Biocosmesi…e non solo

Olio di mandorle dolci: proprietà e idee per usarlo

Proprietà dell’olio di mandorle dolci

L’olio di mandorle dolci per le sue proprietà è ampiamente utilizzato in cosmesi.

Scopri come puoi usarlo per migliorare la pelle ed i capelli!

Un olio versatile

Pensi che l’olio di mandorle dolci sia troppo inflazionato in cosmesi?

Sei stufa di vederlo dappertutto, infilato in qualsiasi prodotto come il prezzemolo? 🙂

Forse è vero, ma c’è una ragione per cui è così tanto utilizzato. Anzi molte ragioni.

Numerose sono, infatti, le sue proprietà benefiche per la pelle ed i capelli.

Personalmente, credo che, insieme al burro di karitè ed al gel d’aloe, l‘olio di mandorle dolci sia un cosmetico ‘must’, da non far mancare mai in casa.

Ma quali sono le proprietà dell’olio di mandorle dolci? Da dove proviene?

olio di mandorle dolci proprietà

E’ presto detto: l’olio di mandorle dolci (in inci: Prunus Amygdalus Dulcis) proviene dal bellissimo mandorlo, un albero originario dell’Asia occidentale.

Il mandorlo ha teneri fiori bianco/rosati ed il suo frutto di colore verde contiene, appunto, la ben nota mandorla (il seme).

Per pressione delle mandorle si ottengono diversi oli, tra cui quello di mandorle dolci, nettamente più utilizzato in cosmesi rispetto agli altri.

Scopri di più⇒qui

L’olio di mandorle è utilizzato anche in cucina ed il seme del mandorlo (ovvero la mandorla) è un frutto oleoso dalle eccezionali proprietà.

Aspetto e principi attivi dell’olio di mandorle dolci

Per riconoscere l’olio di mandorle dolci puro bisogna stare attenti al colore ed all’odore.

Ha un colore giallo tenue, aspetto limpido e trasparente ed ha una profumazione molto delicata (quasi assente).

E’ un olio molto nutriente, untuoso e scorrevole al tatto.

Ha innumerevoli principi attivi.

E’ ricco di vitamina A e del gruppo B, proteine, sali minerali, glucidi.

E’ particolarmente ricco di vitamina E (come la mandorla d’altronde), acido oleico e linoleico (acidi grassi insaturi) e fosfolipidi con proprietà emulsionanti, emollienti ed idratanti.

Questi principi attivi sono molto importanti per la salute e la bellezza della pelle.olio di mandorle dolci proprietà

Le proprietà dell’olio di mandorle dolci

L’olio di mandorle dolci è così tanto utilizzato in cosmesi perchè ha un alto tasso di “dermo-affinità”, cioè va particolarmente d’accordo con la pelle umana 🙂

Inoltre è un olio adatto a quasi tutti i tipi di pelle, in particolar modo per per quella secca e delicata.

E’ particolarmente consigliato in caso di capelli secchi e sfibrati: è una bomba se applicato come impacco sulle lunghezze (evitare, però di stenderlo sulle radici).

Essendo potenzialmente comedogeno, non è adatto alle pelli miste e grasse.

Scopri di più⇒qui

Vediamo tutte le le proprietà dell’olio di mandorle dolci!

1)Nutriente: è l’olio vegetale più nutriente in assoluto, per questo viene consigliato sopratutto alle pelli secche, screpolate, disidratate.

2)Elasticizzante: essendo molto affine alla pelle, l’olio di mandorle dolci ha il potere di mantenere e rendere la pelle più elastica, prevenendo la formazione delle temute smagliature, sopratutto durante la gravidanza;

3)Emolliente: essendo molto nutriente, è anche capace di ammorbidire molto la pelle, sopratutto se combinato con fattori idratanti (ad esempio, utilizzando una crema a base di olio di mandorle dolci);

4)Lenitivo: ha anche un alto potere lenitivo, non a caso il suo utilizzo è consigliato alle pelli più delicate, sensibili, arrossabili. Molto adatto alla cute sottile dei bambini e come doposole, magari mescolato al gel d’aloe;

5)Scorrevole: la sua texture è particolarmente scorrevole, per questo motivo è molto utilizzato in cosmesi come alternativa naturale ai siliconi. E’, inoltre, particolarmente indicato per i massaggi;

6)Antinvecchiamento: la sua composizione ricca di vitamina E ed acidi grassi lo rende un olio con una spiccata azione antietà. Per questo è consigliato anche alle pelli mature, con rughe.

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Bellezza 100% Bio (qui)

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Sette riti di bellezza giapponese (qui)

olio di mandorle dolci proprietà

Come sceglierlo

Dopo aver prestato attenzione al colore ed all’odore, per scegliere un olio di mandorle dolci di qualità è bene fare attenzione al metodo di spremitura ed al prezzo.

No al metodo con i solventi, il metodo più sicuro e sano è quello meccanico, con spremitura a freddo, per garantire che tutte le proprietà dell’olio restino intatte (questo vale per tutti gli oli).

E’ preferibile, inoltre, sceglierlo di origine biologica.

Per quanto riguarda il prezzo, l’olio di mandorle dolci non è particolarmente caro, tuttavia è bene diffidare degli oli troppo economici (come se ne vedono in alcuni supermercati).

Di seguito alcuni oli di mandorle dolci di provenienza biologica.

1)La Saponaria – Olio di Mandorle Dolci Emolliente (qui): olio di mandorle dolci puro, prodotto per pressione a freddo. Flacone da 100 ml. Certificato “Cosmetici Biologici”. C’è anche il formato da 1 litro;

2)Argital – Olio alle Mandorle Dolci (qui): olio puro, in formato spray da 125 ml. Dura di più proprio grazie allo spruzzino che ne favorisce anche il dosaggio. Ha varie certificazioni bio, tra cui quella di Icea;

3)Beltàbios – Olio Secco Corpo Baby (qui): è un olio secco (quindi meno untuoso) con olio di mandorle dolci, olio di riso, olio di girasole, estratto di Calendula e vitamina E. Carinissimo, studiato per i bambini ma adatto a tutte le pelli delicatissime. Certificato Icea;

4) Flora – Olio di Mandorle Dolci (qui)adatto anche all’uso alimentare l’olio di Flora. Contiene anche vitamina E. Il flacone è da 250 ml. Buon rapporto qualità/prezzo.

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Conoscevate tutte le proprietà dell’olio di mandorle dolci?

A presto! :-*

5 pensieri su “Olio di mandorle dolci: proprietà e idee per usarlo

  1. Sunrice

    Buondì Pau,
    è vero, quest’olio lo ritroviamo in una miriade di preparazioni, dai latti detergenti alle creme elasticizzanti per le neo mamme, ed è molto apprezzato e raccomandato da utilizzare anche come semplice olio milleusi.
    Nei mesi scorsi mi sono imbattuta in diverse conversazioni in cui si tendeva a demonizzarlo per via del fatto che potrebbe risultare comedogeno, in realtà credo che, come ogni cosa, sia soggettiva.
    Le volte che l’ho ritrovato in alcuni prodotti mi sono sempre trovata benone, anzi,proprio specifico per le pelli sensibili e aride come la mia in certi periodi dell’anno!
    Basti pensare a due famosi latti detergenti, quello di Weleda (linea Amande) e quello di La Saponaria, che personalmente li ho trovati tra i migliori mai provati per come lasciavano la pelle dopo il risciacquo e per l’azione struccante delicata ma efficace.
    In realtà credo che le cose andrebbero provate prima di scartarle a priori e poi decidere, anche perchè potenzialmente quasi tutti gli olii (e non solo) potrebbero avere un potere comedogeno, per cui ognuno dovrebbe capire quali possono andar bene su di sè e quali no.
    Sempre utile leggere le proprietà degli ingredienti, e poi il mandorlo è così in tema con la stagione…..:-)

    Baci primaverili!!:-**

  2. pauline Autore dell'articolo

    Ciao bella! 🙂
    Concordo con gran parte delle tue considerazioni.
    Credo che snobbare e/o demonizzare quest’olio sia sciocco, è un olio eccellente.
    Certo non lo consiglierei a tutti i tipi di pelle ma solo a quelle secche, screpolate, sensibili.

    Per quanto riguarda la comedogenicità, pare che lo sia ‘oggettivamente’ un pò più di altri (come quello di ricino, sono entrambi piuttosto untuosi) ovviamente molto di più sulle pelli predisposte alle impurità.
    Sicuramente ogni pelle reagisce a modo suo, ma in linea generale, credo che sia un rischio utilizzarlo su pelli miste/grasse, sopratutto in forma pura.

    Per il tuo tipo di pelle credo sia molto indicato, a proposito il latte detergente La Saponaria che hai citato è strepitoso, lo provai tempo fa! 😉

    Credo che l’olio di mandorle dolci sia il grasso perfetto per la pelle del corpo, più arida di quella del viso: a meno che non si soffra di acne anche lì, è adatto a tutti 🙂

    Sui capelli secchi e rovinati è un toccasana,provare per credere!
    Io lo uso per gli impacchi e sulla pelle del corpo in forma pura d’inverno: pelle di seta 🙂

    Ah il mandorlo che poesia….:-D

  3. Lumaca

    condivido con te che l’olio di mandorle dolci insieme al burro di karitè e al gel di aloe sono un must have.. li tengo sempre tutti e tre.. l’olio di mandorle dolci lo uso per prevenire le smagliature anche se per quelle di vecchia data non ho trovato ancora una soluzione..

    1. pauline Autore dell'articolo

      Dipende da quanto sono profonde: se sono ancora superficiali la crema all’acido glicolico può darti una mano, altrimenti diventa competenza del dermatologo (può aiutarti con il laser).
      Se dai un’occhiata al post sulle smagliature ho segnalato anche prodotti specifici per questo problema, anche l’olio di rosa mosqueta ha la sua efficacia 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *