Biocosmesi…e non solo

Rimedi contro i punti neri: le 5 regole d’oro!

Rimedi contro i punti neri: ecco come procedere!

Rimedi contro i punti neri: è ora di sbarazzarti degli antiestetici punti neri che campeggiano sul tuo viso da troppo tempo!

Segui passo per passo questi consigli e i punti neri saranno solo un ricordo!

L’argomento di oggi è prosaico, ma sono sicura che interessa una gran parte di chi mi sta leggendo, vero? 😉

D’altronde migliorare la propria vita significa anche risolvere i piccoli problemi quotidiani: sommandosi tra loro spesso questi piccoli fastidi rappresentano i più grandi ostacoli al benessere ed alla serenità di ognuna di noi.

Allora, bando alle ciance e vediamo un pò quali sono i rimedi più efficaci contro i malefici punti neri!

Se vedo un punto nero, sparo a vista“, recita una celebre canzone antifascista di qualche tempo fa!

Ebbene sì, per motivi politici ed estetici, i punti neri non sono certo un bel vedere e….se riusciamo a farli fuori è meglio per tutti! 😉rimedi contro i punti neri

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Rimedi contro i punti neri: partiamo dall’inizio

I punti neri…ma cosa sono di preciso?

Per combattere il nemico, dobbiamo conoscerlo, quindi prima di concentrarci sui rimedi, cerchiamo di capire cosa sono i punti neri (detti anche comedoni).

I comedoni, in parole semplici e non tecniche, sono accumuli di sebo, causati da un eccesso di cellule morte, che rappresentano gli strati più esterni della pelle.

Questi strati, non più vitali, se non regolarmente e correttamente asportati con un esfoliante, limitano la fuoriuscita del sebo all’esterno, causandone l’accumulo nel follicolo.

Il sebo, a sua volta, si mescola alle cellule morte, dando vita a veri e propri “tappi”.

Questi tappi sono appunto i comedoni, che a contatto con l’ossigeno esterno, si scuriscono, diventando di colore nero.rimedi contro i punti neri

I punti neri si concentrano, ovviamente, nelle zone più ricche di ghiandole sebacee, come fronte, naso e mento ed in genere colpiscono maggiormente le pelle impura, grassa e mista.

Tuttavia non è raro rintracciarli anche sulle pelli secche.

LETTURA CONSIGLIATA: Cambio pelle in 7 passi (qui)

Rimedi contro i punti neri: ecco cosa si rischia

I punti neri non vanno mai trascurati o sottovalutati perchè sono responsabili della maggior parte degli inestetismi della pelle, come brufoli, acne, pelle spenta ed asfittica, pelle impura.

Spesso possono dare luogo, infatti, a fenomeni infiammatori, come nel caso dell’acne.

Una pelle con i follicoli tappati dai punti neri che aspetto potrà avere?

E’ una pelle sicuramente asfittica, che non può effettuare correttamente gli scambi con l’esterno e sarà quindi molto probabilmente pallida, spenta ed atonica.

I punti neri le toglieranno uniformità, luminosità e bellezza.

Le conferiranno un aspetto antiestetico e certamente non attraente per chi guarda da vicino….

Daranno alla persona portatrice un aspetto trascurato e poco pulito.

Un altro effetto collaterale dei punti neri riguarda direttamente i follicoli, cioè i pori della pelle.

A furia di essere sempre ripieni di sebo e cellule morte, i follicoli si dilatano, perdendo la loro elasticità (ma questa non è, comunque, l’unica causa).

Ciò significa che, anche se ripuliti, conferiranno alla pelle l’aspetto a buccia d’arancia, tanto temuto.

Brutta storia, eh?

Adesso vediamo cosa si può fare!rimedi contro i punti neri

Rimedi contro i punti neri: le regole d’oro da seguire

1)La regola d’oro numero 1 non può che essere: pulizia, pulizia e pulizia! Se vuoi rimediare efficacemente ai punti neri o, meglio ancora, prevenirne la comparsa, devi tenere i follicoli puliti, anzi pulitissimi! Non c’è storia.

Concretamente, significa: lavare il viso tutti i giorni (comunque non più di 2 volte al giorno), mattino e sera, con un prodotto specifico per pelle mista/grassa. L’ideale è un detergente a risciacquo, con attivi purificanti. Se la tua pelle, però, è secca e sensibile, scegli un latte detergente purificante per pelle grassa o mista (qui).

Scopri di più⇒qui

2)Un’altra regola importantissima si traduce in una sola parola: esfoliare. Se i punti neri sono causati dall’accumulo di sebo e cellule morte, la soluzione, oltre alla detergenza quotidiana, è l’asportazione chimica o meccanica di questi eccessi.

Ciò significa: utilizzare periodicamente lo scrub o la maschera esfoliante ( qui) che aiuta a liberare grossolanamente i pori della pelle e le creme o lozioni esfolianti con acido salicilico e/o glicolico, o mandelico, ancora più delicato. Se la pelle è tendenzialmente secca puoi optare per una crema o una maschera non aggressiva (⇒qui) se è grassa e lucida, meglio la lozione (⇒qui).

3)Dopo la pulizia, richiudi i pori della pelle! I pori della pelle, dilatati dalla sporcizia e dalla pulizia con acqua calda e prodotti emollienti, vanno aiutati a richiudersi. Questo è, naturalmente, un processo graduale, non puoi aspettarti quindi risultati immediati. A volte non si richiudono definitivamente, ma in ogni caso puoi renderli più piccoli ed evidenti, utilizzando tonici, idrolati (soprattutto a base di Salvia o Hamamelis) o lozioni astringenti. Se la pelle non è sensibile va bene anche un’emulsione a base alcolica. 

Scopri di più⇒qui

Esegui regolarmente la pulizia del viso, come ho spiegato qui.rimedi contro i punti neri

4)Nella beauty routine di pulizia rientra a pieno titolo, ovviamente, il demaquillage: struccati sempre accuratamente e regolarmente! Se al sebo in eccesso ed alle cellule morte si aggiungono i residui di trucco e le particelle inquinanti, immagina gli effetti per la tua pelle….

Per uno strucco più incisivo puoi aiutarti con il guantino (⇒ qui)

Qui un articolo su come struccarsi bene con prodotti naturali e seboaffini.

5)Ultimo tra i rimedi per i punti neri (non per importanza): utilizza esclusivamente cosmetici e make up naturale e biologico, privo di siliconi, petrolati e sostanze comedogene. 

Evita gli oli pesanti sulle zone a rischio (come rosa mosqueta, tocoferolo, ricino, lino) e quello di mandorle dolci che, a causa del contenuto di acido oleico può contribuire alla cheratinizzazione della pelle.

Se non hai la pelle secca, preferisci il make up in polvere.

Trovi⇒ Qui cosmetici e make up naturali e biologici!

Vuoi avere una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Questi sono i rimedi contro i punti neri proposti da me!

E i vostri?

Alla prossima! 🙂

4 pensieri su “Rimedi contro i punti neri: le 5 regole d’oro!

  1. Sunrice

    Buonasera cara Pau,
    tema ideale per concludere l’anno in bellezza…anno nuovo, pelle nuova!:-))))
    E poi si dice che porti bene iniziare sbarazzandosi di ciò che è vecchio o ci ostruisce….quindi vale anche per il viso ahahahah!!:-)))))
    Scherzi a parte, i punti neri o comedoni che dir si voglia, sono una vera piaga per molte persone e, una volta tanto democraticamente, riguardano entrambi i sessi, per cui è bene che ogni tipo di pelle corra ai ripari.
    In passato, coi prodotti tradizionali, ne avevo sicuramente molti di più (in ogni caso sempre e solo sul naso) ma comunque uno dei lati positivi del mio tipo di pelle e di averne sempre avuti pochi rispetto alla media e localizzati, diciamo che la pelle secca e sensibile ha un problema in meno;-)
    Ho iniziato da ragazzina a fare una pulizia regolare (complici anche le nozioni apprese a scuola di estetica), a casa in più usavo i cerottini di cui già ti parlai, ma iniziando poi ad usare prodotti più puliti, il fenomeno si è ridotto quasi a zero, grazie anche alla cura che cerco di prestare….per le pelli problematiche diventa una vera e propria esigenza!
    I cerottini sono stati rimpiazzati da scrub mirato e a volte anche ghassoul, che ho trovato ottimo sul mio nasino, e con i giusti prodotti e le corrette abitudini, il problema è assolutamente contenibile.
    Colgo l’occasione di queste righe per augurarti una splendida fine d’anno ed un ancor più splendido inizio di anno nuovo, a presto!
    Bacetti col botto:-**

  2. pauline Autore dell'articolo

    Ciao dolcissima Sunrice! 🙂

    Anche per me i punti neri sono ormai quasi un ricordo, ma non spariscono mai del tutto…una visita sporadica non manca, ma vengono fulminati immediatamente con il primo acido che mi capita sotto mano 😀
    Al pari dei brufoli bianchi, sono qualcosa di profondamente antiestetico per me, ma non gli è permesso di gozzovigliare sulla mia pelle per più di un’ora..
    Da ragazza avevo la pelle più mista e lucida e a causa di cosmetici sbagliati, petrolati e siliconi, mi ero riempita di punti neri ed impurità, tanto da rendere la mia pelle asfittica.
    Poi c’è stata la “green revolution”, felice passaggio all’eco bio che ha risolto molti dei miei problemini estetici 😉
    Adesso, al pari di te, la mia pelle è decisamente più secca, ma comunque tendenzialmente impura (che sfiga) quindi il monitoraggio anti-punto nero non si placa mai hahaha…….

    Usavo anch’io i cerottini anni fa, ma mi arrossavano la pelle ed il punto nero spuntava dopo poco…comunque in qualche caso può rivelarsi utile.
    La prevenzione effettivamente è l’arma migliore: pulizia regolare ed uso di prodotti puliti è il top 😉

    Dimenticavo una cosa importante: l’alimentazione!
    E’ importante regolarla, privilegiando cibi freschi e leggeri e riducendo al minimo i grassi (di ogni genere), i dolciumi ed eliminando ovviamente il cibo spazzatura.

    Chissà, forse ho inconsapevolmente scelto questo argomento proprio per invitare me stessa ad un reset totale, una bella pulizia di fine anno è proprio quel che ci vuole per ricominciare al meglio!
    Bello spunto, grazie mia bella Sunny!

    Ricambio gli auguri di uno splendido nuovo inizio, ci sentiamo nel 2017!! 😉 :-****

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *