Olio di sesamo: scopri le sue potenzialità!

 Olio di sesamo: protettivo, nutriente e riscaldante.

Un olio ricco di vitamine ed altre sostanze utili per il benessere di pelle e capelli.

L’olio di sesamo è estratto dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di Sesamum Indicum (in Inci troviamo Sesamum Indicum Oil).

E’ un olio di media pesantezza, utilizzato ampiamente nella medicina ayurvedica, soprattutto per il trattamento della costituzione “Vata”, (predisposto ad artrite, reumatismi), sia come alimento “terapeutico”, che per eseguire i massaggi.olio di sesamo

Vuoi avere una bella pelle?

Scopri la guida!

Olio di sesamo: caratteristiche e proprietà

E’ un olio ricco di acidi grassi insaturi e polinsaturi (Omega3 e Omega6), sostanze estremamente benefiche per la pelle e la salute in generale.

Dal punto di vista cosmetico, le sue proprietà più interessanti sono collegate alla presenza di:

1)una frazione di “insaponificabile”, con ottima funzione antiage, dove sono presenti due sostanze che lo rendono estremamente resistente all’irrancidimento: sesamina e sesamolina;

2)vitamine A e E, la prima con funzione rigenerante, la seconda antiossidante;

3) capacità schermante sui raggi UV, caratteristica che rende l’olio di sesamo utilizzato ampiamente nei prodotti solari.

Scopri di più⇒qui 

olio di sesamo

Usi cosmetici dell’olio di sesamo

L’olio di sesamo vanta diverse ed utili applicazioni cosmetiche, molti delle quali ancora poco conosciute.

Può essere utilizzato per curare:

1)Pelle secca e invecchiata: è un olio che penetra profondamente e velocemente;

2)Pelle ruvida: è un ottimo olio ammorbidente, adatto per rendere liscia e levigata la pelle, soprattutto nelle zone critiche come talloni, gomiti e ginocchia, ancora meglio se abbinato ad un veicolante come l’olio di mandorle dolci. E’ un olio particolarmente adatto per l’inverno, in quanto “riscaldante”;

3)Pelle mista/grassa: ha proprietà riequilibranti, simili a quelle dell’olio di jojoba;

4)Capelli secchi e crespi: è un olio ricostituente, nutriente ed emolliente, perfetto per le chiome più ribelli, ottimo sia per gli impacchi pre-shampoo che come leave in.olio di sesamo

5) Pelle infiammata: la presenza di acidi grassi essenziali conferisce all’olio di sesamo anche proprietà antinfiammatorie, per cui può essere utile per lenire dolori e tensioni articolari e muscolari, per aiutare la pelle a rigenerarsi dopo una scottatura e per problematiche come la psoriasi e l’eczema.

L’olio di sesamo risulta utile anche per eseguire l’oil pulling (sciacqui per la bocca) e per massaggiare le gengive, che resteranno idratate e protette dalle infiammazioni.

L’olio di sesamo è di colore giallo/dorato chiaro ed ha un profumo che ricorda quello delle arachidi abbrustolite (a me, personalmente, piace molto).

Scopri di più⇒qui 

Olio di sesamo: prodotti utili

Il mio consiglio è, ovviamente, quello di scegliere, sia per uso cosmetico che alimentare, un olio di sesamo con certificazione biologica ed ottenuto per spremitura meccanica e a freddo, come quelli in elenco.

1)Officina Naturae – Olio di Sesamo (qui): olio di sesamo puro, con il consueto buon rapporto qualità/quantità/prezzo di Officina Naturae;

2)La Saponaria – Olio di Sesamo (qui): olio puro al 100% e biologico, ottenuto per spremitura a freddo dei semi;

3)L’Aromoteca – Sesamo – Olio vegetale (qui): di qualità ottima l’olio di semi di sesamo puro al 100% in flacone di vetro scuro;

4)La Bottega Eco & Logica – Olio corpo Sesamo e Oliva  (qui): un mix di oli favolosi per la pelle. Oltre a quello di sesamo, troviamo riso, girasole, oliva, mandorle dolci, avocado, olio essenziale di lavanda, vitamina E ed estratto di Equiseto (rafforzante per pelle e capelli).

LETTURA CONSIGLIATA: Bellezza 100% Bio (qui)

LETTURA CONSIGLIATA: Sette riti di bellezza giapponese (qui)

N.B. Le informazioni contenute in questo articolo non intendono sostituire i consigli del medico, al quale spetta ogni diagnosi, prescrizione ed indicazione terapeutica.

Vuoi avere una bella pelle?

Scopri la guida!

Avete mai utilizzato l’olio di sesamo? Come vi siete trovati?

Alla prossima!