I punti neri sul naso sono particolarmente difficili da rimuovere e si corre il rischio di danneggiare la pelle.

In questo articolo vediamo come eliminare i punti neri dal naso senza devastare la cute e senza provocarsi antiestetiche cicatrici.

Come eliminare i punti neri dal naso in modo naturale

Il metodo più delicato ed efficace per togliere i punti neri dal naso, come anche in altre zone del viso e del corpo, è certamente quello naturale.

Per naturale intendo senza forzare troppo perchè, soprattutto sul naso, a causa della zona poco agevole da trattare, non è facile estrarre i punti neri e spesso si creano più danni di quelli che si vogliono risolvere.

Inoltre, in questa zona, manco a dirlo, i comedoni sono particolarmente radicati ed induriti, quindi bisogna procedere con prudenza.

Due sono i metodi casalinghi principali per eliminare i punti neri dal naso:

  • Metodo meccanico: l’estrazione del punto nero oppure l’esfoliazione meccanica;
  • Metodo chimico: l’esfoliazione chimica con prodotti adeguati.

Non sono una grande fan del primo metodo (soprattutto per quanto riguarda ), mentre sono decisamente più favorevole al secondo.

L’esfoliazione ( e, in generale, igiene e routine cosmetica mirate) è la strategia, a mio avviso, più naturale e più efficace a lungo termine per trattare i punti neri in questa zona del viso.

Ma procediamo con ordine!

Come avere una bella pelle

Punti neri sul naso: schiacciarli o no?

Schiacciare (o estrarre) i punti neri sul naso è una procedura delicata che andrebbe fatta da mani esperte, ovvero dall’estetista o dal medico estetico.

In alcuni casi (non gravi, diciamo) si può provare questo metodo meccanico in casa, tenendo presenti alcuni accorgimenti.

Ovvero:

  • Preparate la pelle con un bagno di vapore che duri almeno 10 minuti;
  • Accertatevi che i pori del naso siano ben dilatati;
  • Lavate e disinfettate accuratamente le mani;
  • Procuratevi un fazzoletto di carta usa e getta;
  • Afferratelo con gli indici delle mani e posizionatelo sul punto nero;
  • Schiacciate delicatamente fin quando tutte le impurità saranno fuoriuscite;
  • Disinfettate delicatamente la pelle del naso.

Non strizzate i punti neri sul naso senza prima aver aperto i pori con il vapore: rischiate di procurarvi segni e cicatrici indelebili!

Non utilizzate le unghie per schiacciare, ma esclusivamente i polpastrelli!

Bagno di vapore

 

Rimuovere i punti neri dal naso in 5 minuti

Un metodo meccanico ma decisamente più veloce e delicato consiste nell’usare apposite maschere per il viso con azione “peel off”.

La loro azione è simile a quella dei famosi “cerottini” per il naso, fatti apposta per togliere i punti neri.

Si presentano come delle comuni maschere per il viso (oggi quelle più in voga sono al carbone vegetale), si stendono sulla pelle esattamente come qualsiasi altro tipo di maschera, si lasciano in posa per alcuni minuti e poi si “strappano” via con un movimento delicato ma deciso.

Con questa tecnica asportate i punti neri dal naso e le altre impurità presenti sulla pelle, estraendoli direttamente dai pori.

Anche in questo caso fate prima un bel bagno di vapore per facilitare l’operazione e non creare traumi alla cute.

Come togliere i punti neri dal naso senza schiacciarli

Per eliminare i punti neri dal naso senza schiacciarli tentate con l’esfoliazione, meccanica oppure chimica.

Sono strategie efficaci se utilizzate con costanza e soprattutto senza strafare.

Con questo tipo di tecnica i punti neri non saranno schiacciati nè estratti, ma saranno gradualmente eliminati grazie al potere dell’esfoliazione.

L’esfoliazione meccanica consiste nell’utilizzo costante (almeno un paio di volte alla settimana) di uno scrub non troppo delicato (ovviamente, decidete in base al vostro tipo di pelle: se è secca e sensibile optate per una formulazione più soft) e/o di una spazzolina o una spugnetta apposite per il viso.

Sono metodi semplici da applicare, economici ed efficaci nel lungo termine.

Lo scrub è facilissimo da fare in casa (qui alcune ricette) senza spendere soldi.

Basta utilizzare un qualsiasi olio vegetale o una noce di crema viso, cui aggiungere zucchero, sale oppure bicarbonato.

In alternativa, provate l’ottima mandorla micronizzata di La Saponaria, che nasce proprio con questo scopo.

Dopo la maschera o lo scrub, è molto efficace l’utilizzo di un tonico, una lozione o un idrolato antibatterico e purificante, ad esempio alla Salvia o al Rosmarino.

Spruzzatelo direttamente sul viso oppure tamponatelo con un dischetto di cotone ogni volta che sentite il bisogno.

 

Punti neri sul naso: l’esfoliazione chimica

L’esfoliazione chimica è di gran lunga il mio metodo preferito per far fuori i punti neri dal naso (e non solo) e qualsiasi altra impurità ed imperfezione della pelle.

E’ la strategia più efficace a lungo termine, la meno rischiosa e la più moderna.

L’asportazione dei punti neri è graduale e, a lungo andare, definitiva, grazie all’azione dissolvente degli acidi sullo strato superficiale della pelle e sugli accumuli di sebo ed impurità.

L’esfoliazione chimica, ovvero l’utilizzo di acidi esfolianti, è adatta a tutti i tipi di pelle, perchè può essere personalizzata e modulata a piacimento, in base alla propria sensibilità.

Inoltre, esistono esfolianti, come ad esempio l’acido mandelico, molto delicati, adatti anche alla pelle più sottile.

Gli acidi esfolianti sono presenti ormai dappertutto,  li troviamo in detergenti, tonici, sieri, lozioni, maschere e scrub ed ovviamente in emulsioni più o meno corpose.

Se soffrite di punti neri sul naso è fondamentale che seguiate una routine di pulizia con i prodotti più adeguati al vostro tipo di pelle, in base ai consigli che troverete negli articoli su pelle grassa, mista, impura, lucida.

Ecco alcuni prodotti a base di acidi esfolianti, utili per eliminare i punti neri sul naso:

  • Alkemilla – Mousse detergente antiacne

E’ una morbidissima mousse detergente indicata per pelli impure ed acneiche, con punti neri. E’ formulata con Cardo Mariano, Tarassaco, Salice Bianco (acido salicilico) e Salvia officinale, erbe con proprietà sebo-regolatrici e purificanti. L’acido salicilico ha azione antinfiammatoria ed esfolia dolcemente la pelle. Usato tutti i giorni può fare la differenza.

 

  • Dr. Taffi – Before Treatment Lotion

Interessante lozione all’acido glicolico con ph acido con azione purificante ed astringente su pelle mista e normale. Regola la produzione di sebo ed ha anche una delicata azione esfoliante e levigante. Attenua rughette e segni di espressione. Può essere utilizzata da sola oppure come trattamento preparatorio agli altri prodotti della linea.

  • Fitocose – Gel all’Acido Mandelico 10%

Il gel all’acido mandelico di Fitocose è un delicato esfoliante, adatto a tutti i tipi di pelle. E’ ottimo per levigare la pelle ispessita, opaca, impura, asfittica. La formula in gel rende questo prodotto utilizzabile anche su pelli grasse e untuose. E’ in realtà un cosmetico 2 in 1, perchè ha un’azione contemporaneamente purificante ed antietà!

  • Fitocose – Brufocrema ai Beta Idrossiacidi

Best-seller di Fitocose per pelle impura con brufoli e punti neri. A base di acido salicilico, è indispensabile per tenere puliti i pori della pelle, esfoliare con decisione le zone più critiche, tenere a bada eventuali brufoli infiammati. Da utilizzare come trattamento serale, dopo la consueta routine di strucco e lavaggio. E’ importante essere costanti!

Leggi la recensione di Brufocrema

  • Mary Rose – Tonico compattante e pulente

Prodotto particolare di Mary Rose: si tratta di un tonico a base di acido salicilico, che libera i pori dalle ostruzioni di sebo, leviga la pelle, la ricompatta e la rinfresca. E’ la fase 1 del “Trittico” di Mary Rose. E’ formulato con un mix di erbe preziose per la pelle, con effetto purificante, idratante e lenitivo: ortica, menta, camomilla, malva, parietaria (simile all’ortica) e bardana.

Avete altri suggerimenti per eliminare gli odiosi punti neri sul naso?
Alla prossima!