Biocosmesi…e non solo

Fondotinta ecobio: Avril – Le Fond De Teint (review)

Il fondotinta ecobio dal prezzo popolare

L’azienda francese Avril ha creato un fondotinta ecobio leggero, luminoso e adatto a tutte le tasche.

Vuoi sapere se è un prodotto adatto a te? Leggi la recensione!

Bentornati! 🙂

Oggi vi propongo la recensione di un fondotinta ecobio dal prezzo davvero invitante! 😉

Si tratta del Fond De Teint dell’azienda francese Avril, un marchio che sicuramente molti di voi conoscono bene.

Scopri di più⇒qui

Come sapete, trovare un fondotinta con buon inci è già di per sè una specie di impresa.

Trovarlo, poi, anche adatto alle proprie esigenze, al sottotono, nonchè alle personali possibilità economiche che, di questi tempi, non sono proprio ampie per nessuno, diventa davvero complicato.

Personalmente, ho trovato delle buone soluzioni nel fondotinta compatto di Neve Cosmetics e, in determinate circostanze, nel Sublime di PuroBio Cosmetics, entrambi già recensiti.

Ma la ricerca del fondotinta “perfetto”, ammesso che esista, non si è mai fermata! 😀

E così mi sono imbattuta nel fondotinta di Avril che mi ha fatto gola, vi dirò la verità, soprattutto per il prezzo davvero economico.

Dalle recensioni lette in giro mi ha dato l’impressione di un prodotto discreto.

Poi, considerato il prezzo, ho pensato che valesse la pena provarlo..ed eccolo qui!

fondotinta ecobio

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Senza Trucco (qui)

Come vedete, i fondotinta sono due perchè il sito da cui ho ordinato mi ha mandato la tonalità sbagliata: avevo ordinato Clair e mi ha inviato Naturel …

Fortunatamente, Naturel mi è stata regalata e contemporaneamente mi è stata inviata la tonalità desiderata…!

Una fortunata circostanza che mi ha permesso di provare anche un’altra tonalità di questo fondotinta ecobio.

Il packaging è semplice ed elegante: nero con scritte bianche e tappo grande a vite.

L’inci: Aqua, Caprylic/Capric Triglyceride, Dicaprylyl Carbonate, Simmondsia Cinansis Seed Oil, Glycerin, Glyceryl Stearate, Alcohol, Lauryl Laurate, Polyglyceryl-2 Dipolyhydroxystearate, Microcrystalline Cellulose, Benzyl Alcohol, Sodium Stearoyl Glutamate, Helianthus Annuus Seed Oil, Glyceryl Caprylate, Xanthan Gum, Parfum, Medicago Sativa Extract, Silica, Tocopherol, Cellulose Gum, Dehydroacetic Acid, Sodium Phytate, Sodium Chloride, Sodium Benzoate, Dendrobium Phalaenopsis Flower Extract, Citric Acid, Soduim Hydroxide, +/- CI 77491, CI 77492, CI 77499, CI 77891.

Dagli ingredienti si intuisce che non è un fondotinta pesante, formulato con grassi ed emollienti di pregio, come l’olio di Jojoba e l’olio di Girasole, estratto di Erba medica (Alfa alfa), una pianta ricca di bioflavonoidi con funzione antiossidante, flavoni che rafforzano i capillari e di diverse vitamine.

C’è anche un pò di silica, on funzione sebo-assorbente.fondotinta ecobio

Leggendo l’inci, sembrerebbe più adatto a pelli secche/mature e meno a pelli miste/grasse.

Dopo averlo provato, posso confermare in parte queste impressioni.

Il fondotinta ecobio di Avril ha una consistenza piuttosto liquida e si stende con molta facilità sulla pelle.

Da questo punto di vista, lo colloco all’estremo opposto rispetto al fondotinta Sublime di PuroBio che, tra le sue qualità, non ha quella della stendibilità…

Si stende senza fare grumi, pallini o lasciare chiazze, come se fosse una normale crema per il viso.

Un’altra caratteristica che apprezzo di questo fondotinta è il finish morbido e luminoso, quindi non matt e non opaco.

Scopri di più⇒qui

Pur essendo liquido si asciuga abbastanza in fretta.

Nonostante il risultato luminoso che regala, non potrei dire che “lucida” la pelle, così come non posso concludere, ovviamente, che sia “opacizzante“.

Per quanto riguarda la coprenza, mi aspettavo un risultato più modesto, dopo aver letto diverse recensioni che lo definivano poco coprente.

Non è certo un fondotinta altamente coprente, lo definirei di coprenza media.

Una pelle con molte imperfezioni ha bisogno sicuramente di un fondotinta più performante, quindi non lo consiglio a chi ha un incarnato più esigente.

La durata è buona, non l’ho mai tenuto su moltissime ore di fila, a dir la verità, tuttavia non mi è mai capitato di notare sostanziali cambiamenti alla fine di una giornata.

Sulla mia pelle mista con poche imperfezioni, l’ho trovato molto adatto soprattutto nelle giornate più fredde.

Lo applico sopra un siero umettante che stendo su tutto il viso, mentre solo sulle zone secche utilizzo una crema idratante.

Nelle giornate più tiepide, ho notato un pochino di lucidità sulla fronte.

Da questo deduco che sia, almeno per le pelli come la mia, un fondotinta adatto per la stagione fredda e da archiviare, invece, per la primavera e l’estate.

In definitiva, credo che il fondotinta ecobio di Avril sia adatto a:

1)pelli secche e mature per la sua morbidezza e l’effetto luminoso che regala;

2)pelli miste a patto di non idratare le zone più untuose ma solo quelle secche e, orientativamente, nella stagione fredda.

Non è adatto a:

1)pelli grasse e molto untuose;

2)pelli con molte imperfezioni, bisognose di alta coprenza.

Scopri di più⇒qui

Per migliorare la coprenza, un escamotage molto efficace è quello di utilizzare, al posto della cipria, un fondotinta compatto in polvere per fissare il fondotinta ed opacizzare la pelle.

Per quanto riguarda le tonalità, il fondotinta ecobio di Avril è il primo che abbia soddisfatto le esigenze del mio sottotono freddo e neutro/rosato.

La tonalità Clair è perfetta per il mio incarnato!

fondotinta ecobio

Il risultato è molto chiaro e naturale e mi permette di utilizzare successivamente una cipria o un fondotinta in polvere per dare un pò di colore.

La tonalità Naturel, invece, è troppo scura e calda per me.fondotinta ecobio

Credo che sarà più adatta in estate (ammesso che lo userò) insieme al fondotinta compatto Medium Neutral di Neve Cosmetics.

Naturel è una tonalità adatta a carnagioni dorate e non scurissime.

Ho provato un paio di volte questa tonalità e devo dire, però, che con il trascorrere delle ore tende a schiarirsi e diventare quasi portabile anche per me.

In definitiva, il fondotinta ecobio di Avril mi piace, ha soddisfatto abbastanza le esigenze della mia pelle ad un prezzo veramente competitivo!

Aggiornati gratis: iscriviti al Blog!

E’ tutto per oggi, voi avete trovato il vostro fondotinta ecobio?

Alla prossima! 😉

6 pensieri su “Fondotinta ecobio: Avril – Le Fond De Teint (review)

  1. Sunrice

    Buon pomeriggio Pau,
    di questo fondo leggo sempre opinioni abbastanza positive ed ero molto curiosa di sapere anche cosa ne pensassi tu!
    Come sai,io non faccio la base proprio tutti i giorni,ma quella volta che uso prodotti del genere sono piutttosto esigente poichè non mi interessa tanto la troppa coprenza-effetto mascherone,quanto il fatto di non vedere evidenziate screpolature (e purtroppo succede con quasi tutti i prodotti provati ad oggi,anche i più osannati…).
    Da quì il mio rivolgermi a bb cream o al mio cremoso realizzato home-made con il fondo in polvere minerale di Neve..con lui ho quasi trovato la pace dei sensi.
    Questo di Avril è già in wishlist da tanto e prima o poi conto di provarlo..Grazie della bella ed utile review e degli swatch,che mi eviteranno di sbagliare tonalità….Credo di essere una Clair anch’io!!
    Bacetti:-***

  2. pauline Autore dell'articolo

    Ciao Bella Sunny,
    il tuo commento è sempre il benvenuto! <3

    Se temi le screpolature, direi che questo fondo potrebbe essere adatto a te, in quanto è piuttosto idratante e lascia la pelle morbidissima.
    Quello di lasciare la pelle secca/screpolata è un problema che proprio non ha...anzi, come ho scritto, forse potrebbe lucidare un pochino nella zona a T, se si è predisposte.
    Sì, potrei dire che somiglia molto ad una BB Cream, ma è comunque abbastanza coprente.

    Per il momento, è il mio favorito della stagione invernale, in estate il top per me è il compatto di Neve 😉

    Comunque, se hai trovato la pace dei sensi col cremoso fai da te, ti consiglio di godertela e di lasciar perdere altri fondi..non capita tutti i giorni, direi 😉

    A presto!

  3. Sunrice

    Si infatti, questo Avril lo terrei in considerazione per quando occorre un effetto leggermente più coprente,ad esempio in certi giorni,quando gli inevitabili squilibri ti fanno tanto somigliare ad un quadro di Picasso:-)))))…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *