Pelle asfittica? Scopri cos’è, come riconoscerla e quali sono le cure più efficaci.

E’ un tipo di pelle che ha bisogno di una beauty routine ad hoc ed una profonda esfoliazione.

Cos’è la pelle asfittica

La pelle asfittica è una “sfortunata” combinazione tra pelle mista o grassa e cute secca, o meglio, disidratata.

Si presenta con caratteristiche simili a quelle della pelle grassa e mista: punti neri, brufoli, pori dilatati, impurità.

In questo caso, il sebo prodotto in eccesso è piuttosto denso e ceroso e, quindi, va ad ostruire i pori della pelle.

La pelle asfittica, può quindi essere definita come una pelle letteralmente in asfissìa: in parole povere, è una cute che non ‘respira’ più.

La pelle in queste condizioni non riesce più garantirsi un corretto ricambio cellulare, è tappata, ostruita.

E’ un tipo di pelle che si riscontra sempre più di frequente, soprattutto tra le ragazze adolescenti.

Come si presenta la pelle asfittica

Il suo aspetto è generalmente grigio, spento, opaco, i pori sono dilatati.

Questo tipo di pelle appare anche ispessito.

La pelle asfittica è quel tipo di pelle che, nonostante le cure e l’uso del make up, non riesce mai ad apparire luminosa.

Anche se si è giovani, qualche volta può apparire persino invecchiata.

La cute asfittica è problematica perché si presenta grassa (o mista) in superficie ed al tempo stesso secca in profondità.

Qualche volta la secchezza raggiunge la superficie e la pelle si desquama.

Scopri le caratteristiche della pelle secca

ragazza con pelle asfittica

Pelle asfittica: le cause

La mia pelle, all’età di 26 anni, dopo aver vissuto per 6 anni in città con uno stile di vita sregolato e poco sano, si presentava con tutte le caratteristiche tipiche della pelle asfittica.

Le cause di questo stato della pelle sono riconducibili a 3 fattori principali:

  • Pelle in partenza mista o grassa con sebo ceroso
  • Vita sregolata e stile alimentare squilibrato
  • Beauty routine errata

Per quanto riguarda il punto primo, abbiamo già visto che questo tipo di pelle rappresenta una “complicanza” della pelle mista o grassa, nei casi in cui il sebo in eccesso è di tipo ceroso e non fluido.

A questo scenario di partenza si aggiungono spesso un cattivo funzionamento del sistema digestivo, una cistifellea affaticata, un intestino pigro.

Ma anche l’affaticamento, la mancanza di sonno, le emozioni, una carenza di vitamine e minerali possono concorrere al manifestarsi della pelle asfittica.

Tuttavia, la principale causa della pelle asfittica sembra essere, soprattutto al giorno d’oggi, l’utilizzo di prodotti errati o comunque inadeguati al tipo di pelle: in sostanza una beauty routine sbagliata.

Come avere una bella pelle

L’uso di prodotti sbagliati

Una beauty routine non adeguata prevede l’uso di troppi cosmetici in contemporanea (make up e non), una detergenza aggressiva, e/o una pulizia superficiale oppure insufficiente.

I cosmetici ‘sbagliati’ di solito sono quelli eccessivamente  sintetici, zeppi di siliconi e petrolati, con inci lunghi ed elaborati e non adatti al proprio tipo di pelle.

Ma può trattarsi anche di creme naturali, ma troppo “grasse”.

La pelle, così, accumula strati e strati di materiale corneo, i pori si tappano, nascono punti neri ed impurità.

In questo stato di sofferenza, la cute invecchia rapidamente, si riempie di macchie e rughe anche in giovane età.

Possono comparire macchie e melasmi.

E’ questo il tipo di pelle che più di altri ha bisogno di una bella ‘dieta’ e di una svolta verso l’ecobio cosmesi.

Pelle asfittica: cambia le abitudini

Le priorità sono cambiare lo stile alimentare e la routine di cura della pelle.

Ecco quali sono i primi passi da compiere per regalare alla propria pelle una seconda possibilità:

  • Alleggerire il proprio beauty case, conservando solo i cosmetici essenziali
  • Non usare creme per qualche settimana: la pelle ha bisogno di “disintossicarsi”
  • Scegliere idratanti leggeri oppure umettanti privi di oli
  • Evitare il make up pesante ed occlusivo
  • Scegliere, se possibile, solo cosmetici naturali (preferibilmente eco bio)
  • Struccarsi sempre in modo naturale
  • Pulire la pelle in profondità, eseguendo una pulizia del viso
  • Utilizzare regolarmente lo scrub
  • Dedicarsi all’esfoliazione con acido salicilico e acido glicolico
  • Privilegiare il consumo di frutta e verdura fresche
  • Aumentare il consumo di acqua

L’acido glicolico per la pelle asfittica

Il rimedio principale, in caso di pelle asfittica, è l’uso ragionato e prudente dell’acido glicolico a bassa percentuale.

L’acido glicolico esfolia la pelle in profondità e, contemporaneamente, la idrata a fondo, eliminando le problematiche più evidenti della pelle asfittica (e non solo).

In questo modo la pelle si rigenera, torna a splendere ed è di nuovo in grado di recepire qualsiasi trattamento di cura.

La secchezza profonda della pelle asfittica è, infatti, causata dall’ostruzione dei pori che non permette ai principi attivi cosmetici di raggiungerla fino in fondo.

L’acido glicolico non è solo un rimedio di “emergenza”: si può utilizzare sempre, a cicli, perche’ fa fare “ginnastica alla pelle”, la stimola e la mantiene giovane a lungo.

Con l’esfoliazione profonda ma delicata, la pelle può ritrovare pian piano il proprio equilibrio.

Ma ci vuole tempo e costanza.

Prodotti bio per la pelle asfittica

  • Acido salicilico

Un aiuto per la pelle asfittica arriva dall’acido salicilico che contribuisce ad eliminare le impurità di superficie. In questo caso la Brufocrema, consigliata per la pelle impura, può essere una buona soluzione

  • Acido glicolico (fluido)

Per iniziare, consiglio l’uso del Fluido antirughe al 10% di acido glicolico di Fitocose: l’acido esfolia e libera la pelle dall’eccesso di strato corneo ed idrata in profondità. Inoltre non sovraccarica la pelle, in quanto privo di quota grassa. Qui la recensione

  • Acido glicolico (crema)

Successivamente si può sperimentare l’uso della crema: molto valide sia quelle di Fitocose (si può iniziare con quella all’8%), sia quelle di Alkemilla, con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Si può iniziare con quella al 3%, poi passare a quella al 12%. Questo genere di creme contiene anche sostanze emollienti ed antiage

  • Umettante

Come umettante per tenere la pelle a dieta per un po’ senza darle grassi, è ottimo lo Jalus Fluido Equilibrante, sempre di Fitocose: idrata senza occludere le pelli miste e grasse

  • Acido mandelico

Se la pelle è molto sensibile, oltre che asfittica, puoi optare per l’acido mandelico. E’ ricavato dalla mandorla ed è molto ben tollerato. Sempre di Fitocose, potete scegliere la crema se la vostra pelle è mista o secca, il gel se è più grassa e asfittica, entrambi al 10%. Nel gel è presente anche aloe, mentre la crema contiene burro di Karitè

  • Scrub

Importante per la cura della pelle asfittica è anche utilizzare 1 volta alla settimana uno scrub per il viso di qualità. Deve essere efficace ed al contempo delicato. La pelle deve restare morbida ed idratata, non deve tirare o presentarsi arrossata, altrimenti significa che il prodotto è troppo aggressivo per il tuo tipo di pelle. Lo scrub di Natura Equa alle Mandorle è molto valido

  • Argilla

Un altro valido rimedio, se la pelle è grassa e asfittica, è la maschera all’argilla. Pulisce la pelle in profondità, le restituisce i minerali di cui ha bisogno e restringe i pori. Inoltre ha un’azione assorbente. La maschera di Tea Natura contiene anche argilla Ghassoul ed estratto di Calendula che la rende delicata. L’effetto scrubbante è dato dalla polvere di nocciolo di Albicocca

Questi sono i più importanti rimedi per la pelle asfittica.

Adesso sono curiosa di conoscere i vostri suggerimenti!

Fatevi sentire, alla prossima!

Come avere una bella pelle