Un’alimentazione naturale e biologica è il miglior regalo che possiamo farci.

Questa sezione del blog, analogamente a quella dedicata alla cosmetica biologica, ha l’obiettivo principale di dare informazioni, il più possibile imparziali, sui cibi, sugli stili alimentari e soprattutto sul rapporto tra alimentazione e benessere.

Che cos’è l’alimentazione biologica

Scegliere con attenzione e consapevolezza il cibo che mangiamo è oggi più che una opzione, quasi una necessità.

L’ossessione per il cibo ha due facce opposte: quella dell’ortoressia, che spinge le persone compulsive a controllare in modo esagerato e patologico ciò che mangiano e quella del consumo sfrenato ed indiscriminato che porta ad ingurgitare di tutto senza la minima attenzione per la qualità di ciò che si mangia.

L’uso massiccio di pesticidi e di sostanze deleterie per la salute umana e l’ambiente, l’inquinamento dei terreni, delle acque e anche direttamente dei cibi è un problema realmente serio ed è una motivazione più che sufficiente per cambiare radicalmente il proprio modo di approcciarsi all’alimentazione.

Nel mondo si spendono migliaia di milioni per l’acquisto di fitofarmaci che andranno a contaminare ciò che poi porteremo a tavola.

Molti di questi fitofarmaci sono cancerogeni o sospettati di esserlo (in Italia più della metà dei prodotti usati sono probabili cancerogeni).

Gli alimenti più a rischio sono frutta e verdura, proprio quelli che, per il bene della nostra salute, dovremmo mangiare di più.

Ma non è tutto: acquistare alimenti che non appartengono al nostro clima e/o alla nostra regione significa far sì che le merci viaggino per molto tempo e sostino per altrettanto tempo nei banchi frigoriferi e nei magazzini.

Per non deteriorarsi, ovviamente, questi prodotti vengono trattati: un prodotto fresco e naturale non potrebbe conservarsi per molto tempo!

Prodotti biologici online

Alimenti biologici: come sono fatti

L’alternativa a questo scenario è l’alimentazione biologica (o organica).

Scegliere con cura, pur senza ossessività, i cibi che mangiamo è il miglior regalo che possiamo fare a noi stessi ed all’ambiente.

Acquistando e consumando esclusivamente (o quasi) alimenti biologici, possiamo sapere da dove arrivano i prodotti che mangeremo, conoscere come sono fatti, come sono stati coltivati o allevati e soprattutto possiamo avere la certezza di portare a tavola un alimento sano, non inquinato e non inquinante.

Gli alimenti biologici non sono del tutto immacolati, ovviamente, ma sono trattati con sostanze (fertilizzanti, pesticidi e medicinali chimici di sintesi) meno nocive per l’uomo e per l’ambiente ed in minore quantità.

“Al contrario, utilizza la forza delle leggi naturali per aumentare le rese e la resistenza alle malattie”. (fonte: IFOAM).

Perchè se è vero che gli alimenti tradizionali contengono il minimo di trattamenti consentito dalla legge, è pur vero che le dosi ammesse riguardano la singola assunzione e non tengono presenti la somma tra prodotti diversi e le interazioni tra di essi.

Per documentarti meglio:

Speriamo in Bio
Marina Seveso
Speriamo in Bio

Come riconoscere i cibi biologici

Per riconoscere un alimento biologico al supermercato, impariamo a leggere le etichette!

Oltre alle specifiche modalità di produzione degli alimenti, i prodotti biologici si riconoscono al supermercato, in quanto:

  • Sono sempre venduti confezionati e mai sfusi;
  • Sono privi di sostanze ritenute pericolose, come coloranti e aromi artificiali, OGM;
  • Sull’etichetta deve essere precisato l’indirizzo del produttore e del distributore, in altre parole il prodotto deve essere “tracciabile”;
  • Devono presentare ovviamente il marchio di certificazione biologica da parte di organismi accreditati che si occupano dei controlli;
  • Devono presentare il logo del biologico (nell’immagine sotto).
logo bio

Logo biologico

Da leggere: alimenti sani per vivere al top

I prodotti biologici sono consigliati a tutti, ma in modo particolare ai bambini, agli anziani, ai malati, alle donne durante la gravidanza e l’allattamento.

Il cibo biologico, per motivi legati alle certificazioni e alle modalità di produzione, è più caro.

Motivo in più per mangiare meno e meglio!

Ingegniamoci per risparmiare su spese inutili ed iniziamo a mangiare meglio.

Se volete vivere in salute, non farvi abbindolare dalla pubblicità, risparmiare comprando poco e di qualità, acquistare in modo libero e consapevole ingredienti sani e addirittura curativi, mi permetto di consigliarvi di seguire questo blog!

Cibi biologici: pro e contro

Come ogni cosa, anche i cibi biologici, oltre agli indubbi vantaggi visti fin qui, hanno dei punti a sfavore che occorre analizzare.

Riepiloghiamo i PRO:

  • Contengono meno sostanze dannose per la salute (pesticidi, erbicidi, contaminanti di origine industriale e naturali, antibiotici e ormoni per il bestiame, cere per lucidare la frutta ecc.);
  • Sono più nutrienti, conservano cioè una maggiore quantità di principi nutritivi, soprattutto vitamine e minerali, proprio perchè sono meno trattati;
  • Hanno un sapore migliore, più autentico e genuino, perchè sono più naturali;
  • Sono più sostenibili di quelli tradizionali sotto il profilo ambientale.

Ma ci sono anche i CONTRO:

  • Hanno un prezzo maggiore rispetto ai cibi non biologici;
  • Non offre una grande possibilità di scelta, soprattutto nei supermercati dove la varietà tra cui scegliere è limitata;
  • Non sono sempre più sani rispetto agli altri: esistono molti cibi bio ipercalorici ed elaborati con grassi di bassa qualità.

In definitiva: sì al biologico ma con un occhio attento all’etichetta!

E cerchiamo di approfittare il più possibile delle offerte.

Per approfondire il tema dell’alimentazione naturale clicca qui.

Che ne pensate dell’alimentazione biologica?

Alla prossima!

Please follow and like me: