Le alghe e le loro eccezionali proprietà

Le alghe sono ricche di minerali ed oligoelementi preziosi per la salute, aiutano a dimagrire, stimolano dolcemente la tiroide e sono disintossicanti.

Un vero e proprio superfood da non farsi mancare nella dieta!

Bentornati in sezione Alimentazione! 😉

Oggi vi parlo di un super-cibo che ho scoperto e consumo da poco mendo di un anno: le alghe!

Le alghe sono verdure di mare.

Assorbendo l’acqua marina, di cui si nutrono, risultano ricche di minerali in essa contenuti, principalmente di iodio.

Le alghe sono utilizzate da tempo immemorabile sia in Oriente che in Occidente.

Sono un concentrato di minerali, oligoelementi, vitamine ed altre sostanze preziose per la salute e la bellezza! le algheDanno un tocco di sapore inconfondibile a numerosi piatti, permettendo di diminuire il consumo di sale, aiutano la digestione e danno una mano a chi deve perdere peso, aiutando anche ad eliminare le tossine.

Le più utilizzate sono le alghe kombu, le wakame, le nori, le hiziki, le dulse e l’agar agar.

Contengono amidi, proteine, enzimi, mucillagini, vitamine A, C, D, E, F, K, PP, il gruppo B, B12 e clorofilla.

Contengono, inoltre, una quantità straordinaria di minerali ed oligoelementi: sodio, potassio, calcio, fosforo, magnesio, iodio, zolfo, ferro, rame, zinco, cobalto, cromo, bromo, argento, bario, boro, litio, bismuto.

Sono utili, quindi, per chi soffre d’astenia, ipotiroidismo (grazie all’alta quantità di iodio), obesità (stimola la tiroide a produrre più ormoni, aumentando il metabolismo corporeo), anemia (per via della presenza di ottime quantità di ferrodemineralizzazione, colesterolo alto, disturbi renali e ghiandolari, impediscono la formazione di gas (aiutando nella digestione dei cibi più difficili, come i legumi), ed eliminano le tossine.

Sono, ovviamente, controindicate solo in caso di ipertiroidismo.

Essendo ricche di fibre e mucillagini, le alghe hanno un alto potere saziante, aiutando anche in questo modo chi sta seguendo una dieta dimagrante.

Utilissimi, in tal senso, gli alginati contenuti nelle alghe, come la Laminaria ed il Fucus Vesciculosus (quest’ultimo molto usato anche nelle creme cosmetiche contro l’adiposità localizzata e la cellulite) che aiutano a bruciare i grassi, stimolando il lavoro della tiroide.

Un menzione speciale merita l’alga Spirulina, un’alga azzurra diffusa nelle acque salmastre delle zone tropicali, eletta a superfood per le sue qualità eccezionali!

Ne parlerò in un post apposito 😉

Tantissimi sono gli usi alimentari delle alghe: arricchiscono le insalate, le minestre, i piatti di verdura, i legumi (rendendoli più digeribili) e sono un ingrediente insostituibile del famosissimo ed apprezzato sushi giapponese.le alghe

Ecco un elenco delle alghe più usate e benefiche!

1)Kelp (qui): le alghe brune sono le più ricche di iodio, da cui dipende in buona parte la salute ed il buon funzionamento della tiroide. Contengono un’alta percentuale di sostanze con funzione lassativa, quindi sono ottime per chi soffre di stitichezza. Hanno anche un’importante azione anti-tossinica nei confronti di metalli pesanti ed altri veleni chimici, grazie alla presenza di alginato di sodio che si lega alle tossine e le filtra dai tessuti. Sconsigliate in caso di ipertiroidismo ed ipertensione.

Agar Agar (qui): le alghe Rosse sono le più ricche di mucillagini e alginato che formano nella stomaco una massa gelatinosa che dona un alto senso di sazietà. Hanno pochissime calorie e sapore neutro. Sono usate per addensare gelatine, gelati e budini.

2)Arame (qui): le alghe marine giapponesi sono particolarmente indicate in caso di pressione alta. Hanno un sapore buonissimo e vengono usate soprattutto per arricchire le insalate.

le alghe

3)Dulse (qui): sono le più ricche di ferro, quindi particolarmente indicate in caso di anemia. Contengono anche potassio, magnesio, iodio e fosforo. Si fanno inumidire in acqua e si aggiungono alle insalate.

4)Kombu (qui): sono le più conosciute ed usate (anche da me!). Hanno tantissime proprietà, tra cui il miglioramento della funzionalità renale e digestiva. Sono benefiche per i diabetici. Sono le più indicate da aggiungere ai legumi e dei cereali in quanto ne favorisce l’ammorbidimento, rendendoli più digeribili ed evitando la formazione di gas intestinali. Ricche di carboidrati, iodio, fosforo, cloro, vitamina B1 e C.

5)Nori (qui): sono le più ricche di fosforo, proteine e vitamina A. Aiutano la digestione ed abbassano il colesterolo. Sono le alghe più ricche di proteine e le più indicate per cucinare il buonissimo sushi. Sono infatti buonissime!

6)Wakame (qui): sono alghe ricchissime di calcio e di vitamine (A, C, B12, B1 e PP). Sono specifiche per disintossicare il fegato. Contengono anche ferro, potassio fosforo, selenio, zolfo. Aiutano l’organismo a depurarsi dalle scorie radioattive e dai metalli pesanti.

Come vedete, le alghe sono davvero un alimento prezioso che la Natura ci ha donato, non possiamo ignorarlo!

Ovviamente, è bene non abusarne, in quanto essendo un cibo molto “potente”, un eccesso potrebbe turbare l’equilibrio della tiroide.

Si consumano in piccole quantità aggiunte a vari cibi.

Buonissimo anche il mix tra alghe e semi di sesamo, il famoso Gomasio alle Alghe che arricchisce il piatto più scialbo! (qui).

⇒Hai una domanda? Iscriviti al Blog e chiedi a me!

Se non hai domande iscriviti per restare aggiornato!

[newsletter_form]

Scopri quali sono i cibi sani qui

Conosci ed evita il cibo spazzatura qui

Conoscete le proprietà delle alghe?

Le consumate regolarmente?

Alla prossima! ;-D