Biocosmesi…e non solo

Latte detergente fai da te: ricetta e review di Fitocose!

Latte detergente fai da te: impara l’arte dello spignatto!

Fare il latte detergente in casa è semplice e non richiede competenze particolari.

Basta avere una ricetta, un pò di buona volontà e le materie prime giuste!

Hai intenzione di provare il latte detergente fai da te?

E’ una buona idea e sei nel posto giusto! 😉

Per guidarti nella formulazione di questo semplice latte detergente adatto a tutti i tipi di pelli, prenderò spunto dalla ricetta della mia insegnante di Cosmetologia.

Ingredienti:

Nella fase acquosa (Fase A): – acqua depurata o idrolati 69,5% – estratti glicerici 3% (⇒qui)- gomma xantana 0,5% (⇒qui)- cetearyl glucoside (emulsionante) 2%.

Nella fase lipofila (Fase B): – olio o oleoliti 25%. (⇒qui)

A preparazione ultimata aggiungere il conservante (l’insegnante ci ha consigliato il “cosgard” , ma va bene anche il NoBact di La Saponaria), 18 gocce su 100 ml di latte detergente e gli oli essenziali a piacimento q.b. (circa 20/30 gocce su 100 ml di latte). (Fase C).

Si può sostituire il cosgard (o NoBact) con alcool alimentare puro “buongusto” (in vendita nei supermercati) al 10% da aggiungere sempre a fine preparazione.

La percentuale dell’alcool andrà decurtata dall’acqua o dagli drolati. Se il latte detergente dovesse risultare troppo liquido, per aumentarne la consistenza, aggiungere il 2% di acido stearico.latte detergente fatto in casa

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Ed ora ecco il procedimento completo per la realizzazione del latte detergente fai da te!

Latte detergente autoprodotto: come procedere

Portare l’acqua a circa 80° e sciogliere l’emulsionante, precedentemente impastato con un po’ d’acqua calda.

A parte sciogliere la gomma nell‘estratto glicerico a freddo. Riscaldare a bagno maria l’olio fino a portarlo a circa 50°.latte detergente fai da teAspettare che la temperatura dell’acqua con l’emulsionante scenda fino a raggiungere la stessa temperatura dell’olio.

latte detergente fai da te

Controllare le temperature delle 2 fasi e se sono entrambe a circa 50° mescolare la fase acquosa A nella fase lipofila B a filo e contemporaneamente girare con un frullino (tipo per cappuccino) fino a formare l’emulsione.

Aggiungere la gomma incorporata nell’estratto glicerico.

Aspettare che il latte detergente si freddi ed aggiungere gli ingredienti della fase C (conservante ed oli essenziali). Inflaconare in un flacone con dispenser.

Il latte detergente fai da te si conserva a temperatura ambiente per circa un anno.

Facile, vero? 😀

Latte detergente fai da te: recensione del Latte Detergente all’Hamamelis di Fitocose

Se non vi sentite molto ferrate nell’arte dello spignatto e cercate comunque un latte detergente eco bio, genuino e come fatto in casa, il Latte Detergente di Fitocose fa al caso vostro!

E’ un latte detergente delicatissimo, studiato per pelle mista e sensibile.latte detergente fatto in casa

Ecco l’inci:

Aqua – Alchemilla vulgaris leaves extract- Hamamelis virginiana leaf extract  – Helianthus annuus seed oil – Glycerin – Glyceryl stearate citrate – Coco caprylate – Cetearyl alcohol – Capryloyl glycine – Xanthan gum – Citric Acid – Rosmarinus officinalis extract – Brassica napus seed oil – Sodium phytate – Sodium dehydroacetate – Ethylhexylglycerin – Profumo  -Citronellol- Geraniol – Limonene – Linalool.

Pochi ingredienti semplici, emulsionanti ed emollienti leggeri come l’olio di Girasole, estratti di piante utili per lenire la pelle e purificarla delicatamente, come quello di Alchemilla, Hamamelis, Rosmarino.

Un bel prodottino davvero semplice da copiare e riformulare in casa!

Io l’ho utilizzato alla fine di quest’inverno e mi sono trovata bene.

Ho la pelle sensibile e facile agli arrossamenti, impura in alcune zone ma ultimamente tendente al secco, per cui sono stata indecisa fino all’ultimo se acquistare la versione per pelle mista o quella per pelle secca.

Alla fine mi sono decisa per il Latte Detergente all’Hamamelis (qui), in quanto si tratta pur sempre di un cosmetico destinato alla pulizia ed inoltre, su una pelle con qualche impurità, mi sono sembrati particolarmente adatti gli estratti purificanti ed astringenti in esso contenuti.

L’emulsione è mediamente corposa, abbastanza liquida da poter essere prelevata dal flacone dispenser di cui Fitocose si è dotata.latte detergente fatto in casa

E’ di colore beige ed ha un profumo delicato, quasi neutro.

E’ veramente molto delicata, tant’è che quando mi trucco un pò di più devo utilizzarne una dose doppia, ma comunque strucca in modo efficace e lascia la pelle liscia, morbida ed idratata.

Mai più pelle secca, arrossata o che tira con questo latte detergente!

Io lo utilizzo anche per lavare il viso al mattino ed ho la sensazione che mi lasci la pelle protetta, come se si depositasse un film invisibile sul viso.

Dopo risciacquo per bene con sola acqua.

Credo che lo utilizzerò anche in primavera/estate, mentre il prossimo inverno ho intenzione di provare quello alle Mandorle 😉

In definitiva, sono contenta di questo prodotto di Fitocose che, devo dire, finora raramente mi ha deluso!

Tra l’altro, i latte detergenti di questo marchio sono tra quelli con il miglior rapporto qualità prezzo.

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Allora, proverete a fare il latte detergente in casa?

Che ne pensate di questo prodotto di Fitocose?

A presto!

2 pensieri su “Latte detergente fai da te: ricetta e review di Fitocose!

  1. Sunrice

    Buon pomeriggio bella,
    l’arte dello spignatto è nobile e creativa, ma causa tempo e possibilità, si limita a preparazioni casalinghe di impacchi, maschere viso, scrub labbra e poco altro, ma so che prima o poi mi cimenterò in qualcosa di più tecnico, per cui intanto per non sbagliare, tengo in considerazione la tua ricettina in pochi passaggi per consultarla al bisogno:-)
    Per quanto riguarda Fitocose, invece, non è un brand che riesco a reperire facilmente in zona, per cui conosco bene un unico prodotto, ma mi riprometto appena il negozio di fiducia che tratta il brand riassortisce, di provare un pò di cosine…i latti detergenti in effetti sono le prime cose che vorrei provare, ma non solo…a poco a poco arriverà il loro turno, per cui grazie della review!;-)
    Intanto buona primavera, a prestissimo!:-**

    1. pauline Autore dell'articolo

      Ciao carissima,
      indubbiamente, a parte passione e volontà, per spignattare seriamente ci vuole del tempo a disposizione, come per qualsiasi altro hobby, d’altronde.
      Maschere, scrub ed oli corpo si preparano sul momento, cotti e mangiati diciamo, invece già il latte detergente necessita di una programmazione più accurata.

      Ma è una vera soddisfazione: lo abbiamo preparato in classe ed è stato istruttivo e divertente! 😉
      Inoltre permette di formulare i cosmetici più adatti alle nostre esigenze e di risparmiare parecchio in termini economici.

      Fitocose nemmeno io lo trovo dalle mie parti, lo acquisto esclusivamente online e, come sai, è uno dei miei brand preferiti. 🙂
      Nemmeno il latte detergente mi ha deluso, voglio provarli tutti!

      Buona primavera a te, un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *