da utilizzare, questo solvente è efficace e non contiene acetone che indebolisce le unghie. Da provare!

Le unghie e gli smalti senza formaldeide

Non è necessario, a mio parere, se non in casi eccezionali, utilizzare una crema specifica per le unghie e per le cuticole (ma quante creme dobbiamo usare?!), andrà benissimo anche quella per le mani.

Le unghie, ovviamente, vanno tenute sempre pulite ed in ordine, ovvero tagliate abbastanza corte (sono le più igieniche soprattutto per chi cucina) e ben limate.

Lo spingicuticole fa miracoli anche sulle unghie più piccoline: usatelo ogni volta che fate la manicure ed il vostro letto ungueale vi ringrazierà.

Se avete le unghie fragili ed ingiallite, potete usare le basi protettive indurenti anti-giallo: ne esistono a bizzeffe in commercio.

Non chiedetemi di segnalarvi basi per unghie o smalti bio: non esistono. Diffidate, dunque, di chi vuole vendervi smalti bio.

Posso solo segnalarvi quelli senza formaldeide (gli smalti sono i cosmetici più ricchi di questa sostanza tossica).

Qui è spiegato cosa siano la formaldeide ed i suoi cessori e sono segnalati i cosmetici che non ne contengono.

Come sono fatte le unghie

Le unghie, detto brevemente e semplicemente, sono costituite, sostanzialmente, di cheratina.

Vengono prodotte dallo strato corneo dell’epidermide e sono direttamente collegate ad essa.

Il letto ungueale (il letto su cui è adagiata l’unghia) è costituito da strati di epidermide, mentre la radice è la parte posteriore molle dell’unghia.

Le cuticole, invece, sono costituite da tessuto corneo e circondano l’unghia, proteggendola, sono come “intonaco” che la contiene, se vogliamo usare questa similitudine.

Tutta l’unghia, quando è sana, deve avere un colore roseo, eccetto la lunula che è di colore biancastro.far crescere le unghie

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Quando nascono i problemi alle unghie

Le unghie, se sono sane, presentano un colore rosa, una superficie liscia, sono forti, resistenti e non si spezzano facilmente.

Se riscontrate invece macchie (bianche, gialle, nere), rigature (orizzontali o verticali), scarsa resistenza agli urti, mollezza, tendenza allo sfaldamento, ispessimento, ondulazioni, allora sicuramente c’è qualcosa che non va.

Non soltanto nelle unghie.

Le discipline olistiche insegnano che quando un organo è malato, tutto il corpo è malato.

Non siamo fatti a “compartimenti stagni” slegati l’uno dall’altro, il nostro corpo è un essere vivente unico, intero e le le sue parti sono strettamente connesse tra di loro.

A meno che le problematiche inerenti all’unghia derivino dall’uso di sostanze dannose per le unghie stesse, allora bisogna porre attenzione all’alimentazione ed allo stile di vita in generale.far crescere le unghie

I principali difetti delle unghie

Ecco i principali disturbi alle unghie: se non curati subito, vi allontaneranno dall’obiettivo di avere unghie lunghe, forti e belle.

1)Unghie fragili, che si spezzano e si “sfogliano”: è un problema molto comune e riguarda (ho notato) sopratutto le persone che hanno la pelle fragile e secca. Spesso, infatti, anche la fragilità delle unghie è collegata alla loro secchezza: così come una pelle secca è più fragile ed esposta alle aggressioni esterne, anche le unghie secche sono più vulnerabili agli agenti esterni e si indeboliscono fino a spezzarsi. Anche le cuticole secche possono dare problemi: diventano dure e pungenti (strappano persino i collant…) e si rompono.

La prima cosa da fare, dunque, in caso di unghie fragili e cuticole secche, è nutrirle tutti i giorni con la crema per le mani, un olio (di oliva o mandorle dolci) o un prodotto specifico. Un’altra causa di unghie fragili è la carenza di alcuni minerali fondamentali per il benessere di pelle, capelli ed unghie: zolfo, silicio e zinco.

Per aiutarle e crescere, in attesa di rafforzarle, si può ricorrere ai trattamenti estetici come lo smalto indurente.

2)Unghie macchiate: un altro disturbo molto ricorrente è l’unghia ingiallita. Può essere un semplice disturbo estetico, derivante dall’utilizzo di smalti scadenti (attenzione alle marche troppo economiche!) o dall’utilizzo dello smalto senza la base protettiva, oppure di solventi con acetone (troppo aggressivi)Può derivare dalla scarsa ossigenazione delle unghie (forse portate per troppo tempo le scarpe chiuse, magari anche in estate..?), fumo di sigaretta. 

Se avete tutte le unghie ingiallite (anche quelle dei piedi) tenete d’occhio il fegato, depuratevi e consultate uno specialista. Se, oltre ad essere gialle o con macchie bianche/marroni/grigie, le unghie sono anche deformate e/o ispessite, potrebbe trattarsi di onicomicosi (molto più frequente di quanto si pensi) o di psoriasi (macchioline rosse, meno frequente). Macchie nere o rosso scuro, di solito, sono dovute ad un trauma (ematoma).

3) Unghie deformate: come detto sopra, le unghie deformate (ispessite, ondulate, incavate..) spesso sono causate da una onicomicosi in corso. L’onicomicosi è molte volte la conseguenza di una distrofia ungueale dovuta ad un trauma: l’unghia, in seguito alla “botta”, diventa più porosa ed esposta ai patogeni. Quindi, se avete sbattuto da qualche parte o qualcuno vi ha pestato un’unghia, tenetela d’occhio! Altre cause sono: allergie da contatto, anemia (carenza di ferro), onicofagia (mangiarsi le unghie). In quest’ultimo caso, utilizzate uno smalto dal sapore amaro: vi scoraggerà!

4)Unghie rigate: in caso di righe verticali od orizzontali alle unghie, occhio ancora una volta ai traumi ed all’onicomicosi: potrebbe trattarsi di un principio. Evitate, anche in questo caso, smalti e solventi aggressivi. Le righe verticali potrebbero indicare disturbi epatici o un’anemia, mentre le righe orizzontali possono essere la conseguenza di un’alimentazione squilibrata, carente di vitamine e calcio.far crescere le unghie

N.B. Le informazioni contenute in questo articolo non intendono sostituire i consigli del medico, al quale spetta ogni diagnosi, prescrizione ed indicazione terapeutica.

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Voi cosa fate per far crescere le unghie?

Attendo i vostri consigli 🙂

Alla prossima! :-*

4 pensieri su “Far crescere le unghie sane e forti: facile!

  1. Sunrice

    Buondì Pau,
    utili info che girerò di sicuro a mia madre che sta tentando di curare le sue unghie al meglio…Lei non ha particolari problemi e, in linea di massima, quando si impegna e ne ha il tempo, ottiene bei risultati. Ultimamente, però, finito il solvente di una nota marca da grande distribuzione (non ti dico l’Inci per decenza….) che non le ha cusato nulla, le ho fatto prendere quello di Avril, tra i più quotati con buon Inci, ma ha dovuto smettere di usarlo perchè le ha procurato pellicine e secchezza intorno alle unghie e le stesse, si sfaldavano e rovinavano…C’è rimasta molto male dato che glielo proposi con tanto entusiasmo, eppure anche in bioprofumeria loro stessi lo utilizzano per le prove trucco….mah!
    Personalmente vanto (si fa per dire…) una carriera da rosicchiatrice risalente all’infanzia e ormai sono inesistenti.L’unico periodo in cui le ho avute guardabili è stato a scuola di estetica quando per esercitazione le ho ricostruite: una settimana, poi non le ho sopportate più.
    So che non è il massimo della femminilità avere le mani di una bimba, ma per fortuna sono di forma lunga e affusolata e comunque ben curate, e questo me le rende comunque gradevoli….All’effetto maliarda ho dovuto rinunciare perchè, ovviamente, non ricrescerebbero più (ho già tentato anni fa ed erano orribili, senza contare che gli smalti amari mi tentavano ancora di più…ero un caso clinico!).
    Terrò a mente i tuoi suggerimenti per mamma e parenti alle quali presto ogni tanto la mia mano d’opera per tenere le loro al meglio…..una specie di compensazione!:-)
    Bacetti graffianti:-**

  2. pauline Autore dell'articolo

    Ciao Sunny! 😀

    All’effetto maliarda ho rinunciato anch’io da tempo, perchè come te, sono una ex rosicchiatrice! 😀
    Non ero tra i casi più gravi, ma comunque la manicure la facevo con i denti…:-/

    Ho smesso da anni, ma le unghie lunghe non le sopporto, quando iniziano a crescere le taglio immediatamente, le trovo scomode, poco pratiche ed anche poco igieniche (si infila dentro di tutto…).
    Curo molto le mie mani, le nutro ogni santo giorno, le unghie sono da bimba 😀 ma cerco di mantenerle decenti e ben limate.

    Quando lavoravo come segretaria le ho fatte crescere un pò (ma proprio poco) ed usavo smalti accesi, erano persino carine, ma è durato poco.
    Anch’io, come te, per fortuna, ho mani lunghe e sottili e le unghie corte nel complesso non mi penalizzano 🙂

    Gli smalti sono TUTTI dannosi e sono i responsabili di un gran numero di disturbi alle unghie, specie l’ingiallimento.

    Ci credo che il solvente di Avril ha dato secchezza alle unghie di tua madre: è tutto alcol senza emollienti!
    Dovresti provare con solventi oleosi, tipo quello di Sante (certo costa di più..).

    non è il massimo della femminilità avere le mani di una bimba: la femminilità si esprime in tanti altri modi, non temere 😉

    gli smalti amari mi tentavano ancora di più…: ahhaha il fascino del proibito!

    A proposito di mamme, la mia ha mani meravigliose, dita lunghe, affusolate, unghie ovali, perfette SENZA curarle minimamente (la rincorro io con la crema mani). Quando mette lo smalto ha mani da urlo!
    Ovviamente io non ho ripreso sa lei…
    INVIDIA spudorata! 😀

  3. Sunrice

    Ah ecco l’inghippo del solvente, prediligere gli oleosi….Vedi, il fatto di non averne mai uasti su di me mi rende totalmente ignorante ed impreparata in materia….rimedierò e cercherò di farmi perdonare da mia madre, se non mi manda al diavolo….Grazie Pau, quello Sante mi era stato suggerito pure, ma avevo optato per quello più popolare e usato…per una volta la vox populi mi ha fuorviato….Adesso starò più attenta, a presto!;-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *