Olio di Ricino di Officina Naturae: recensione e foto dell’olio protettivo e nutriente per pelle e capelli.

Oggi recensisco uno dei miei oli preferiti per fare impacchi ai capelli, si tratta dell’olio di Ricino di Officina Naturae.

Vi invito a scoprire le sue caratteristiche e le modalità di utilizzo.

Descrizione dell’Olio di Ricino di Officina Naturae

 

Caratteristiche del prodotto

  • Texture: densa
  • Velocità di assorbenza: media/bassa
  • Colore: giallo chiaro
  • Profumo: neutro
  • Packaging: flacone in plastica scura con tappo a vite
  • Finish: oleoso/nutriente

Dati tecnici

  • Nome: Olio di Ricino
  • Impiego: Olio per viso/corpo/capelli
  • Marchio: Officina Naturae
  • Reperibilità: rivenditori del marchio, e-shop (Acquista l’olio di ricino)
  • Peso/quantità: 110 ml
  • Pao: 6 mesi
  • Prezzo: 4,20
  • Metodo di estrazione: a freddo
  • Biologico: eco-compatibile, non certificato
  • Vegetariani e Vegani: Vegan Ok.

Ingredienti (Inci name)

  • Ricinus Communis Seed Oil

ricinoRecensione d’uso

Utilizzo l’olio di Ricino di Officina Naturae a partire dallo scorso autunno, quando la mia pelle secca ed i miei capelli con tendenza ad essere crespi iniziano a soffrire.

Ho scelto il marchio Officina Naturae per la serietà e l’affidabilità dell’azienda romagnola e per l’ottimo rapporto qualità/prezzo di tutti i suoi prodotti.

Vi invito a dare un’occhiata anche alla recensione dell’Olio di Rosa Mosqueta.

Come avete letto, infatti, il flacone è da 110 ml per euro 4,20, un prezzo competitivo ed accessibile veramente a tutte le tasche.

L’olio è estratto a freddo dai semi del Ricinus Communis e conserva, quindi, tutte le sue benefiche proprietà.

 

Il packaging  dell’olio di Ricino di Officina Naturae è costituito da un flacone in plastica dura e scura, con tappo a vite.

E’ l’unica nota negativa degli oli di questo marchio, dato che sarebbe più indicata, per una questione di migliore conservazione del prodotto, la bottiglia in vetro.

Inoltre l’apertura del flacone non ha il contagocce, quindi bisogna dosarlo con cautela…!

La texture dell’olio di ricino è, com’era prevedibile, piuttosto densa, simile a quella del miele.

Nonostante l’alta densità, comunque, si stende abbastanza bene, sulla pelle risulta scorrevole.

Non è un olio appiccicoso, tuttavia rende la pelle untuosa e si assorbe con lentezza.

Per questo motivo, va massaggiato a lungo ed accuratamente per farlo assorbire completamente.

Il colore è giallo chiaro, il profumo è quasi neutro, con una punta di “noce bruciata”.

texture officina naturae

Generalità e modalità di utilizzo

L’olio di ricino è il più pesante tra gli oli vegetali, è molto viscoso ed è costituito da acido ricinoleico.

E’ un olio super-nutriente, emolliente e protettivo.

Possiede anche proprietà lenitive ed antiinfiammatorie.

E’, quindi, indicato per la pelle secca, sensibile, arrossata, matura, soggetta a tagli e fessurazioni.

E’ l’olio più utile per nutrire i capelli secchi e crespi, oppure trattati e colorati: un impacco pre-shampoo con l’olio di ricino restituisce loro lucentezza ed elasticità.

Ottimo per la costituzione ayurvedica Vata.

Può essere utilizzato in diversi modi:

  • Da solo, per massaggiare la pelle e per fare impacchi ai capelli
  • Miscelato ad altri oli per renderlo più scorrevole e migliorare l’assorbibilità
  • Ottimo come olio protettivo pre-bagno o pre-doccia
  • Perfetto per ammorbidire le zone più ruvide del corpo, come piedi, gomiti, ginocchia
  • Controindicato sulla pelle grassa e impura ed in estate.

L’olio di ricino è molto confortevole sulla pelle ed è riscaldante.

Mi piace utilizzarlo sul corpo in questi giorni in cui le temperature rigide rendono la mia pelle più secca e ruvida, specialmente sulle gambe.

Una volta alla settimana lo stendo su tutte le lunghezze dei capelli, lo lascio agire per circa un’ora e poi faccio lo shampoo.

Capelli splendidi e lucenti!

 

Che ne pensate dell’olio di Ricino?

Avete utilizzato quello di Officina Naturae?

A presto!

Come avere una bella pelle