Biocosmesi…e non solo

Omia Laboratoires: Promossi e Bocciati!

Omia Laboratoires: inci e recensioni d’uso

Come sono gli inci di Omia?

Spesso mi viene posta questa domanda: così ho deciso di scrivere un articolo al riguardo, visto che si tratta di un brand che conosco abbastanza bene. 🙂

Il brand

Omia Laboratoires è un marchio appartenente alla MGA srl, azienda italiana di produzione di prodotti cosmetici, di qualità certificata secondo lo standard “Ecobiocosmesi”.

Ho già parlato dell’azienda a proposito del detergente viso-mani.

Omia è certificata da Icea, l’Ente di certificazione più rigido ma anche il più attendibile.

Conosco ed utilizzo questo brand da diversi anni.

In generale ritengo che sia buono: il rapporto qualità/prezzo dei suoi prodotti è soddisfacente.

Inoltre ha dimostrato (qualche scivolone a parte..) uno stile di formulazione cosmetica sempre piuttosto semplice e coerente.

Ha un’ottima reperibilità: si trova in tantissimi negozi, profumerie e supermercati.

Utilizza solo contenitori in plastica riciclabile (anche se non amo particolarmente la plastica, soprattutto per gli oli…).

Non mi piace il claim “0%“: mi sa un pò di furbata per attirare chi non si intende di inci name (e non è sempre veritiero al 100%).

Qui trovi cosmetici con buon inci e certificazione biologica!

Maschera all’Olio di Semi di Lino

In questo post parlerò di due prodotti in particolare che sto utilizzando in questo periodo: la maschera per capelli all’Olio di Semi di Lino e lo Scrub viso esfoliante leggero all’Olio di Argan.

Dico subito che la maschera per i capelli mi piace moltissimo.omia inci

Ne ho provate diverse nel corso degli anni (mi è piaciuta molto anche quella all‘Olio di Macadamia) ma questa si è rivelata la più adatta al mio tipo di capello, grosso, crespo e un pò ruvido.

Le maschere Omia hanno, comunque, un inci praticamente identico l’una con l’altra (tranne quella all‘Aloe!) cambia soltanto l’olio principale che compare in etichetta.

Inci: Aqua, Myristyl Alcohol, Behenamidopropyl Dimethylamine, Cetearyl Alcohol, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Linum Usitatissimum (Linseed) Seed Oil, Glycerin, Propanediol, Calendula Officinalis Flower Extract, PCA, Oleyl Alcohol, Butyrospermum Parkii Butter, Phenoxyethanol, Sodium Benzoate, Citric Acid, Tetrasodium Glutamate Diacetate, Parfum.

L’inci è molto carino, con tanti emollienti funzionali, come l’aloe, l’olio di semi di lino, il burro di karitè e l’estratto di calendula addolcente.

Qui l’unico ingrediente che, incomprensibilmente, viene approvato da Icea è l’antistatico Behenamidopropyl Dimethylamine, una sostanza molto tossica per i pesci!

Questo mi fa sentire in colpa ed infatti sto già cercando un’altra maschera che possa rimpiazzarla e non devasti troppo il pianeta…

Qui trovi cosmetici con buon inci e certificazione biologica!

omia inci

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Per il resto non posso criticare questo prodotto: lascia i capelli morbidi e nutriti senza appesantirli, ha un profumo gradevole e non stucchevole, si risciacqua velocemente senza lasciare residui.

E’ un prodotto conveniente: il prezzo è circa 5 euro per 250 ml.

Qui trovi un elenco di maschere naturali per capelli

Scrub Viso all’Olio di Argan

Passiamo allo Scrub Viso all’Olio di Argan.

omia inci

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Sette riti di bellezza giapponese (qui)

Questo prodotto appartiene alla linea per “Pelli normali e miste, tutta formulata con olio di Argan (almeno si spera!) 😀

E’ uno scrub definito “leggero” ed “illuminante“, probabilmente per la presenza di sostanze nutrienti ed antiage.

Dopo aver terminato il mio adorato scrub di Bjobj, ho voluto provare questo di Omia, principalmente perchè sono stata incuriosita dall’inci name.

Inci: Aqua, Glycerin, Apricot (Prunus Armenica) Seed Powder, Xanthan Gum, Caprylyl/Capryl Glucoside, Argania Spinosa Kernel Oil, Phenoxyethanol, Chondrus Crispus Powder (Carrageenan), Argania Spinosa Shell Powder, Sodium Benzoate, Tocopherol, Tetrasodium Glutamate Diacetate, Parfum, Alpha Isomethyl Ionone, Limonene.

In effetti, la consistenza di questo scrub è veramente atipica, direi.

E’ molto simile ad un gel (ma non lo è), al tatto è un pò viscida, scivolosa, probabilmente a causa della presenza di molta glicerina e gomma xantana.

Ci sono sostanze abrasive come la polvere di nocciolo di albicocca e di argan, muschio d’Irlanda (carrageenan, abrasivo comunemente usato, si tratta sostanzialmente di polvere di alga) e sostanze emollienti, tra cui l’olio di Argan.

La formulazione è interessante, la resa, secondo me, un pò meno.

Non è un brutto prodotto, beninteso, però non mi convince fino in fondo.

I granuli abrasivi si sentono, sono piuttosto grandi rispetto ad altri scrub che ho provato e non ce ne sono moltissimi.omia inci

Questo potrebbe rendere il prodotto meno delicato di come si dichiara, in realtà la consistenza scivolosa “ammortizza” un pò l’azione scrubbante.

In definitiva, il prodotto è delicato, ma forse troppo e non ‘scrubba’ come avrei desiderato.

Lascia la pelle morbida, non secca o arrossata.

Il profumo è la caratteristica di questo scrub che apprezzo di meno, pur non essendo obiettivamente sgradevole.

Il formato è da 75 ml e costa circa 5 euro.

Scopri come fare lo scrub in casa!

Altri prodotti provati

Altri prodotti di Omia Laboratoires che ho provato:

1)Detergenti mani/viso che ho già recensito e che promuovo;

2)Shampoo all’Aloe: non è un cattivo prodotto, ma l’ho trovato troppo poco “performante” per la mia chioma esigente. E’ adatto a capelli che non hanno particolari pretese di idratazione;

3) Creme corpo: ne ho provate diverse nel corso degli anni ma non mi sono piaciute. Poco idratanti per i miei gusti e con profumi sgradevoli;

4)Creme mani: stesso discorso delle creme corpo!

5)Oli corpo: questi li ho provati quasi tutti, buoni e non troppo untuosi, ottimi i prezzi, ma boccio le confezioni in plastica e le profumazioni così così…(e non sono sempre necessarie, su!);

6)Bagnoschiuma ai vari oli: buoni, delicati e con profumazioni gradevoli;

7)Detergente intimo all’Aloe: tra i miei preferiti, delicato, fresco e non disseccante.

P.s. Mia madre ha provato il latte solare di Omia protezione 50: purtroppo fa il “mappazzone” 🙁

Qui trovi cosmetici con buon inci e certificazione biologica!

Cosa ne pensate dei prodotti Omia e dei suoi inci?

Alla prossima! 😉

13 pensieri su “Omia Laboratoires: Promossi e Bocciati!

  1. Sunrice

    Buona serata bella,
    già tempo fa parlammo di questo brand e ti dissi che non ho ancora mai provato nulla.
    Non so perchè, non credo possa attribuirsi alle vicende mediatiche che li riguardò a livello nazionale qualche anno fa, o i pareri discordanti delle review a riguardo (non sono così facilmente influenzabile…), ma ad istinto non mi ha mai convinto del tutto!
    Stavo per acquistare il solare spf50+, ma poi sono tornata subito indietro e ho cambiato idea ( e meno male, perchè poi ho avuto modo di swatcharlo e bagnare la mano in seguito, ed era pastosissimo tipo calcestruzzo….non ho nemmeno letto nulla di positivo su questa linea solare….).
    Magari in futuro mi lascerò allettare da qualche detergente mani o bagnoschiuma, prodotti che non mi trovano particolarmente esigente, ma per il resto mi rimane scetticismo,una sorta di “distacco a pelle”, come se mi trovassi davanti ad una furbata commerciale di base sintetica….ma non voglio essere ingiusta e prevenuta verso ciò che non ho ancora provato.
    Sapere che cmq tu non bocci del tutto alcuni prodotti già mi rassicura, così se deciderò di dargli in futuro una chance ti saprò dire se avremo fatto pace o meno!:-)
    Buona serata :-*

  2. pauline Autore dell'articolo

    Ciao Sunny 🙂
    Sì ricordo che non ti attirava particolarmente questo brand..
    D’altronde per molte cose funziona così: è l’istinto a decidere e spesso non sbaglia 😉

    Purtroppo ti confermo che i solari non sono granchè…mia madre lo sta finendo a stento e non lo ricomprerà..
    Se proprio vuoi dargli una chance, ti consiglio di provare una delle maschere per capelli (sono di solito ben recensite) e poi ha la mia esperienza 😀
    Detergenti e bagnoschiuma meritano una prova dai e poi si trovano spesso in offerta 🙂

    Fammi sapere!
    Un bacione a te :-*

    1. pauline Autore dell'articolo

      Ciao Dama, hai tutte le ragioni di non fidarti, non posso biasimarti.
      Dal canto loro, hanno cercato di recuperare con la certificazione Icea.

      Ma se non c’è la fiducia, c’è poco da fare 🙂

  3. Anny

    In verità non ho mai porvato prodotti pessimi quanto questi omia. Non ho una pelle aprticolarmente delicata, diciamo che è una pelle normale a livello di sensibilità, l’unico inconveniente è che è una pelle a tendenza mista/grassa.
    Detto ciò ho provato epr 2 volte i prodotti omia: nellos pecifico un “non sapone” all’agan (mani e viso) ed una crema sempre all’argan. la seconda mi fu regala tempo addietro: la provai una sola volta e, a parte che non idratava per nulla (omia è famosa per essere tra le case cosmetiche ad immettere la più bassa percentuale di argan nei suoi prodotti, rispetto a tutti i suoi concorrenti sul mercato dei cosmetici -bio e non-) mi ha creato probelmi di rossori sulle mani…
    Dopo anni, circa una settimana fa, diemtnicando questo episodio ed attratta dalle continue recensioni positive online e dalla facile reperibilità di questo marchio rispetto a prodotti come viviverde coop, comprai il famigerato “non sapone” (purtroppo quello all’argan er al’unico disponibile nel mio punto vendita). la priam cosa che ho notata è che anche con pochisismo prodotto, secerne una quantità di schiuma indicibile (cosa che a me personalmente non paice eprchè segno che il rpodotto potrebbe essere troppo aggressivo). Mi sorpresi eprchè, a parte il potere pulente indubbio, lasciò al pelle del viso molto fresca. Dopo poco meno di una mezz’ora però, all’angolo della bocca mi compare uno sfogo, simil bruciatura imputabile esclusivamente al prodotto dato che, per questioni di fretta) era stato l’UNICO cosmetico/prodotto usato in giornata. Leggenod nella lista delgi ingredienti, ho notato che c’è un tensioattivo al seocndo posto: capisco quindi tutta quella schiuma. Può anche essere bio, ma in verità non è che mi paiccia un’azienda che metta in un detergente una quantità così alta di tensioattivi che, anche se magari vegetali e/o verdi, rendono comuqneu i prodotti troppo aggressivi. (la pelle non è una posata o un piatto da lavare -.-)
    La confezione è ancora lì e non ho più intenzione di usarla nè tantomeno di regalarla. Questa la mia esperienza con l’omia. Per me pessima davvero.

    1. pauline Autore dell'articolo

      Ciao Anny 🙂
      Le reazioni ad un prodotto sono molto soggettive, evidentemente le formulazioni di Omia non sono adatte al tuo tipo di pelle (anche se non è particolarmente sensibile).
      I tensioattivi solitamente sono in posizione alta nell’inci, nel non sapone che hai citato ci sono tensioattivi piuttosto delicati e ben tamponati, addolciti con emollienti ed umettanti.
      Più che i tensioattivi, potrebbe averti dato fastidio qualche conservante o allergene del profumo, o forse il solvente.
      Capita, a me è capitato di avere reazioni indesiderate con il latte detergente (linea bimbi) dei Provenzali…

      La crema che hai citato non la conosco, ma non faccio fatica ad immaginare il livello di idratazione, visto che ho utilizzato sia creme corpo che creme mani ed effettivamente non sono molto performanti, almeno per le mie esigenze.

      Direi di rivolgerti decisamente altrove 🙂

  4. Lumaca

    Ciao Pauline, io sto utilizzando lo shampoo Omia all’olio di macadamia e devo dire che mi trovo molto bene.. lascia i capelli puliti e leggeri, soprattutto molto lucidi e il crespo dei miei capelli quasi del tutto sparito..
    Mi ricordo benissimo del loro operato poco trasparente, però magari avranno imparato la lezione, no?

    1. pauline Autore dell'articolo

      Ciao Lumaca, felice di rileggerti! 😀
      Lo shampoo alla Macadamia non l’ho provato, ho usato quello all’Aloe ma mi seccava i capelli..potrei fare un tentativo con quest’altra formulazione, magari è più adatta alla mia chioma.

      Io credo che abbiano imparato la lezione, infatti gli ho dato un’altra opportunità 🙂

      1. Lumaca

        Pauline ho comprato il balsamo all’aloe ma non l’ho ancora utilizzato.. ti farò sapere..

        Non sono costante ma te lo ripeto.. il tuo blog è sempre un punto di riferimento quando cerco qualcosa.. grazie cara 🙂

  5. Lumaca

    a proposito.. leggendo varie recensioni on line mi è sorto un dubbio.. qual è l’ordine shampoo > balsamo > maschera ? oppure shampoo > maschera > balsamo ? chi dice in un modo, chi in altro.. :-/

    1. pauline Autore dell'articolo

      Direi che l’ordine è: shampoo> balsamo> maschera oppure shampoo> balsamo oppure shampoo>maschera.
      Invertendo l’ordine di balsamo e maschera non credo che cambi molto, comunque 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *