Latte detergente fai da te: impara l’arte dello spignatto!

Fare il latte detergente in casa è semplice e non richiede competenze particolari.

Basta avere una ricetta, un pò di buona volontà e le materie prime giuste!

Hai intenzione di provare a formularlo?

E’ una buona idea e sei nel posto giusto! 😉

Per guidarti nella formulazione di questo semplice latte detergente adatto a tutti i tipi di pelli, prenderò spunto dalla ricetta della mia insegnante di Cosmetologia.

latte detergente fatto in casa

Alcune materie prime per l’auto-produzione!

Ricetta del latte detergente

Ingredienti

  • Nella fase acquosa (Fase A): acqua depurata o idrolati 69,5% – estratti glicerici 3% – gomma xantana 0,5% (Puoi acquistarla⇒qui)- cetearyl glucoside (emulsionante) 2%.
  • Nella fase lipofila (Fase B): olio o oleoliti 25%.
  • Fase C: a preparazione ultimata aggiungere il conservante (l’insegnante ci ha consigliato il “Cosgard” , ma va bene anche il NoBact di La Saponaria), 18 gocce su 100 ml di latte detergente e gli oli essenziali a piacimento q.b. (circa 20/30 gocce su 100 ml di latte).
  • Si può sostituire il Cosgard (o NoBact) con alcool alimentare puro “buongusto” (in vendita nei supermercati) al 10% da aggiungere sempre a fine preparazione.
  • La percentuale dell’alcool andrà decurtata dall’acqua o dagli idrolati.
  • Se il latte detergente dovesse risultare troppo liquido, per aumentarne la consistenza, aggiungere il 2% di acido stearico.

Ed ora ecco il procedimento completo per la realizzazione del latte detergente fai da te!

Vuoi avere una bella pelle?

Scopri la guida!

olio latte detergente

Riscaldamento dell’olio

latte detergente frullatore

Fase A + Fase B

Latte detergente fatto in casa: procedimento

  • Portare l’acqua a circa 80° e sciogliere l’emulsionante, precedentemente impastato con un po’ d’acqua calda.
  • A parte sciogliere la gomma nell’estratto glicerico a freddo.
  • Riscaldare a bagno maria l’olio fino a portarlo a circa 50°.
  • Aspettare che la temperatura dell’acqua con l’emulsionante scenda fino a raggiungere la stessa temperatura dell’olio.
  • Controllare le temperature delle 2 fasi e se sono entrambe a circa 50° mescolare la fase acquosa A nella fase lipofila B a filo e contemporaneamente girare con un frullino (tipo quello per cappuccino) fino a formare l’emulsione.
  • Aggiungere la gomma incorporata nell’estratto glicerico.
  • Aspettare che il latte detergente si freddi ed aggiungere gli ingredienti della fase C (conservante ed oli essenziali).
  • Inflaconare in un flacone con dispenser.
  • Il latte detergente fai da te si conserva a temperatura ambiente per circa 1 anno.

Facile, vero?

latte detergente fatto in casa

Latte detergente spignattato

Prodotti utili per lo spignatto

  • La Saponaria – Kit di Autoproduzione – Calmomilla: kit di autoproduzione per chi è alle prime armi con lo spignatto ed ha voglia di imparare. Contiene le materie prime per realizzare il Detergente bifasico, la Crema viso alla Calendula ed il Tonico alla Camomilla. Adatto per pelli sensibili.

calmomilla

Puoi acquistarlo⇒ qui

  • La Saponaria – Kit di Autoproduzione – Purificante: kit per formulare il sapone, la Maschera astringente alla Salvia ed il Tonico all’Ortica. Per pelli grasse ed impure.

purificante

Puoi acquistarlo⇒ qui

  • La Saponaria – Cetearyl Alchol: emolliente, emulsionante e stabilizzante per la formulazione di creme viso e corpo. Si aggiunge a caldo alla fase oleosa.

cetearyl alchol

Puoi acquistarlo⇒ qui

  • La Saponaria – Emulsionante vegetale: adatto a pelli secche e sensibili e per la formulazione di latte detergente, crema viso e corpo, creme solari e prodotti anticellulite. Ottimo rapporto qualità/prezzo.

emulsionante la saponaria

Puoi acquistarlo⇒ qui

  • La Saponaria – Estratto Glicerico di Uva Rossa: estratto glicerico per la formulazione di latte detergente e creme viso dall’azione antiage ed antiossidante . L’Uva Rossa è ricca di polifenoli, vitamine e resveratrolo, dalle proprietà anti-radicali liberi.

uva rossa

Puoi acquistarlo⇒ qui

  • Officina Naturae – Oleolito di Calendula: l’oleolito è ottenuto dalla macerazione dei fiori di Calendula, che ha proprietà antinfiammatorie, cicatrizzanti, emollienti. Si può utilizzare tal quale oppure nella fase lipofila di creme e latte detergenti.

oleolito officina naturae

Puoi acquistarlo⇒ qui

Qui potete trovare tutto il packaging di Simonetta Packaging!

Allora, avete voglia di sperimentarvi nel fai da te?

Fatemi sapere, alla prossima!

Vuoi avere una bella pelle?

Scopri la guida!