Biocosmesi…e non solo

Macchie della pelle: tutto quello che funziona veramente!

Macchie della pelle: rimedi realistici ed efficaci

Le macchie della pelle fanno penare tantissime persone, soprattutto le donne.

Non solo perché le donne si preoccupano di più del loro aspetto (sono indotte in ogni modo a farlo) ma anche perché, purtroppo, per svariati motivi le macchie cutanee colpiscono soprattutto loro.

Tipi di macchie della pelle

Esistono, in realtà, diversi tipi di macchie della pelle: le più odiate e difficili da trattare sono quelle brune e i melasmi.

Ci sono poi le lentiggini che colpiscono soprattutto (ma non solo) le persone con carnagione chiara (e sottotono caldo) ed i capelli biondi/rossi: si manifestano, in persone predisposte, già con le prime esposizioni al sole, ma di solito non hanno una rilevanza clinica e nemmeno estetica.

Personalmente le trovo carinissime.macchie pelle

⇒Scopri le cause psicosomatiche delle macchie scure (qui)

Poi ci sono le macchie rossastre (tipicamente post-brufolo) che possono sparire da sole abbastanza velocemente oppure essere più resistenti ed avere bisogno, quindi, di un trattamento.

Le macchie scure sono di colore marrone/ruggine e si presentano di solito sul viso: guance, tempie, fronte, mani.

Se hai un tipo di pelle che tende a macchiarsi, ricorda di fare una periodica pulizia del viso!

Come affrontare il problema a 360 gradi per sbarazzarsi delle macchie della pelle?

Partiamo dalle importanti scelte cosmetiche!

Su quali cosmetici orientarsi?

Di prodotti anti-macchie con commercio ne esistono a bizzeffe, alcuni dal costo veramente esagerato.

Per le macchie consiglio alcuni prodotti di Fitocose che ho testato personalmente.

Hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo:

  •  Crema all’acido glicolico per il corpo al 12% (si può usare anche sulle macchie più resistenti del viso);
  • Crema all’acido glicolico per il viso all’8%. La consiglio in inverno e nelle mezze stagioni. E’ molto simile nella composizione a quella per il corpo, ma ha una percentuale minore di acido glicolico. Scopri di più⇒qui
  • Gel schiarente all’acido glicolico 10% e acido cogico 1% da applicare sulle singole macchie. In sinergia i due acidi lavorano meglio; Scopri di più⇒qui
  • Fluido A.H.A. al 10%. Non contiene quota grassa e può essere usato dalle pelli miste/grasse e da tutte le pelli quando fa più caldo. (non in estate). Leggi la recensione. Scopri di più⇒qui
  • Crema all’uva ursina. è una crema completa, che può essere utilizzata come crema da giorno, senza temere effetti di sensibilizzazione. Contiene un mix di schiarenti: uva ursina, acido cogico e rosa canina (effetto schiarente ed antinvecchiamento), silimarina (effetto schiarente), burro di karitè. Una bellissima alternativa alla crema da giorno. Scopri di più⇒qui
  • Alkemilla – Glycolica – Trattamento completo all’acido glicolico costituito da: Lozione purificante, Maschera Viso al 24%, Crema viso al 12%, Crema viso al 3%, Crema viso Iperidratante, Crema Corpo 16%. L’acido glicolico purifica la pelle, esfoliandola e rigenerandola. Da usare soprattutto nelle zone delle macchie. Prezzi competitivi!(⇒qui).
  • L’olio puro di Rosa Mosqueta è ottimo per trattare le macchie scure e per levigare eventuali cicatrici. Scopri di più⇒qui
  • Sebobase: pur non essendo creato specificamente per le macchie, può dare un aiuto grazie alla presenza di acido azelaico, utile contro le discromie.
  • L’estratto di pepe nero (piperina) stimola il ricambio cellulare e può dare una mano a contrastare le macchie cutanee. Arcangea ha creato una crema gel al 98% di piperina. Scopri di più⇒qui
  • Anche l’aloe puro può dare una mano contro le macchie cutanee. Il gel di Bioearth ad esempio è meraviglioso.
  • Per le macchie post-brufolo Fitocose ha creato Jalus Spot (scopri di più⇒ qui) a base di alchemilla e hamamelis da usare sulle singole macchie.

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Macchie della pelle: approfondiamo le cause

Possono avere diverse cause. Tra le principali: l’età (da qui il nome di macchie senili), esposizione al sole (macchie solari), lo stress, uso di lampade abbronzanti, disfunzioni ormonali, utilizzo di contraccettivi orali (in abbinamento all’esposizione al sole sono micidiali),gravidanza, predisposizione genetica.

Da alcuni studi risulta che lo stress abbia un ruolo fondamentale nella comparsa di alcuni tipi di macchie cutanee.

Le macchie solari e quelle senili sono le più ‘toste’ da mandare via. Perché, di solito, sono anche le più profonde e quindi più resistenti ai trattamenti.

Macchie della pelle: cosa fare?

Una cosa da fare è una visita dal dermatologo che innanzitutto valuterà la natura della macchia e poi, una volta escluse le cause cliniche, utilizzerà la lampada di Wood per verificarne la profondità.

Alcune macchie, soprattutto quelle di vecchia data, sono difficili da eliminare con un semplice trattamento cosmetico.

Traggono più giovamento da interventi in profondità, come peeling chimici, sedute di microdermoabrasione e laser eseguiti da un medico estetico.

Tuttavia, c’è anche il rovescio della medaglia: questi trattamenti, soprattutto su pelli sottili e sensibili, possono provocare traumi ed irritazioni e peggiorare ancora più lo stato della pelle.

Per questo è bene agire subito, appena si nota la comparsa di una macchia della pelle. Sarà più semplice e indolore eliminarla.

Nel caso di macchie ostinate, c’è dunque una scelta da fare: rischiare con qualche seduta dal dermatologo oppure portare pazienza con trattamenti più a lungo termine ma più delicati.

Macchie della pelle: consigli comportamentali 

1)La prima indiscutibile cosa da fare se si è predisposti alle macchie brune è proteggersi dal sole. E’ una gran seccatura, ma purtroppo è così. In che modo? Soprattutto con protezioni fisiche (cappelli, occhiali, maglietta bianca ecc). I filtri solari non sono esattamente salutari, ma è bene optare per il male minore: una protezione solare con filtri fisici, non solo quando si va al mare ma. Se siete predisposti alle macchie solari, ed avete la pelle sensibile e con couperose, va usata tutto l’anno. La causa delle macchie solari sono i raggi UVA che sono presenti tutto l’anno. macchie pelle2)La seconda cosa da fare subito è trovare l’acido esfoliante più adatto a sé. Per le macchie scure l’acido più funzionale è il glicolico, ma spesso si trae giovamento da un mix di acido glicolico e acido salicilico. Altri acidi adatti sono: l’acido mandelico (per le pelli più delicate), l’acido azelaico, l’acido retinoico (vitamina A in forma acida), l’acido cogico (in sinergia con il glicolico). Tra i rimedi totalmente naturali un certo rilievo viene dato alla silimarina (derivante dal cardo mariano, noto disintossicante del fegato) e all’uva ursina.

3)I cosmetici a base di questi acidi vanno utilizzati a cicli. Bisogna però sempre fare una pausa di 3/4 settimane, durante le quali non si usa nessun acido. In inverno si può optare per le creme, in estate è meglio evitarli del tutto. Una volta debellata la macchia, si possono continuare ad usare meno frequentemente per tenere sotto controllo la situazione.

4)Un altro trattamento valido per le macchie della pelle è l’uso di cosmetici a base di vitamina C.

5)Esistono anche integratori utili contro le macchie: i più efficaci sono quelli a base di vitamina E e vitamina C (consultate sempre il medico prima di assumerli).

I risultati schiarenti sulle macchie non saranno sicuramente immediati: ci vogliono mesi (in alcuni casi anni) di trattamento continuato (salvo brevi pause) per vedere i primi risultati.

Lo stesso tipo di trattamento vale anche per il melasma o cloasma, macchia color caffelatte che di solito si presenta dopo i 30 anni sulla fronte, appena sotto la zona delle occhiaie, a volte sul naso, più spesso sul labbro superiore (zona baffo).

Le macchie rossastre post-brufolo, invece, sono più superficiali e possono essere eliminate: ripetendo più spesso lo scrub per il viso, oppure usando un cosmetico a base di acido salicilico e/o di vitamina C.

Vuoi avere una bella pelle?

Scopri la guida!

NOTA BENE: l’acido glicolico risulta a pallino giallo nel Biodizionario, in quanto potenzialmente fotosensibilizzante. Evitare di usarlo di giorno ed in piena estate.

Che ne pensate? Cosa utilizzate per la lotta alle macchie della pelle?

Alla prossima. 😉

16 pensieri su “Macchie della pelle: tutto quello che funziona veramente!

  1. Giada

    Ciao! Se possibile vorrei chiedere un paio di cose
    Ma durante la stagione estiva..le maschere (tipo a base di argilla …curcuma.).tolgono labbronzatura? La stessa domanda la faccio per i prodotti a base di bava di lumaca che combattono le macchie
    In caso la risposta fosse affermativa (ovvero tolgono l’abbronzatura ) che abitudini devono adottare le pelli acneiche per questa stagione?
    Grazie!! 🙂

    1. pauline Autore dell'articolo

      Ciao Giada 🙂
      Le maschere all’argilla non tolgono l’abbronzatura, hanno un effetto astringente, assorbente e remineralizzante.
      La curcuma è ottima, sia per la pelle grassa che per le macchie.

      La bava di lumaca contiene una piccola quantità di acido glicolico che esfolia delicatamente la pelle.
      Non dovrebbe dare grossi problemi, puoi certamente provare ad usare prodotti a base di bava, ma soltanto di sera (non tutte le sere) ed utilizzando poi un filtro solare alto durante il giorno.
      La pelle acneica può essere molto sensibile, quindi mi raccomando di usare il filtro solare ma privo di oli (ad esempio, quello in spray di Bioearth).

      Meglio, comunque, evitare trattamenti “strong” (acidi) nel periodo in cui ti esponi giornalmente al sole (ad esempio vai al mare o in montagna).

      La pelle acneica dovrebbe trarre giovamento, durante la stagione estiva, dal sole e dall’acqua marina. Dipende, però, dal tipo di acne, non so se è il tuo caso…

      La routine migliore prevede l’utilizzo di detergenti delicati a base di avena, azulene, meglio evitare il latte detergente.
      Evita tonici alcolici, puoi utilizzare degli ottimi idrolati a base di lavanda, salvia, timo.

      In estate puoi scegliere sieri leggeri, fluidi con poco olio che restituiscono idratazione senza ungere la pelle, nè occluderla. Vanno bene anche prodotti lenitivi.

      Ricorda di preparare la pelle al sole, per far sì che arrivi già forte e protetta all’estate: mangia cibi arancioni/gialli ed assumi integratori a base di vitamina A e Betacarotene un paio di mesi prima di esporti. Vedrai che abbronzatura 😉

      Spero di esserti stata utile, se hai domande chiedi pure!

      1. Giada

        Che gentilezza, grazie mille!
        Avrei un’altra domanda..ma se devo evitare prodotti con oli..cosa scelgo con la cosmetica bio?(ed per creme idratanti o lenitive) Vi sono oli dappertutto 🙁
        Grazie ancora!

        1. pauline Autore dell'articolo

          Eccomi! 🙂

          Gli oli non vanno del tutto evitati, scegli quelli leggeri ed assorbibili come Jojoba e Argan.
          Per tutta la primavera puoi utilizzare delle creme leggere ed idratanti, oppure dei fluidi/sieri poco oleosi, con oli leggeri.

          In estate, invece, puoi optare per sieri oil free, che idratano grazie all’acido ialuronico, alla glicerina, all’aloe…
          A proposito di bava di lumaca, puoi valutare il siero di Bioearth, è privo di oli ma altamente idratante, oppure lo Jalus di Fitocose all’acido ialuronico.

          Ti linko i prodotti:
          https://www.macrolibrarsi.it/prodotti/__loom-serum-siero-viso-96.php?pn=4706
          https://www.macrolibrarsi.it/prodotti/__jalus-siero-equilibrante.php?pn=4706

          1. Giada

            ma l’acido ialuronico non rientra negli acidi da evitare d’estate?

            vi è una pagina o articoli in cui sono presenti tutti questi oli leggeri e facilmente assorbili? ^_^

            ah..e anche se non si va al mare/montagna per le persone,come me, che si spostano molto a piedi..il sole può peggiorare acne/brufoli?avevo pensato ad una crema idratante bio con spf ma non ce ne sono in giro ..e mettere solo il solare mi sembra poco idratante!

            comunque ancora grazie sei veramente super (come i tuoi articoli :P)

    1. pauline Autore dell'articolo

      🙂 Grazie 🙂

      Tranquilla, l’acido ialuronico non è un acido esfoliante, puoi usarlo in qualsiasi momento.

      Il sole peggiora un certo tipo di acne, invece giova ad altre forme..nel tuo caso, noti che d’estate la pelle migliora o peggiora?

      Ad ogni modo devi proteggerti, come tutti, anzi nel tuo caso la pelle è sicuramente più sensibile.

      Le creme solari sono vere e proprie creme idratanti, puoi usarle al loro posto, di giorno ovviamente. Di sera, poi, vanno struccate accuratamente con un prodotto oleoso.

      Nel tuo caso, puoi utilizzare un solare oil free (in estate) oppure il solare per pelle mista di Fitocose (in primavera).

      Ti linko la pagina dei solari
      http://www.mynonsolobio.com/solari-bio/

      e quella dell’olio di Jojoba, il più adatto al tuo tipo di pelle
      http://www.mynonsolobio.com/olio-di-jojoba-capelli/

      🙂

      1. Giada

        anni fa la mia acne lieve/adolescenziale spariva d’estate..la scorsa estate invece il sole sembrava non portare benefici..ma quest’inverno ho cambiato anche alimentazione e quindi questa estate sarà un’incognita..

        generalemente comunque mi detergo il viso con la mousse struccante purificante della bioearth e se sono truccata prima mi strucco con l’acqua micellare all’aloe sempre della bioearth ma immagino non vadano bene per togliersi bene la crema solare..o sbaglio? dovrei usare un olio per struccarmi? e poi ripassare un detergente per togliere l’unto?

        1. pauline Autore dell'articolo

          I detergenti che usi vanno benissimo, per togliere il solare è meglio un latte detergente o uno struccante oleoso, ma anche un olio puro va bene (ad esempio Jojoba).
          Dopo lava il viso con il detergente di Bioearth.

          Osserva bene come reagisce la tua pelle al sole 😉

  2. Giada

    Scusami nuovamente il disturbo..mi sono venuti in mente dei dubbi ma non ho un recapito mail quindi ti scrivo qui qualche domanda anche se non c’entra niente col post! 🙂

    Allora…una crema idratante ha lo scopo di portare L acqua dagli strati più profondi in superifice ed è quindi più ricca di umettanti (es glicerina)mentre una crema nutriente è più ricca di emollienti (es oli)e ha lo scopo di fornire sostanze grasse, nutritive alla pelle giusto?

    Da qualche parte avevo letto che una pelle acneica ha bisogno di entrambe ma sicuramente è favorita l’idratazione..mi confermi?

    Inoltre…il siero dovrebbe essere più idratante della crema giusto? (Quindi da preferire per la pelle acneica)

    Ma i sieri a base ,ad esempio, di aloe (es omia laboratories) o a base di bava di lumaca…sono piu idratanti o nutrienti?

    Ultima domanda (non mi uccidere ti prego ahahah):quando non uso i fondo minerali uso i fondotinta liquidi (per una maggior coprenza)che hanno una serie di emollienti.. (es uso bb cream so bio etic o fondotinta puro pio) …se ci si trucca la sera quando la crema la si è messa la mattina no problema..ma se ci si trucca subito dopo la crema non si va a caricare troppo la pelle?
    Specie se si mette siero+crema

    Perdonami per le domande ma sono proprio inesperta :(!!!

  3. Giada

    Ultimissima domanda dopo il poema che ti ho scritto(stavolta davvero): è controproducente ad esempio mettere la crema o siero più di 2 volta al giorno?
    Esempio: la mattina appena alzata..nel pomeriggio torno a casa mi strucco poi crema e poi la rimetto prima di andare a dormire?

    (Ti farò una statua :D)

  4. pauline Autore dell'articolo

    Allora: una crema idratante ha la funzione di idratare e nutrire la pelle, apportando dall’esterno acqua/umettanti e sostanze grasse.
    Una crema è sempre sia idratante che nutriente, in quanto è un’emulsione (acqua+grassi).

    Ovviamente, esistono creme più grasse e creme più leggere, con meno grassi o grassi più leggeri, adatte a pelli miste/grasse.

    Anche la pelle acneica ha bisogno di idratazione e nutrimento, ma in forma più leggera.

    Il siero può essere oleoso (quindi fatto come una crema, ma più liquido e più “penetrante”) oppure solo umettante, quindi senza quota grassa.
    Quelli a base di solo aloe/bava di lumaca sono umettanti, cioè apportano solo quota idratante, di solito vengono usati per veicolare altri principi attivi e si stendono prima della crema.

    Ma se una pelle ha bisogno, in una determinata fase, di soli umettanti, questi sieri da soli sono sufficienti.

    Diciamo che non esiste una regola che vale per tutte le pelli: bisogna trovare il giusto equilibrio tra idratazione/nutrimento per la propria pelle.
    Quindi bisogna agire diversamente in base alle stagioni, al proprio tipo di pelle, al suo stato in un dato momento, all’età, ecc…

    Per quanto riguarda il fondotinta, su una pelle acneica, in teoria, spalmare tutta quella roba potrebbe essere controproducente, ma ancora una volta, più che il discorso teorico vale quello “empirico”: la tua pelle come reagisce?

    Se si lucida, diventa impura ed opaca allora devi togliere qualche prodotto.

    In linea generale, comunque, su una pelle acneica non userei un fondo liquido, meglio un buon correttore ed il fondo minerale.
    Meno prodotti usi in totale, meglio è.
    M se la detergi e la pulisci a fondo, puoi usare il fondotinta liquido ogni tanto. 😉

    Per quanto riguarda la tua ultima domanda, la risposta è: dipende 😀

    Se la tua pelle è acneica e grassa di natura, che bisogno c’è di idratarla così spesso?
    Al mattino prima del trucco è ok.
    Dopo lo strucco, nel pomeriggio, lasciala riposare, non darle nulla, a meno che non te lo “richieda” espressamente.

    Alla sera, puoi utilizzare un prodotto specifico per le impurità.

    Non è facile capire e trattare la propria pelle, si impara piano piano, intuisco che sei giovanissima, hai tutto il tempo per diventare un’esperta. 😉

    1. Giada

      Si, hai intuito bene! :p
      Terro a mente tutte queste nozioni e cercherò di notare più come la mia pelle reagisce!!!

      Cercherò anche di imparare a usare i correttori 😀

      Sei fantastica …grazie grazie grazie e ancora grazie!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *