Capillari fragili: sintomi e rimedi di un inestetismo che affligge molte persone.

Fondamentale è la prevenzione una alimentazione mirata ed integratori ad hoc!

Cause della fragilità capillare

La fragilità capillare è una condizione costituzionale e genetica.

Le principali cause di questo disturbo della pelle sono:

  • carenza di vitamina C;
  • carenza di vitamina P (bioflavonoidi);
  • alterazioni ormonali (gravidanza, mestruazioni, menopausa);
  • eccessiva esposizione al sole;
  • contraccettivi ormonali;
  • obesità.

Spesso i capillari fragili  sono la conseguenza di un temperamento emotivo e nervoso che causa frequenti rossori in viso.

Questi arrossamenti eccessivi e troppo frequenti finiscono col distendere le pareti dei vasi capillari che, con l’età, perdono la loro elasticità.

Altre cause dei capillari fragili sono disturbi digestivi ed intestinali, nonchè l’abuso di alcolici.

Un clima rigido, dei bruschi cambiamenti di temperatura, la vita all’aria aperta, eccessive esposizioni al sole, dei bagni troppo caldi o troppo freddi sono tutti fattori che favoriscono la dilatazione dei vasi sanguigni e, quindi, le cause della formazione di questi rossori.

Capillari fragili: i sintomi

Couperose e rossori diffusi caratteristiche tipiche della pelle sensibile e sottile.

I sintomi sono rossori diffusi su guance, naso e nella parte inferiore della fronte, come una maschera.

A volte possono formarsi dei veri e propri ematomi, piccole emorragie della pelle a livello superficiale che possono causare prurito e bruciore.

Allora si forma sulle guance una rete di venuzze rosso vivo, chiamate “teleangectasie”: è la couperose, una condizione cronica.

I capillari fragili possono localizzarsi anche sul corpo, in particolare sulle gambe, ma a volte anche sulle mani e sulle braccia.

I capillari spezzati ed in evidenza possono manifestarsi anche su una pelle problematica e reattiva.

Di solito si tratta di una cute secca, a volte mista.

Si riscontrano prevalentemente su incarnati chiari e nel sesso femminile.

Integratore Spring Ven

Spring Ven
Spring Ven
Monelli Ezio

Rimedi della nonna per i capillari rotti

Si può intervenire con alcuni semplici rimedi per migliorare i capillari spezzati, renderli meno visibili e prevenirne il peggioramento.

E’ consigliabile farlo alle prime avvisaglie, in modo da impedire la cronicizzazione del problema.

  • Evita cibi troppo caldi e speziati, zuccheri raffinati e grassi animali, il sale;
  • Segui un regime alimentare ricco di fibre, legumi, verdura e frutta;
  • Privilegia alimenti che aumentano l’integrità delle pareti venose:  mirtilli, ciliegie, more (ricche di vitamina P; albicocche, melone, zucca, carote (contengono vitamina A) agrumi, fragole, ribes (vitamina C); cereali integrali e lievito di birra (vitamine B); semi, avena, grano, mandorle, nocciole ed in generale frutta secca (ricca di zinco);
  • Le maschere casalinghe fatte con yogurt bianco naturale e miele sono un ottimo aiuto;
  • Ottimi i decotti di calendula: una volta raffreddati, si possono applicare come impacchi sulla pelle.

Integratori per la circolazione e i capillari

Gli integratori più adatti per prevenire e curare i capillari fragili sono quelli a base di vitamina A, vitamina E, vitamina C e bioflavonoidi, ippocastano, mirtillo, vite rossa, estratto di tè verde, erba di grano, mucillagine di orzo, zinco. Ottime le tinture madre di Centella e Rusco, i macerati glicerici di Ippocastano e Ginepro.

  • Vitamina C

Vitamina C Masticabile - 60 Tavolette
Vitamina C Masticabile
Bios Line
  • Estratto di Rusco

  Rusco - Estratto Idroalcolico
Rusco – Estratto Idroalcolico
Remedia Erbe
  • Estratto di Ippocastano

Aesculus Hippocastanum - Ippocastano - Estratto Idrogliceroalcolico
Aesculus Hippocastanum
Vegetal Progress
  • Sprig Vit Capsule

Sprig Vit 04 - 60 CapsuleSprig Vit 04
Monelli Ezio

Da leggere: capillari viso cause

Soffrite di capillari fragili?

Come rimediate?

Alla prossima!

Come avere una bella pelle