L’olio di cocco ha diverse proprietà sia alimentari che cosmetiche.

Viene impiegato con successo nella cura dei capelli, dei denti, della pelle, per golose ricette alimentari e cosmetiche.

Conosci le proprietà e i benefici dell’olio di cocco?

Olio di cocco: caratteristiche

Cocos Nucifera, questo il nome scientifico del cocco (e quello che trovate in inci name), è il frutto della palma delle zone equatoriali.

Dall’endosperma del frutto si estrae il burro di cocco.

Il burro è di colore avorio e diventa olio oltre i 20 gradi, ha sapore ed odore gradevoli.

Quindi, se la temperatura è rigida l’olio diventa burro ma per scioglierlo basta scaldarlo un po’, semplicemente posandolo sul calorifero.

Pur essendo molto resistente alle alte temperature, in estate è bene tenerlo lontano da fonti di calore dirette e conservarlo in frigorifero.

Il burro (e l’olio) di cocco sono costituiti essenzialmente da acido laurico (preponderante), miristico, caprinico e caprilico (acidi grassi saturi).

Contiene, invece, basse percentuali di insaponificabile (il burro di karitè, al contrario, ne contiene alte quantità).

L’olio di cocco è anche una buona fonte di vitamina E, con tutte le proprietà antiossidanti che può vantare questa importante vitamina.

Sono presenti anche piccole quantità di vitamina K e ferro.

Come avere una bella pelle

Olio di cocco in cosmesi

L’olio di cocco è ampiamente utilizzato in cosmesi.

Ha tantissimi usi e benefici:

  • Olio di cocco per i capelli

Una delle migliori applicazioni dell’olio di cocco è sui capelli. L’olio di cocco è particolarmente indicato per prevenire e riparare i danni che il sole e le alte temperature arrecano alle nostre preziose chiome. Non per niente, è utilizzato (con successo, direi) dalle donne che vivono nei paesi più caldi che, grazie all’olio di cocco, riescono a rendere lisci anche i capelli più sfibrati, ricci e secchi. Ottimo, quindi, da utilizzare per proteggere i capelli dal sole e dalla salsedine quando si va al mare, ma anche per fare impacchi e maschere nutrienti e rinforzanti durante tutto l’anno.

  • Olio di cocco per i denti

Un’altra proprietà cosmetica dell’olio di cocco è quella di pulire la bocca e i denti. La pulizia della bocca si chiama “oil pulling” e consiste nel mettere in bocca 2 cucchiai di olio di cocco ed effettuare degli sciacqui per circa 5 minuti. E’ un’operazione che si esegue al mattino a stomaco vuoto. Poi si sputa e si fa colazione. Si può anche utilizzare l’olio di cocco posto del dentifricio.

  • Olio di cocco per struccarsi

L’ olio di cocco è anche un ottimo struccante e può essere utilizzato al posto del latte detergente o di altri struccanti. Toglie anche il trucco più resistente. Bisogna massaggiarne una piccola quantità su tutto il viso, compresi gli occhi, per almeno 20 secondi. Poi si può sciacquare con semplice acqua o, se preferite, con un detergente a risciacquo. Va bene per tutti i tipi di pelle.

  • Olio di cocco puro per il viso

Gli acidi grassi saturi contenuti in alte quantità nell’olio di cocco lo rendono un prezioso alleato della bellezza e della giovinezza della pelle del viso. E’ una crema idratante molto conveniente ed un efficace antiage: ne basta, infatti, una piccola quantità per idratare e nutrire tutto il viso ed il contorno occhi. E’ ottimo in tutte le stagioni (in estate ha proprietà rinfrescanti) ed è adatto a tutti i tipi di pelle. Se la pelle è grassa o mista, però, è bene evitare di applicarlo nella zona a T. Puoi fare anche una maschera con l’olio di cocco, tenuto in posa per circa mezz’ora.

  • Olio di cocco per abbronzarsi

L’olio di cocco è anche un efficace olio abbronzante. E’ infatti utilizzato in molte creme solari ed oli abbronzanti, perchè intensifica l’abbronzatura. E’ l’olio ideale da utilizzare in estate, perchè mantiene la pelle idrata, morbida e nutrita. Inoltre, ha un effetto rinfrescante. Non può essere, però, considerato un fattore di protezione per la pelle, infatti ha un basso fattore solare protettivo.

olio di cocco solido

Altri utilizzi dell’olio di cocco

  • Ha una ottima resa come ingrediente di saponi, shampoo e bagnodoccia, grazie al suo alto potere schiumogeno
  • In virtù delle sue proprietà antifungine, lo troviamo spesso nei prodotti cosmetici ad azione antisettica
  • Grazie alla buona quantità di vitamina E in esso contenuta, è un buon ingrediente per la pelle, con funzione emolliente, lenitiva ed antiossidante
  • Può essere utilizzato puro sulla pelle, ad esempio dopo la doccia, proprio come l’olio di mandorle dolci

Olio di cocco alimentare

L’olio di cocco è ampiamente utilizzato in campo alimentare.

Lo troviamo spesso nei prodotti da forno industriali, come olio per fritture (grazie alla sua capacità di resistere alle alte temperature, è un olio stabile che si irrancidisce con difficoltà e non produce sostanze tossiche), come base per burri e margarine vegetali (sempre sconsigliati).

La caratteristica principale dell’olio di cocco, che lo rende in un certo senso davvero straordinario, è la sua capacità di contrastare batteri, funghi, virus e parassiti in generale: è l’olio anti-microbico per eccellenza!

E’ diffusamente utilizzato per prevenire e combattere le infezioni difficili e recidivanti come l’herpes, la Candida, i virus influenzali e l’Helicobacter pylori.

Inoltre, è ben tollerato da coloro che hanno problemi digestivi e soffrono di intestino irritabile.

E’ anche un olio “termogenico”, ossia stimola il metabolismo aiutando a perdere peso ed a normalizzare i livelli di colesterolo nel sangue.

Per uso alimentare, è caldamente consigliato di utilizzare olio di cocco puro, non idrogenato, non deodorizzato, non trattato o raffinato in alcun modo.

Ha un gusto esotico che lo rende irresistibile.

E’ un olio molto versatile per cucinare e si presta bene sia a ricette dolci che salate.

Olio di cocco alimentare: fa male?

Pur essendo ricco di grassi saturi, l’olio di cocco non è nocivo per la salute, in quanto completamente privo di colesterolo.

Gli acidi grassi che contiene sono quelli a corta catena, dunque non influenzano negativamente i livelli di colesterolo.

Contiene anche piccole quantità di acido oleico (lo stesso presente nelle olive, detto anche Omega 9) e linoleico (Omega 6), benefici per la salute.

E’ difficile stabilire se l’olio di cocco sia migliore o peggiore, dal punto di vista salutistico, del famigerato olio di palma.

Si tratta pur sempre di una sostanza ricca di grassi saturi, per cui il consiglio (che vale, comunque per tutti i grassi) è di consumarne in quantità moderata.

olio di cocco benefici

Dove comprare l’olio di cocco

  • Vitaquell – Olio di cocco vergine e biologico

Puro e biologico, non deodorizzato nè raffinato, questo olio di cocco conserva il profumo ed il sapore esotico delle noci di cocco. Può essere utilizzato sia in cucina che per scopi cosmetici

  • Rapunzel – Nativ Kokosol

Olio di cocco vergine e spremuto a freddo con noci di cocco provenienti dal Commercio Equo e Solidale del progetto Hand in Hand di Rapunzel in Sri Lanka

  • La Saponaria – Olio di cocco biologico

Ottimo rapporto qualità/quantità e prezzo per l’olio di cocco di La Saponaria, anche questo spremuto a freddo per preservarne tutte le proprietà. Nella confezione da un 1 kg per chi si diletta nel fai da te

  • Cibo Crudo – Olio vergine di cocco bio

Come tutti gli alimenti di questo marchio, anche l’olio di cocco è crudo, cioè non supera i 38 gradi nella sua lavorazione. E’ lavorato a freddo, pertanto conserva intatte le sue benefiche proprietà, tra cui quasi il 60% di acido laurico

N.B. Le informazioni contenute in questo articolo non intendono sostituire i consigli del medico, al quale spetta ogni diagnosi, prescrizione ed indicazione terapeutica.

E’ tutto sulle proprietà dell’olio di cocco!

Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti!

Alla prossima!

Come avere una bella pelle