Biocosmesi…e non solo

La vitamina P (bioflavonoidi) protegge i capillari!

La vitamina P per rafforzare le vene

La vitamina P (o bioflavonoidi) è la più importante alleata della vitamina C.

Viene, infatti, chiamata anche vitamina C2 perchè in natura si trova sempre associata alla vitamina C.

Se hai la pelle sensibile, con capillari fragili e couperose la vitamina P non può mancare nella tua dieta!

I colori della salute

La vitamina P è la sostanza più importante (insieme alla vitamina C) per proteggere e rafforzare la parete dei capillari.

La vitamina P è il nome alternativo per i bioflavonoidi.

I flavonoidi sono dei pigmenti vegetali che conferiscono il colore a molti fiori e frutti.

I flavonoidi si suddividono in:

  1. Antocianidine e proantocianidine (colore blu/viola);
  2. Quercetina (colore bianco);
  • Bioflavonoidi: rutina, esperidina, quercitrina e naringina (colore rosso/giallo/arancio)

Qui trovi integratori naturali e biologici di vitamina P

vitamina P

Vitamina P: le proprietà dei flavonoidi

I flavonoidi (vitamina P) hanno importanti proprietà per l’organismo, sintetizzabili in:

1)Antinfiammatorie: rafforzano le cellule che combattono le infiammazioni, aiutano a contrastare le allergie;

2)Antivirali: proteggono dalle infezioni di numerosi virus;

3)Antineoplastiche: stimolano gli enzimi che disattivano le sostanze cancerogene;

4)Antiossidanti: (proprietà in comune con la vitamina C e sopratutto se associati ad essa);

5)Capillaroprotettrici: rafforzano e rigenerano i capillari, rendendoli più resistenti e meno permeabili.

I flavonoidi, inoltre, vengono impiegati nelle terapie per prevenire i disturbi circolatori, sia venosi che arteriosi.

Sono, ormai, all’evidenza scientifica i benefici dei flavonoidi per quanto riguarda la prevenzione dell’attacco cardiaco: questo effetto è dovuta alla potente azione antiossidante che previene la formazione del colesterolo “cattivo” (in questo senso, l’azione sembra essere ancora più efficace degli antiossidanti tradizionali come vitamine C, E e minerali).

Qui trovi integratori naturali e biologici di vitamina P

vitamina P

Vitamina P: altre funzioni

Altre funzioni dei bioflavonoidi:

1)Ritardano la comparsa della cataratta (sopratutto nei diabetici);

2)Sostengono le strutture del collagene, proteggendo i tendini, i legamenti, nelle cartilagini, le articolazioni, le ossa (anche in malattie gravi come l’artrite reumatoide, la gotta ed altre patologie di tipo infiammatorio);

3)Sono utili in caso di capillari fragili e di couperose (rimedi d’elezione);

4)Sono utili nel trattamento delle emorroidi, edema, contusioni, insufficienza venosa e vene varicose;

5)Favoriscono la neutralizzazione dei metalli pesanti (funzione disintossicante).

In alcuni paesi sono utilizzati, insieme al magnesio, anche per alleviare i disturbi mestruali e per prevenire gli aborti nelle donne con fragilità capillare.

Come detto, i flavonoidi (vitamina P) sono più efficaci se assunti insieme alla vitamina C che aiutano a rigenerare e risparmiare.

Bisogna fare attenzione alla naringina (si trova nel succo di pompelmo), in quanto può interagire con i principi attivi di alcuni farmaci come antipertensivi, anticoagulanti ed estrogeni.

La vitamina P è una vitamina idrosolubile, sensibile, come quasi tutte le vitamine, all’alcol, fumo, pillola, aspirina.

In caso di carenza, i sintomi sono simili alla carenza di vitamina C: fragilità capillare, edemi, emorragie, facilità ai lividi, sangue dal naso.

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Superfoods (qui)

⇒LETTURA CONSIGLIATA: Gli antiossidanti per la bellezza e la salute (qui)

Le fonti di vitamina P

In quali cibi si trovano i preziosi bioflavonoidi?

Sono numerosi e si riconoscono facilmente dal colore! 🙂

Le principali fonti alimentari di vitamina P sono: agrumi, albicocche, uva, cavoli, pomodori, mirtilli, ciliegie, bacche (rosa canina), cipolle, legumi, prezzemolo, tè verde, vino rosso e cioccolato fondente.vitamina P

Ovviamente, non mi sento di consigliare di aumentare il consumo di vino rosso e cioccolato 😀

Un bicchiere di vino rosso di tanto in tanto e un pò di cioccolato fondente di qualità, magari senza zucchero, non si possono negare a nessuno, ma la cosa più giusta da fare, sopratutto in caso di fragilità capillare, è aumentare nettamente il consumo di frutta e verdura che contengono la preziosa vitamina P (e non solo).

vitamina PIntegratori di vitamina P

Esistono anche integratori a base di bioflavonoidi (in sinergia con la vitamina C).

Un elenco di integratori utili:

1)Garvital – Semi di Pompelmo: si tratta di estratto secco di semi di pompelmo con il 50% di bioflavonoidi e con vitamina C. Aiuta la funzionalità del microcircolo ed è antiossidante.

Scopri di più⇒qui

2)Vegetal Progress – Vedyben: a base di antocianine e bioflavonoidi. Le antocianine, contenute in grande quantità nel mirtillo, sono particolarmente utili per migliorare la vista e prevenire problemi alla retina. Prodotto ben formulato e completo (utile, tra l’altro, l’ho usato anch’io);

Scopri di più⇒qui

3)Dr. Giorgini Martino  – Bellavis: questo integratore è adatto a chi soffre di gambe pesanti, emorroidi ed insufficienza venosa (lieve), in quanto contiene rusco, centella, mirtillo nero, vite rossa, ippocastano, meliloto, amamelide, achillea tutte sostanze ricche di bioflavonoidi ed utili per sostenere la funzionalità del microcircolo. Adatto anche per la vista.

Scopri di più⇒qui

4)U.G.A. Nutraceuticals  – Eulipid: questo prodotto può essere utile per controllare il colesterolo ed i trigliceridi nel sangue. Oltre ai bioflavonoidi, contiene altre sostanze antiossidanti come berberina, policosanoli e di resveratrolo, coenzima Q10. E’ un integratore con funzione sostanzialmente antiossidante ed antinvecchiamento.

Scopri di più⇒qui

N.B. Le informazioni contenute in questo articolo non intendono sostituire i consigli del medico, al quale spetta ogni diagnosi, prescrizione ed indicazione terapeutica.

Vuoi una bella pelle?

⇒Scopri la guida!

Voi assumete sostanze con la vitamina P? Ne prendete a sufficienza? 😉

Alla prossima!

6 pensieri su “La vitamina P (bioflavonoidi) protegge i capillari!

  1. Sunrice

    Mmmmmmm, buoni!! Quando si dice “curarsi con piacere”!
    Tutti i cibi citati li consumo abitualmente in abbondanza.
    Poi adoro i colori di que sta vitamina, anche in make up/accessori/vestiario….sopratutto Il viola, in ogni sfumatura!
    Buonissimi i frutti di bosco, sopratutto mirtilli. Ma sbaglio (probabile che mi confonda) o i flavonoidi ci sono pure nell’uva?
    Bacio**

    1. pauline Autore dell'articolo

      Visto che frutta scenografica? :-O
      Splendida e buona!

      Sì certo anche l’uva, c’è nell’elenco 🙂
      Mi piacciono sopratutto fragole, ciliegie, uva, more, arance, pomodori (di questi ultimi ne mangio a quintali a morsi tipo mela), insomma quella più dolce, mentre non sono una grande fan dei frutti di bosco più aspri e di quelli con i semi che restano tra i denti….:-D

      I mirtilli sì..ma praticamente li mangio solo quando è stagione, altrimenti devo prenderli surgelati e non è il massimo.
      Anche per questo motivo uso spesso integratori con bioflavonoidi.

      Un bacio mirtilloso non me lo dai? hahahahaha 😉

    1. pauline Autore dell'articolo

      A chi lo dici!
      In famiglia abbiamo tutti qualche problemino di circolazione lenta e varici.
      Io per fortuna sto prevenendo ed ho scampato le varici (almeno finora), ma comunque ho dei capillari in evidenza e come sai soffro di couperose e mani fredde (cuore caldo?) 🙂

      Soffrivo anche di gambe pesanti ma adesso con lo yoga ho praticamente risolto.
      E vogliamo parlare dei lividi che compaiono anche se sbatto contro una piuma?

      A volte questi sintomi possono essere segnali (sub-clinici) di carenza di vitamina C e P quindi questi cibi sono a dir poco fondamentali per noi!
      Ben vengano anche gli integratori (per i quali è bene rivolgersi prima al medico, come sempre).

      E insomma, si fa quel che si può, un bacione tuttifrutti!! ,-)

  2. Sunrice

    L’uva mi sfuggiva dalla lista! Anche a me mi spuntano subito i lividi anche con urti stupidissimi! Purtroppo i mirtilli si trovano poco, i surgelati non rendono granchè, hai proprio ragione!!
    Ahahahah, in effetti non è da me, rimedio subito: un bacio mirtilloso, ciliegioso, fragoloso e chi più ne ha più ne metta…..roba da chiamare di nuovo l’Accademia della Crusca!!!!:-))))))))

    1. pauline Autore dell'articolo

      L’uva mi sfuggiva dalla lista
      Lo vedi che hai bisogno di mirtilli anche fuori stagione?? 😀

      L’Accademia della Crusca secondo Sunny e Pauline 😛

      Un abbraccio con frutta&verdura!!
      😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *