Biocosmesi…e non solo

Pelle del viso secca: Mater Natura – Crema viso ai Fiori d’Arancio (review)

Pelle del viso secca? Prova con i fiori d’arancio!

Se la pelle del tuo viso è secca, hai bisogno di una crema dalle grandi “performances”.

La crema idratante di Mater Natura ai Fiori d’Arancio è formulata per le esigenze della pelle secca con rughe.

Da pelle mista e pelle secca?

E’ ufficiale: la mia pelle del viso sta diventando inesorabilmente secca….! :-/

Come ho fatto a capirlo?

Questa volta non è stata la semplice osservazione a svelarmi questa verità, ma l’esperienza, peraltro casuale, con la Crema idratante ai Fiori d’Arancio di Mater Natura (qui).

Questa crema mi è stata regalata da una conoscente che lavora all’Icea (figo avere una conoscente che lavora all’Icea, eh?) ed è stata chiusa nell’armadietto del bagno per mesi.

Stavo per passarla a mia madre, quando ho deciso di provarla per curiosità.

Dalla reazione della mia pelle ho scoperto che, da mista che era, inizia a presentare i segni della pelle a prevalenza secca.

Non saprei se rallegrarmene o no.

Vuoi una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

pelle viso secca

Ma sì, ho deciso che, questa volta, invece di vedere il bicchiere mezzo vuoto, come al solito, lo guarderò come se fosse mezzo pieno: la mia pelle è “meno mista” perchè la pulizia funziona bene, vero?

E quindi non sta diventando secca perchè gli anni passano….giusto? 😉

Già vi vedo tutti annuire disciplinatamente 😉

Sulla pelle secca ho già scritto qualcosa qui ed ho anche recensito una crema niente male di Verdesativa.

Di solito, ad una certa età, la pelle mista tende a diventare a prevalenza secca, pur conservando qualche caratteristica di quella mista (di solito impurità più che lucidità).

E così, sembra che mi stia avviando rientrare nella categoria delle portatrici di pelle secca e sensibile….e va be’ c’è di peggio nella vita! 😀

La crema ai Fiori d’Arancio di Mater Natura

Parliamo un pò di questa crema di Mater Natura, ok?

Il packaging è tanto carino ed i colori sono dei teneri pastello.

Flacone in plastica con dosatore, sfondo bianco con morbidi tratti di verde.

Dal fondo della confezione fa capolino un mazzetto di fiori d’arancio: personalmente li adoro, non tanto per il romanticismo che sprigionano, quanto per il profumo inebriante che non mi stanco mai di sniffare (confesso: ho voluto provarla sopratutto per questo!) 😛pelle viso seccaIspezioniamo la cosa più importante: l’inci name!

Aqua, Dicaprylyl ether, Squalane, Sorbitan olivate, Propanediol, Cetearyl alcohol, Cetearyl glucoside, Cetyl palmitate, Lauryl olivate, Oryza sativa bran oil, Persea gratissima oil, Ricinus communis seed oil, Citrus aurantium amara flower oil, Copernicia cerifera wax, Potassium olivoyl PCA, Avena sativa bran extract, Melilotus officinalis extract, Trigonella foenum graecum seed extract, Malva sylvestris extract, Rosa canina fruit extract, Benzyl alcohol, Cetearyl olivate, Hydrogenated castor oil, Sorbitan palmitate, Ethylhexylglycerin, Phenethyl alcohol, Glycerin, Parfum, Xanthan gum, Benzoic acid, Dehydroacetic acid, Lecithin, Lactic acid, Sodium phytate, Potassium chloride, Tocopherol, Ascorbyl palmitate, Linalool, Citric acid, Limonene.

Gli ingredienti sono tutti ok dal punto di vista eco bio: d’altronde l’azienda italiana Mater Natura è certificata Icea.

Il contenuto di questa crema è bello sostanzioso e adatto a pelle secca e sensibile, più che normale (come scritto nella descrizione).

Hanno lavorato bene per non renderla troppo pesante e unta, con emollienti abbastanza leggeri all’inizio, poi hanno inserito oli pesantucci come Ricino, Riso, Avocado, adatti per pelli secche e mature, con rughe.

Bellissimi l’olio di Fiori d’Arancio emolliente e lenitivo e gli estratti di Avena, Meliloto, Fieno Greco, Malva, Rosa: tutti lenitivi, protettivi, emollienti e sfiammanti.

Sicuramente c’è dentro tutto quel che serve ad una pelle del viso secca ed anche sensibile.

Recensione d’uso

La crema è mediamente corposa, la scorrevolezza è buona: si stende con facilità senza fare grumi o pallini.

Si assorbe abbastanza velocemente.

Lascia la pelle morbida, con la sensazione di avere una leggera patina protettiva, probabilmente grazie alla presenza di cera (carnauba).pelle secca viso

Questa crema l’ho trovata adatta per la mia pelle nei giorni più freddi: la beveva letteralmente, sopratutto dalle guance e contorno occhi.

Nella zona a T non si è comportata poi tanto male: a fine giornata ha lucidato leggermente solo su fronte e naso, sul mento, invece, non ho riscontrato lucidità.

Si è comportata bene come base trucco sopratutto nei giorni in cui ho indossato solo il fondotinta compatto minerale di Neve Cosmetics.

Quando il clima è diventato più mite, l’ho utilizzata come crema da notte ed al mattino la pelle era fresca e idratata, direi vellutata come un petalo di fiori d’arancio! 🙂

Il profumo è come me l’aspettavo: sa proprio di fiori d’arancio!

Ma è un odore tenue e naturale, con la tipica nota di fondo un pò “pepata”, frizzantina, birichina insomma (passatemi il termine..).

Insomma, questa crema si è dimostrata efficace nell’uso, in quanto perfettamente usabile su una cute come la mia che, pur virando pian piano al secco, resta sostanzialmente mista.

E’ la prova che, impegnandosi, si possono creare bei prodotti per pelle secca senza ungere od appesantire la pelle!pelle secca viso

Il flacone è da 50 ml ed il prezzo non è proprio economicissimo (ma nemmeno spropositato).

Potete trovarla qui.

In definitiva, consiglio questa crema a pelli secche e sensibili, pelli mature con le prime rughe evidenti.

Chi, come me, ha la pelle mista con tendenza secca (che tira e si arrossa sulle guance) e non è più giovanissima, può fare un tentativo, preferibilmente nella stagione fredda.

Vuoi una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Allora, che ne pensate di questa crema per la pelle del viso secca?

Vi convince?

Alla prossima, bellezze! 😉

4 pensieri su “Pelle del viso secca: Mater Natura – Crema viso ai Fiori d’Arancio (review)

  1. Sunrice

    Buongiorno cara,
    non so perchè la tua pelle si stia manifestando secca e sensibile perchè io ci sono nata con quel tipo di pelle, quindi ti suggerisco la tua visione “personalizzata” del bicchiere mezzo pieno: “in fondo comincio solo da ora!!”:-)))))))
    Questa crema è già considerata da tempo nei prossimi acquisti autunnali poichè ho appena terminata quella Lenitiva alla Peonia per pelli sensibili, sempre di MaterNatura, e sia io che mia madre abbiamo adorato questo prodotto, per cui già i primi giorni di applicazione, vedendo l’effetto protettivo e davvero molto risolutivo sul mio viso, avevo già deciso di prendere pure questa ai fiori d’arancio per la prossima stagione fresca!!
    Anch’io ho trovato la crema MaterNatura perfetta come base make up, tanto che con questa e il fondo in polvere di Neve ci ho fatto la mia BB cream personalizzata di cui ti ho parlato!
    troppo figo avere la conoscenza che lavora all’Icea, magari in una delle mie incursioni molisane me la presenterai!:-))))))Ovviamente scherzo!!
    Mi rallegra sapere che anche tu apprezzi questo prodotto, che di sicuro acquisterò con più tranquillità!
    ….E comunque, benvenuta nel club (delle pelli secche e sensibili)!!:-**

  2. pauline Autore dell'articolo

    Ciao carissima! 😀
    La mia pelle è sempre stata sensibile (da quando sono nata) ma dall’adolescenza si è manifestata anche mista e impura (tanto per non farsi mancare nulla..), per cui mi ha dato filo da torcere per un pò di anni.
    Da qualche tempo, pur restando mista di fondo, inizia a virare verso il secco: diciamo che pian piano la secchezza sta prendendo il sopravvento, ma può anche essere una situazione momentanea, staremo a vedere…
    Siamo nate con la pelle di pesca mia cara! 😉

    La crema lenitiva alla Peonia l’ho ufficialmente puntata anch’io, sicuramente la proverò il prossimo autunno/inverno, credo sia perfetta per la nostra pelle alle prese con i rigori invernali. Ho sbirciato l’inci ed è veramente tutto una poesia!
    Questa ai fiori d’arancio è adatta anche a pelli sensibili, contiene molti attivi lenitivi, quindi se vuoi provarla direi che è ok, quella alla Peonia è ancora più specifica.
    Certo non sono prodotti economicissimi (almeno per me) però ogni tanto un piccolo sforzo si può fare…
    Appena sbarchi in Molise fammi un fischio, se riesco a beccare la conoscenza ci facciamo una bella chiacchierata hahahahaha!!

    Un abbraccio bella, a presto! :-**

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *